Madre tossicodipendente rapisce il figlio dall'ospedale: è ricercata dalla polizia

Il bimbo ha appena due anni ed era ricoverato nel reparto di pediatria dell’ospedale di Padova per un'intossicazione da cocaina

Una madre tossicodipendente di 40 anni ha rapito il figlio di due anni dal reparto di pediatria dell'ospedale di Padova, dove il piccolo era ricoverato da due mesi per un'intossicazione da cocaina, le cui cause non sono state ancora chiarite. La donna avrebbe compiuto il folle gesto domenica mattina per paura che i servizi sociali potessero portarglielo via definitivamente, come scrive TgCom24, visto che il suo caso era già stato segnalato al Tribunale dei minori e, appunto, ai servizi sociali locali: il bimbo, infatti, era stato affidato a una comunità e a un curatore speciale.

Dopo qualche minuto dal "blitz", il personale medico della struttura ospedaliera si è accorta dall'assenza del bambino, allertando così immediatamente le forze dell'ordine, impegnate ora nelle indagini per rintracciare i due al più presto.

Al momento, però, la madre è ancora latitante e secondo la polizia potrebbe essersi rifugiata da qualche parente o amico.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 26/11/2018 - 11:35

Onora il padre... e la madre. Lo Stato nei panni di Re Erode è il risultato del femminismo abortivo delle zitelle tipo Bonino, Merkel, e quant'altro.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 26/11/2018 - 11:47

La separazione del figlio dalla madre è contro il suo Diritto di essere onorata come Dio comanda. Dunque bisogna obbedire alla madre e non a comunisti, magistrati, medici, psicologi, pseudo-sacerdoti e quant'altro. Che il Diavolo se li porti.