Meningite in crociera: quattro casi accertati

Due casi diagnosticati subito, altri due in fase di accertamento. Quattro membri dell’equipaggio della Msc Orchestra in ospedale

Due casi di meningite subito diagnosticati, altri due sospetti in fase di accertamento. Quattro membri dell’equipaggio della nave da crociera Msc Orchestra sono stati ricoverati oggi pomeriggio all’ospedale di Livorno, nel reparto malattie infettive. La nave, proveniente da Napoli, è attraccata stamane a Livorno dove si concludeva la crociera. Così, la maggior parte dei 2.200 passeggeri ha cominciato a scendere per far ritorno a casa.

Solo intorno a mezzogiorno, secondo la ricostruzione della Capitaneria di Porto, è scattato l’allarme. Tra i 975 membri dell’equipaggio, due stavano male, un indonesiano di 32 anni e un filippino di 30. Sono state avvertite le autorità marittime e sanitarie. A bordo sono saliti subito i medici che hanno in breve diagnosticato ad entrambi una meningite batterica disponendone l’immediato ricovero. Non era finita: nel tardo pomeriggio, un altro membro dell’equipaggio s’è sentito male, sintomi febbre alta, forte mal di testa. E poi, un quarto. Anche per loro corsa all’ospedale e ricovero nel reparto malattie infettive dove si stanno eseguendo le analisi. Intanto, per i passeggeri che non erano sbarcati in mattinata e che si erano attardati, sapendo che solo in serata la Msc Orchestra sarebbe salpata per una nuova crociera, è stata disposta la profilassi, così come per tutto il personale della nave: una pasticca di antibiotico da 500 mg per gli adulti e uno sciroppo per i bambini. Per i passeggeri che erano sbarcati in mattinata, l’autorità sanitaria marittima ha ritenuto non indispensabile la profilassi. I due membri dell’equipaggio che si sono ammalati, infatti, sono addetti della sala macchine e nei giorni scorsi non dovrebbero aver avuto contatti con i passeggeri.

"La situazione è sotto controllo - ha spiega il primario del dipartimento di emergenza e urgenza Francesco Genovesi, che giudica importanti le condizioni dei due ricoverati - sono comunque ancora in corso gli accertamenti per capire con quante persone dei passeggeri i due membri dell’equipaggio sono stati in contatto". La partenza della Msc per la nuova crociera, meta la costa francese, prevista alle 19, è stata fatta slittare di alcune ore per consentire il trasporto dei membri dell’equipaggio in ospedale.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Holmert

Lun, 08/10/2012 - 09:03

LA MENINGITE. Non esiste la meningite,esistono invece le meningiti.C'è la meningite tubercolare,la meningite virale,la meningite meningococcica,la meningite pneumococcica.Tra esse la meno pericolosa è la meningite virale.Quella che non perdona se non viene presa in tempo è quella meningococcica che può dare anche episodi di contagio laddove si sia manifestata per la prima volta. Anche quella pneumococcica è molto seria,ma può essere curata se non è in stadio avanzato. Di solito la diagnosi viene fatta con la puntura lombare ,si raccolgie il liquor ,si centrifuga e si esamina il sedimento,dove è dato vedere la presenza del germe responsabile. Quella virale evidenzia solo la presenza di linfociti etc. Di solito le meningi vengono coinvolte da un processo settico piemico dell'orecchio o dei seni paranasali etc. Siccome sono stati segnalati più di un caso,penso trattasi di forma virale. Comunque è sempre bene fare una profilassi farmacologica anche per il panico che si è creato fra i passeggeri. Il farmaco di elezione per la profilassi è la Rifampicina da prendere per due giorni 600 mg.due volte al giorno per due-tre giorni. dose dimezzata nei bambini.Comunque dopo l'esame del liquido cefalo-rachidiano(liquor) se ne saprà di più. Fateci sapere !

Nadia Vouch

Lun, 08/10/2012 - 14:40

Ripeto quanto già commentato avverso a @Holmert. Non è il caso di seminare così elevato allarme sociale. In Italia abbiamo autorità perfettamente efficienti preposte al controllo di malattie da contagio che si sa essere ogni tanto soggette a manifestarsi. I controlli sono costanti e continui. Quattro casi su 2800 sono qualcosa di controllabilissimo. Inutile stare qui a fare supposizioni su quale sia il ceppo della infezione e sparare stupidaggini su possibili terapie. Per cosa, per spaventare le persone? Per farsi vedere bravi e sapienti? Per favore, ci si limiti a commentare un articolo di giornale e non a fare da scienziati e i medici fuori posto, rendendosi ridicoli per chi sa, ma purtroppo credibili per chi non sa! Grazie.

