Mafia, Giletti tuona sul M5S: "Non ho visto presa di posizione"

Dopo il giudizio espresso dal boss Graviano sull'operato di Bonafede, Massimo Giletti lamenta la mancata presa di distanze da parte dei grillini

Massimo Giletti ha fatto notare che il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede non ha preso le distanze dalle parole del boss Filippo Graviano. Questi, in un'intercettazione che è emersa, ha detto quanto segue sul giornalista televisivo: "Quell'uomo... Di Giletti e quel... di Di Matteo stanno scassando la minchia".

Ci si riferisce con ogni eventualità alla polemica scaturita qualche tempo fa tra il ministro grillino ed il magistrato Nino Di Matteo. Tutto era nato attorno alla mancata nomina di Di Matteo come vertice del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria. Il ministro Bonafede dovette in qualche modo difendersi dall'accusa di essere stato influenzato: "Dottor Di Matteo, La prego di rifletterci perché per quest'altro incarico non ci sono dinieghi o mancati gradimenti che tengano'", avrebbe detto Bonafede e Di Matteo, che dunque non sarebbe diventato il nuovo responsabile del Dap. Questa è la premessa. Giletti, ai tempi, ha dato spazio alla ricostruzione di Di Matteo.

Filippo Graviano ha espresso un giudizio sull'operato del ministro della Giustizia pentastellato. Il boss ha detto in sintesi che Bonafede "fa il suo lavoro". Ma dal MoVimento 5 Stelle - come ha fatto presente Massimo Giletti - non è arrivata una di quelle dichiarazioni tese a marcare nitide distanze. Le dichiarazioni del giornalista televisivo - come ripercorso dall'Adnkronos - sono arrivate nel corso di "In Onda", trasmissione di La7: "Chi fa il mio lavoro mette in conto che ci possano essere delle situazioni pericolose - ha esordito Giletti - , ma in quelle frasi (quelle di Graviano, ndr) c'è un passaggio pesantissimo perchè Graviano dice il ministro fa il suo lavoro e ad oggi non ho visto una presa di distanza netta di Bonafede: se io fossi ministro della Giustizia e un boss mafioso dicesse di me una cosa del genere, dopo due minuti direi prenderei le distanze". Ma l'atteggiamento del MoVimento 5 Stelle, in via generale, sembrerebbe essere stato lo stesso: nessuna reazione.

Il ministro Alfonso Bonafede dovrebbe insomma prendere posizione su quanto espresso dal boss. L'intercettazione di Graviano è tratta da 'U Siccu. Matteo Messina Denaro: l'ultimo capo dei capi', l'ultima fatica di Lirio Abbate. Ma oltre a queste considerazioni, Giletti ha avuto modo anche di registrare di essere stato citato in giudizio dall'ex vertice del Dap, Francesco Basentini: "L'ho saputo oggi: sono stato citato in giudizio da Basentini. Ci vedremo in tribunale. Non è un problema", ha affermato Giletti nel corso della trasmissione.

Nel frattempo, le istituzioni e la politica si sono strette attorno a Massimo Giletti, dopo l'emersione delle frasi di Graviano. Pare inoltre che il giornalista di La7 non abbia saputo subito delle minacce provenienti da Graviano.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

stesicoro

Gio, 16/07/2020 - 10:08

Giletti si sta dimostrando persona di spessore. Ammirevole.

cesare caini

Gio, 16/07/2020 - 10:40

In Italia basta simpatizzare con la Destra e diventi subito vulnerabile ed indifendibile ...!

Giorgio Colomba

Gio, 16/07/2020 - 11:30

L'unica loro "presa di posizione" è quella delle terga sugli scranni parlamentari. Il resto conta zero.

Calmapiatta

Gio, 16/07/2020 - 11:42

Immaginate che al governo ci fosse stato il PD da solo o il cdx. Immaginate che quel governo avesse permesso la liberazione di boss posti al 41 bis. Riuscite a immaginare i vaffaday che avrebbero inondato la TV, i giornali e le piazze d'Italia? Riuscite a figurarvi Grillo, con la sua verve, sul palco, a lanciare invettive? E cosa dire del PD? Cosa avrebbe fatto il PD contro un governo di cdx? Manifestazioni, allusioni, articoli di Repubblica con 10,20 100 domande. Cosa è successo nella realtà? Nulla. Perciò che va cercando Giletti?

Yossi0

Gio, 16/07/2020 - 13:17

Giletti, lei è una person intelligente; meraviglia la sua attesa di commenti da parte dei 5S, sono talmente elevati, come il loro capo, che non si perdono in queste stupidaggini per loro conta la sostanza cioè il NULLA

Raffaello13

Gio, 16/07/2020 - 14:58

C'è stato un equivoco, i ministri di questo governo pensavano che bastasse andare in tele o sui social a fare chiacchiere più o meno sensate su questo o quell' argomento, non Esporsi l a lottare contro la criminalità, o addirittura (Mamma mia) la Mafia! Meglio non esporsi e continuare a produrre inutili ed inconcludenti decreti di cose fumose. Sono liberati un centinaio di Ergastolani? Mica è affare del Ministero... di sicuro di qualche burocrate che ha la colpa! Hanno ALTRO a cui pensare(???)

gedeone@libero.it

Gio, 16/07/2020 - 15:10

Bonafede nella migliore delle ipotesi è un quaquaraquà e Giletti un ingenuo se pensa che coloro che, di fatto, hanno scarcerato decine di boss mafiosi al 41bis possano prendere posizioni favorevoli alle sue tesi.

Ritratto di Lupry

Lupry

Gio, 16/07/2020 - 15:27

Dovrebbe chiedere a bonafede.....LOL

alberto_his

Gio, 16/07/2020 - 15:49

A quanto leggo nell'articolo, Giletti si aspettava una presa di posizione dal ministro, non dal M5S

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Gio, 16/07/2020 - 17:12

Caro Giletti, Bonafede assomiglia sempre più al "convitato di pietra". Non può pretendere che si relazioni con lei sulla nota tematica e dica a qualcosa in merito, naturaalmente accettando il contraddittorio! Come disse Don Abbondio "Il coraggio, uno, se non ce l'ha, mica se lo può dare"! Glielo dico con grande sincerità: si rassegni, non avrà mai questa soddisfazione.

dark_55

Gio, 16/07/2020 - 17:15

STRANO IL SILENZIO DEI GRILLINI..ANCHE DEL PD..

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Ven, 17/07/2020 - 10:38

dark_55 - 17:15 Si meraviglia? Quando haanno torto marcio si rifugiano nel silenzio, non cercano di riconoscere quello che è sbagliato visto che nessuno è infallibile. Sono pavidi, nient'altro.