Il bagnino lo salva e il marocchino lo picchia

Il soccorritore aveva salvato l'uomo, un marocchino di 22 anni, dal mare agitato. Il bagnante anzichè mostrare gratitudine ha spintonato il suo salvatore e lo ha preso a pugni, poi ha inziato a correre lungo il bagnasciuga terrorizzando tutti con una bottiglia rotta

Il bagnino lo salva e il marocchino lo picchia

La riconoscenza non è da tutti: deve aver pensato proprio questo un giovanissimo bagnino di 18 anni di Massa Carrara, aggredito da un cittadino marocchino di 22 anni che era appena stato salvato dal giovanissimo guardaspiaggia. L'incredibile vicenda, accaduta pochi giorni fa in Toscana, è stata raccontata dal quotidiano La Nazione. Il bagnante nel primo pomeriggio di giovedì scorso si trovava sulla spiaggia libera dell'Idrovora, nei pressi della scogliera del porto. Il mare particolarmente mosso e la vicinanza alla scogliera avevano fatto sì che il bagnino invitasse lo straniero a uscire dall'acqua con ripetuti fischi e ampi gesti con le mani, ma il marocchino non aveva voluto sentire ragioni e si era tuffato ugualmente.

Come facilmente prevedibile nel giro di pochissimo tempo l'incauto 22enne non era più in grado di uscire dal mare burrascoso ma, per sua fortuna, l'attento guardaspiaggia aveva raggiunto la scogliera e si era già portato in prossimità dell'uomo in difficoltà, al quale aveva lanciato il salvagente. Qui però un'onda particolarmente violenta aveva colpito in pieno il marocchino e lo aveva scaraventato contro uno scoglio e questo è bastato evidentemente per fargli perdere totalmente il lume della ragione. Raggiunta la terraferma infatti il marocchino, anziché ringraziare il suo salvatore, lo ha spintonato violentemente contro una ringhiera, poi lo ha colpito con un violentissimo pugno in pieno volto. Non contento avrebbe spaccato una bottiglia di vetro e con essa avrebbe iniziato a terrorizzare tutti gli altri bagnanti, correndo come una furia lungo il bagnasciuga. Soltanto l'arrivo di polizia e capitaneria di porto ha placato i bollenti spiriti dello straniero, il quale alla vista degli uomini in divisa si è ammansito immediatamente. Agli agenti l'uomo ha raccontato di essere dispiaciuto per quello che aveva fatto. Il giovane bagnino invece è stato portato alla svelta al pronto soccorso dove il personale preposto lo ha immediatamente sottoposto alle cure del caso: la scelta di denunciare o meno il suo aggressore spetterà solamente a lui.

Il gestore della spiaggia libera di Massa Carrara, il signor Alberto Fregoso, ha naturalmente confermato che il bagnino si è spaventato moltissimo: "E’ stato aggredito da questo ragazzo che aveva appena salvato, ma devo dire che è stata molto bella la reazione della spiaggia con tante persone che subite sono corse a difenderlo". Fregoso, esponente della Uisp (un'associazione di promozione sociale riconosciuta dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali) ha aggiunto infine che il 18enne sta bene e che a breve potrà riprendere il suo lavoro.

Commenti