La "Luna di sangue" spaventa i teorici dell'apocalisse

Il 28 settembre il nostro satellite si tingerà di rosso a causa di un particolare allineamento con Terra e Sole. Un fenomeno astronomico che non manca di allertare i più suggestionabili

La "Luna di sangue" spaventa i teorici dell'apocalisse

La chiamano "Luna di sangue" per il caratteristico colore rosso che tingerà il nostro satellite grazie a un particolare allineamento con il Sole e la Terra. Ma per molti il riferimento da brividi è un chiaro segno di cattivo presagio.

Accadrà il 28 settembre prossimo: verso le 2 di notte la Luna sarà vicinissima alla Terra, che - un'ora dopo - la coprirà allineandosi con il Sole e impedendo ai raggi di riflettersi direttamente sulla sua superficie, dandogli appunto un colore purpureo fino alle 4,30. Un fenomeno astronomico ben conosciuto, insomma. E pure piuttosto frequente (l'ultima eclissi rossa si è verificata lo scorso aprile). Eppure anche in questo caso non mancano complottisti e teorici della fine del mondo, convinti che quella notte succederà qualcosa di misterioso e pericoloso. Non resta che attendere un mese per scoprirlo.

Commenti