Maestra d'asilo uccisa a Valenza, amico confessa l'omicidio

Fermato un uomo, Massimo Venturelli, per l'omicidio della maestra d'asilo di Valenza. Si tratterebbe di un amico che ha confessato il movente passionale

Ha un volto ed un nome il presunto assassino di Ambra Pregnolato, la maestra d'asilo trovata morta nel suo appartamento di Valenza nella giornata di venerdì 24 gennaio. Si chiama Massimo Venturelli, 46 anni, ed avrebbe confessato l'omicidio dopo essere stato sottoposto a fermo dai carabinieri del comando provinciale di Alessandria nel tardo pomeriggio di sabato.

Un caso che si è risolto nel giro di 24 ore e dai risvolti inattesi. La narrazione di un truce femminicidio, l'ennesimo con lo stesso tragico copione ed epilogo. Dopo aver commesso l'assassinio, il 46enne avrebbe tentato di togliersi la vita gettandosi sotto un treno ma avrebbe riportato solo delle ferite di lieve entità. Rintracciato e messo sotto torchio dai militari dell'Arma, il sospettato non ha potuto fare altro che confessare di aver commesso i fatti. Ora è piantonato, in stato di fermo, all'ospedale di Alessandria.

Il movente è quello passionale. Stando a quanto si apprende da fonti a titolo vario, l'indagato non avrebbe accettato che la donna di cui si era innamorato un anno fa, Ambra Pregnolato, non avesse intenzione di separarsi dal marito per andare a vivere con lui. Accecato dall'ira, nel mattinata di ieri, si sarebbe recato a casa della 40enne, a Valenza, e l'avrebbe uccisa a colpi di martello, inferendole svariate ferite al capo. A lanciare l'allarme è stato Fabio Tedde, il marito della maestra che, di rientro a casa da lavoro, attorno alle ore 13.00, aveva rinvenuto il corpo insanguinato della moglie riverso sul pavimento di casa. Inutile l'intervento dei soccorsi, i medici del 118 ne hanno dichiarato immediatamente il decesso.

Le prime ipotesi formulate dagli inquirenti hanno subito escluso l'eventualità di un furto domestico restringendo il campo di ricerca, invece, alle persone vicine alla 40enne. Questa mattina poi, la svolta con alcune tracce - non ancora resi noti - rinvenuti in un appartamento in via Volta che hanno condotto sulle orme di Massimo Venturelli. Saranno ulteriori investigazioni, condotte dal comando provinciale dei carabinieri di Alessandria, guidati da Michele Lorusso, a chiarire la dinamica del femminicidio.

La tragica scomparsa della maestra d'asilo ha suscito grande commozione sui social, soprattutto per i militanti del Movimento 5 Stelle di cui Angela era una fervente attivista. Un messaggio di cordoglio alla famiglia è stato inviato dal vice ministro dell' Economia e delle Finanze, Laura Castelli, che ha commentato con grande amarezza l'accaduto. "Uccisa in casa propria, - scrive - il luogo che forse considerava in assoluto il più sicuro. Una perdita per la famiglia tutta, per la figlia che lascia, ed a cui resteremo vicini, e per tutti i bambini che accudiva nel suo ruolo di insegnante. Mancherà anche a tutti noi del Movimento. A coloro che le hanno voluto bene rivolgo sentimenti di profondo cordoglio e vicinanza".

La vittima lascia il marito e la figlia di 12 anni.

Commenti

Popi46

Dom, 26/01/2020 - 06:47

Della serie “dagli amici mi guardi Dio, che dai nemici mi guardo io”?