L'ultima grana di Arcuri: mascherine (già acquistate) ferme in Cina

Domenico Arcuri deve fare i conti con l'ennesimo intoppo della sua travagliata gestione nelle vesti di commissario straordinario

Milioni di mascherine già acquistate dall'Italia, ammassate nei magazzini cinesi e in attesa di partire dirette verso il nostro Paese. È questa la paradossale situazione con la quale deve fare i conti il governo giallorosso, alla disperata ricerca di dispositivi di protezione individuale per affrontare al meglio l'ingresso nella cosiddetta fase 2.

Come ha sottolineato il quotidiano La Verità, Domenico Arcuri deve fare i conti con l'ennesimo intoppo della sua travagliata gestione nelle vesti di commissario straordinario. Già, perché a quattro mesi dall'inizio dell'emergenza coronavirus, e a poche ore dalla tanto agognata fase in cui gli italiani devono ''imparare a convivere con il virus'', esiste ancora un problema legato alle mascherine. Protezioni, queste, citate anche da Giuseppe Conte nel suo ultimo discorso alla nazione: ''Consiglio a tutti di portarle sempre con sé perché saranno fondamentali''.

Il problema delle mascherine

Il problema sta nell'approvvigionamento di questi strumenti. Già, perché, dopo la diatriba sul prezzo fisso a 50 centesimi e dopo i problemi relativi ai bandi di gara Consip, Arcuri ha da sciogliere un nuovo nodo: quello riguardante il trasporto e lo stoccaggio delle mascherine acquistate dalla Cina. Nei giorni scorsi il commissario aveva rassicurato gli italiani, dal momento che la produzione interna del Paese avrebbe aiutato a reperire il materiale. Niente da fare, visto che si entrerà a regime soltanto a ottobre.

Morale della favola: è necessario reperire le mascherine acquistandole dall'estero. L'Italia ha già prelevato mascherine dalla Cina, come ricordato dallo stesso Luigi Di Maio. Roma ha continuato ad accordarsi con Pechino ma in questi mesi il problema principale non è stato quello di acquistare i dispositivi, quanto piuttosto quello di farli arrivare nel nostro Paese.

Fase di stallo

All'inizio dell'emergenza, sottolinea ancora La Verità, se ne occupava la protezione civile. In che modo? Attraverso il noleggio di Antonov al costo di un 1 milione di euro. Da quando Arcuri è entrato in scena, il commissario ha modificato la parte logistica con l'intenzione di abbassare i costi di spostamento.

Da qui la necessità di lanciare un bando di gara per affidarsi ai voli ghost (di linea ma senza passeggeri) fondamentali per trasportare le mascherine dalla Cina all'Italia. Un altro bando serve invece per distribuirle sul territorio nazionale. Valore complessivo dei bandi: 50 milioni di euro, rispettivamente 20 più 30.

Nel suddetto bando si legge che c'è ''l'esigenza di attivare il servizio entro l'11 maggio 2020''. Peccato che in quella data nessuno ha portato mascherine in Italia. La gara finisce in una fase di stallo. La Verità scrive che la vincitrice dovrebbe essere Neos ma la sua offerta è troppo bassa. Nel frattempo gli strumenti di protezione acquistati dall'Italia restano in Cina.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di pipporm

pipporm

Dom, 17/05/2020 - 11:13

Con tutta la produzione che c'è in Italia, doveva comprarle dai cinesi?? L'Italia è piena di fabbriche di mascherine ed anche di mascherati. Basta vedere i parlamentari

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 17/05/2020 - 11:20

o abbiamo pagato per niente, oppure quel pagamento fa riferimento ad un altra faccenda poco chiara, una partita scambiata per un altra, o peggio, in oscuro passaggio di triangolazione per nascondere le vere finalità! :-) tipico di chi sta al governo con la sinistra che imbroglia e inganna.... ma se ci pensate bene, è stato cosi anche nei precedenti governi !

cgf

Dom, 17/05/2020 - 11:24

Continueranno a requisire mascherine ed ossimetri di privati che hanno acquistato direttamente, succede anche questo

Ritratto di Iam2018

Iam2018

Dom, 17/05/2020 - 11:35

Poverino, non gliene riesce proprio manco una senza grane. Ma questo dove lo hanno pescato, nel pacchetto delle patatine?

mozzafiato

Dom, 17/05/2020 - 11:42

La questione "mascherine" è lo specchio di questo governo cialtrone ed incapace. Il sottoscritto (che non è nessuno) aveva abbondantemente previsto la vergogna che si sta prospettando, sin dai primi accenni della pandemia, VISTA LA PLETORA DI CAPRONIDI che non avevano capito una mazza di ciò che si stava concretizzando! Il trionfo della loro somarsggine, si concretizzo' con la pubblicazione dell'ormai leggendario "decalogo della vergogna" nel quale si affermava che le mascherine non servivano a niente! Dice: tanto c'è sempre un fasista salviniano a cui dare la colpa. COSA CHE PUNTUALMENTE È ACCADUTA anche grazie all'opera capillare dell'informazione di regime! Ricordate all'uopo la pantomima messa insieme dal bestiame komunista con la ormai celebre miserabile sceneggiata, circa Fontana che ne indossava una? Quelle immagini ancora circolano a cura dei sovietici esattamente come, però ahiloro il decalogo della vergogna E'ANCORA ESPOSTO IN BELLA VISTA IN TUTTI I PRESIDI SANITARI!!! Tranquilli kompagni : è sempre TUTTA KOLPA DI SALVINI e delle sue camicie nere!

