Cronache

Ridussero Bortuzzo in sedia a rotelle: verso lo sconto di pena

Potrebbero ottenere un altro sconto di pena i ragazzi che hanno sparato nel 2019 al nuotatore Manuel Bortuzzo, riducendolo sulla sedia a rotelle

Ridussero Manuel Bortuzzo in sedia a rotelle: verso il terzo sconto di pena

È molto probabile che fino all'uscita dalla casa del Grande Fratello Vip, dove è attualmente un concorrente, l'ex nuotatore Manuel Bortuzzo non venga a sapere dell'ulteriore sconto di pena che potrebbe essere applicato a chi nel 2019, quando aveva solo 19 anni, gli ha sparato, costringendolo per sempre su una sedia a rotelle. Lorenzo Marinelli e Daniele Balzano questi i nomi dei due ragazzi attualmente in carcere, colpirono Bortuzzo mentre con l'allora fidanzata, Martina Rossi, stava comprando un pacchetto di sigarette in un distributore automatico.

La Cassazione ha però ora disposto un processo d'appello bis, per valutare se sia contestabile o meno l'aggravante della premeditazione a carico di Marinelli e Balzano, 26 e 27 anni, reo confessi e con precedenti penali per rapina e spaccio. Se la cosa venisse accettata, si tratterebbe del terzo sconto di pena in due anni di cui godono i due. Il primo direttamente nel 2019 per aver scelto il rito abbreviato e poi quello deciso dai giudici di appello.

La condanna iniziale di 16 anni, si era quindi ridotta a 14 anni e 8 mesi di reclusione dopo la caduta dell'accusa di tentato omicidio a carico dell'ex fidanzata di Bortuzzo Martina Rossi. La ragazza quella sera aveva accompagnato l'ex nuotatore a comprare un pacchetto di sigarette in un distributore automatico nella periferia sud di Roma a Piazza Eschilo e si trovava accanto a lui nel momento dello sparo. Solo per un caso non venne ferita anche lei. Manuel invece venne colpito per errore, mentre i due ragazzi stavano facendo una spedizione punitiva per una rissa con sparatoria, che c'era appena stata all'interno dell'Irish Pub O'Connel poco distante.

Scambiandolo per uno dei ragazzi con cui avevano avuto un acceso diverbio, Marinelli e Balzano in sella ad un motorino colpirono al petto Bortuzzo. Il proiettile trapassò il polmone danneggiando una vertebra. La lesione procurata al midollo spinale fece finire Bortuzzo a soli 19 anni su una sedia a rotelle, spezzando per sempre il suo sogno di diventare un campione di nuoto. Secondo gli inquirenti quindi si trattò di un atto di vendetta contro la persona sbagliata.

Spiegarono inoltre il gesto come un'azione "ritorsiva e dimostrativa" finalizzata al controllo della piazza di spaccio della zona. I due imputati che in primo momento scapparono, furono poi arrestati il 6 febbraio. Dopo tutto questo si cerca di comprendere ora le motivazioni che hanno portato alla decisione di un altro processo bis che porterebbero ad un ulteriore sconto di pena. Per farlo bisognerà attendere le motivazioni della sentenza disponibili tra un mese.

Commenti