Raoul Pontalti

Mer, 10/10/2012 - 18:31

Sono d'accordo con Nadia Vouch permettendomi di aggiungere che affermare che le meningiti virali siano le meno pericolose è un'eresia, basti ricordare tutte quelle zoonosiche, che in genere portano il nome di encefaliti ma hanno come sintoma precoce spesso quello della meningite (e sono quindi delle meningoencefaliti)e che talvolta superano il 20% di letalità. Il buon Holmert dimentica poi le meningiti micotiche e protozoarie, restando nell'ambito delle meningiti infettive (da taluni peraltro considerate nell'ambito invece delle malattie parassitarie) ed estendendo ai parassiti l'eziologia delle meningiti vi sono anche quelle elmintiche, in genere in carattere di localizzazione aberrante del parassita. E delle meningiti non dovute a cause viventi cosa mi dice Holmert? Non esistono per lui?

Holmert

Lun, 15/10/2012 - 19:56

Appena apri bocca subito arrivano i censori. Nadia etc,continua a farmi carico di un procurato allarme,solo per avere scritto che non basta dire meningite ma la notizia andrebbe completata con il tipo di meningite.Addirittura Pontalti amplia la gamma ,aggiungendo al mio stringato elenco,limitato alle più diffuse,una serqua di altri agenti aziologici. Poi lei,sig/ra Nadia deve dirmi dove sta il mio allarmismo. Ho solo illustrato i metodi di diagnosi e la possibile terapia e profilassi,che lei ritiene siano delle c@zzate,perchè,me lo dimostri.Non basta dirlo.Inoltre mi sembra che sia più allarmistico il fatto che il cuoco,(mi pare)colpito,stia in un reparto di terapia intensiva e pare in coma profondo.O mi sbaglio? E lei pensa che il mio sia allarmismo,mentre il cuoco colpito e morente sia rassicurante? Ma come la pensa? Bah,qui ti mandano al rogo con un autodafè. E se hai un po' di competenza di accusano di essere un sapientone e ti mettono la mordacchia.

Holmert

Mar, 16/10/2012 - 13:44

Caro moderatore,lei deve darmi la possibilità di difendermi.Ammesso che Nadia e Raul,possano ancora leggere questo argomento, ormai datato.Difendermi da quello che dice con spocchia suprema Nadia:"..ridicoli per chi sa ma purtroppo credibili per chi non sa"..Allora dobbiamo arguire che Nadia fa parte di quella schiera di privilegiati che sanno.."maestra di color che sanno". Pontalti addirittura elenca meningiti che di solito hanno decorso cronico e dimentica che nell'articolo si parla di meningiti batteriche..Difatti dice l'articolo:..i medici che hanno in breve diagnosticato ad entrambi una meningite batterica". .Capito batterica,"buon" Pontalti ,ed io mi chiedevo quale tra le batteriche. Pneumococcica o Mmeningococcica? Ho citao la virale,perchè qualche giornale ha parlato di virale,che ribadisco è di solito benigna e poco aggressiva,a meno che non si complichi con una encefalite.Ed allora più che di meningite su parla di encefalite,perchè la compromissione dell'encefalo prevale su quella delle meningi. E questo deve essere chiaro! Comunque io ho curato meningiti pneumococciche con successo con le cefalosporine di ultima generazione.Quelle meningococciche risultano più diffuse nei bambini ed adolescenti. Le cronache hanno parlato anche di profilassi antibiotica ed io ho precisato che di solito viene fatta con la rifampicina.Ho sbaglaito e sono ridicolo,sapientona di una Nadia? Ho creato allarmismo? Penso che l'allarmismo si crei da solo,al pensiero che possa esseci stata una meningite meningococcica,che spesso genera episodi di endemia,specie nelle comunità.Non le risulta ,ciò? E' ridicolo affermare una cosa del genere ed è da sapientoni? Penso sia solo da persone che conoscono l'argomento.Dirmi che sparo stupidaggini,la ritengo una grave offesa,in quanto di stupidaggini a spararle e piramidali, è solo lei. Che ne sa lei chi sono io e dei miei trascorsi o esperienze? Se vuole scrivere in questo forum cerchi di essere educata.Io lo sono e non le ho risposto dandole dell'imbecille,come velatamente ha fatto lei nei miei confronti.E poi lei non mi ha risposto: che tipo di meningite è stata? Meningococcica? Pneumococcica? Da H.Influenzae....? O che cosa?