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 17/05/2020 - 12:24

Non è difficile, fare le cose con un briciolo di decenza. La meritocrazia è il sistema migliore per far andare al meglio ogni cosa. Come è altrettanto vero che se metti le persone con u. c.v. fallimentare, i risultati saranno fallimentari. Ora mi chiedo perchè, l'apparato statale che vuol governarci contro il parere degli italiani, cerca in ogni modo di distruggerci?? Classico esempio questo Arcuri, sicuramente un incapace e padre di una marea di fallimenti. Quando lo licenzieranno? O dobbiamo fare una rivoluzione??

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 17/05/2020 - 12:50

Mettersi d'accordo con le industrie italiane per produrle in Italia non vero? D'accordo che con un prezzo calmierato a 0,50 € cadauna non è facile trovare chi le produca,perché non ci sta dentro coi costi e le spese di produzione. Sarebbe un dovere dello Stato provvedere alla produzione intervenendo sui costi o a titolo gratuito o affrontando le spese degli imprenditori:del resto l'obbligo delle mascherine è stato imposto dalla chiusura emergenziale e come tale lo Stato deve intervenire chiedendo alle fabbriche di produrre per i cittadini regalandole a chi non può permettersi di comprarle o abbassando i prezzi di acquisto intervenendo nelle spese di produzione.

Italianocattolico2

Dom, 17/05/2020 - 12:53

Ma questo "bravissimo" manager non era quello che aveva pieni poteri per affidare contratti senza passare attraverso nessun vaglio a chiunque fosse in grado di produrre ?? Ennesima dimostrazione della validità delle varie task forces messe in campo dall'avvocaticchio che non avendo nessuna capacità di gestire neppure un condominio vuole gestire una nazione in emergenza.

Ritratto di moshe

moshe

Dom, 17/05/2020 - 13:04

arcuri, grande genio, hai già pensato a come dovrà essere la mascherina che dovremo usare mentre mangiamo al ristorante ?

Duka

Dom, 17/05/2020 - 15:40

Non so bene che ruolo abbia questo individuo di certo NON capisce un fico secco ne di economia e men che meno di commercio. Del resto è l'ennesimo super stipendiato sempre e comunque che di suo nulla rischia nemmeno la BUSTA PAGA.

rigampi1951

Dom, 17/05/2020 - 16:04

Questo personaggio dovrebbe dimettersi, invece è difeso a spada tratta dall'arroganza di Giuseppi

Veterano

Dom, 17/05/2020 - 16:51

Sbaglio dietro sbaglio. Governo che non azzecca una buona, gioca a prova ed errore, soltanto che tutti sono errori. Dovrebbero andare a casa, senza mai parlare ne mostrarsi dalla vergogna.

Ritratto di babbone

babbone

Dom, 17/05/2020 - 17:02

sicuramente la giornalista avrebbe fatto meglio. ahahahahah.

Ritratto di pipporm

pipporm

Dom, 17/05/2020 - 17:05

Ricordo che Silvio nel 94 voleva iniziare a produrne in Italia, ma poi non glielo permisero

Ritratto di venividi

venividi

Dom, 17/05/2020 - 17:21

Un incapace nominato da un incapace a sua volta nominato da un Incapace

magnum357

Dom, 17/05/2020 - 17:33

Commissario all'inutilità !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

DRAGONI

Dom, 17/05/2020 - 17:48

NON E' EVIDENTEMENTE IN GRADO DI EFFETTUARE DELLE GARE CHE ANCHE UN SEMPLICE E INSPERTO FUNZIONARIO FAREBBE PORTANDOLE A BUON FINE!!RINGRAZIAMO L'AZZECCAGARBULI CHE òO HA PORTATO ALLA RIBALTA NAZIONALE!!

killkoms

Dom, 17/05/2020 - 17:48

@pipporm,lo sa quanto costano quelle cinesi?

Nes

Dom, 17/05/2020 - 18:02

Finirà la pandemia e le mascherine dopo ne abbiamo a milioni di milioni che non serviranno a nessuno. Le mascherine sono state lo specchio di questo governo, per sopperire a tale mancanza, sin dall'inizio dell'epidemia ha riferito al popolo che le stesse non servivano e che bastava un metro di distanza, povera Italia

silvano45

Dom, 17/05/2020 - 18:03

Non esiste più nessuna procura tanto sollecita quando al governo cera Salvini che indaghi chi ha speculato chi ha imbrogliato chi si è forse intascato magari qualche mazzetta in questa incredibile e vergognosa vicenda?Gli incapaci che ci governano hanno messo a commissario ammesso che vi era necessità uu vedere il suo curriculum un uomo di grande capacità ...e di riferimento del partito.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Lun, 18/05/2020 - 11:01

Tranquilli, il virus sta perdendo infettivita'. Proprio come una comune influenza, entro l'estate sara' praticamente sparito, per poi ricomparire in autunno. Quindi prepariamoci piuttosto per la seconda ondata: mascherine, ventilatori, terapia intensiva. Aumentare le unita' per fronteggiare la nuova ondata d'autunno-inverno. Stupido chiudere l'intero paese per piu' di 2 mesi. Bastava chiudere i focolai, le regioni piu' a rischio, proteggere i piu' anziani e lasciare circolare la gente per guadagnarsi la vita.