Il M5S vuol rifare la Costituzione "Taglieremo 345 parlamentari"

Luigi Di Maio annuncia le riforme costutizionali grilline: "Se vorranno faremo il referendum. Taglieremo 345 parlamentari dal plenum della Camera e del Senato"

Il M5S vuol rifare la Costituzione "Taglieremo 345 parlamentari"

Matteo Renzi era al massimo del suo consenso quando decise di avviare le riforme costituzionali. Quelle che, per intenderci, gli sono costate alla fine la poltrona a Palazzo Chigi e pure la sedia di segretario del Pd. Ora a cambiare la Carta sembra volerci provare Luigi Di Maio.

A Lanciano, in un comizio a sostegno di Sara Marcozzi, il vicepremier grillino ha lanciato la sua sfida: "Arriverà arriverà qualche sorpresa l'anno prossimo - ha detto - pure noi faremo le riforme costituzionali. Una: taglieremo 345 parlamentari dal plenum della Camera e del Senato".

C'è sempre il rischio referendum, Renzi lo sa bene. "Se lo vorranno, andremo anche al referendum - ha detto - voglio vedere quanti votano contro il taglio. Altro - ha aggiunto - che tutti quei giochi che hanno fatto in questi anni facendoci credere di stare riformando la Costituzione per il nostro bene e poi si stavano salvando le loro poltrone e istituiamo il referendum propositivo senza quorum".

Nel dettaglio la riforma gialloverde (o solo grillina?) della Carta non è chiaro come sarà. Per ora si tratta di annunci. "Togliamo - ha spiegato Di Maio - agli onorevoli il potere di gestire la nostra vita e dobbiamo pregarli pure per un'interrogazione".

Commenti