Messo al tappeto con un pugno. I presenti riprendono, nessuno interviene

Il ragazzo è stramazzato al suolo e nessuno è intervenuto per aiutarlo. Un video è finito sui social

Messo al tappeto con un pugno. I presenti riprendono, nessuno interviene

Un ragazzo è stramazzato al suolo dopo aver preso in pieno volto un pugno. Il giovane, che si trovava all’esterno di una discoteca, è finito al tappeto, senza che nessuno dei presenti lo aiutasse. Il fatto è avvenuto nel parcheggio del locale Magika Disco Club di Bagnolo Cremasco, comune in provincia di Cremona, nella notte tra sabato 23 e domenica 24 aprile, in un luogo preso d’assalto da molti giovani durante i fine settimana.

Il pugno in faccia

Come riportato da Il Giorno, qualche ragazzo si era probabilmente fermato davanti alla discoteca prima di salire in macchina e fare ritorno a casa, come spesso accade qualcuno può aver esagerato con le bevande alcoliche ed essere magari particolarmente fastidioso o anche suscettibile. Tra coloro che si erano soffermati a chiacchierare fuori dal locale c'era anche il ragazzo colpito dal pugno, che probabilmente aveva bevuto qualche bicchiere di troppo, e il suo aggressore. Come si vede nel filmato finito su Facebook, che ha raccolto commenti e like da parte di alcuni utenti, il giovane in questione, un ragazzo di circa 20 anni, si toglie la maglietta che aveva indosso e resta a petto nudo. Lo si vede camminare alticcio con un po’ di difficoltà, fino al momento in cui si para davanti a un altro ragazzo che a un certo punto gli sgancia un pugno in pieno volto mandandolo al tappeto.

Nessun soccorso

Nel filmato si vede la vittima stesa per terra, inanimata, e nessuna delle persone presenti che cercano di soccorrerlo. Tutti quelli intorno a lui continuano a parlare e fare foto, tranne un giovanotto con il giubbotto nero che gli si avvicina e prova a toccarlo sulla guancia, senza riuscire però ad avere risposta. Il video viene poi interrotto e finalmente c’è chi chiama i soccorsi che arrivano a bordo di una ambulanza e portano in ospedale il giovane finito ko per medicarlo e prestargli le cure necessarie. Dopo alcuni accertamenti la vittima dell’aggressione è stata dimessa con una prognosi di qualche giorno per le lesioni riportate. Gli investigatori potranno adesso prendere in visione il video che gira sui social per cercare di rintracciare il picchiatore notturno.

Solo tre giorni fa, sempre di notte e fuori da una discoteca, questa volta a Legnano, nel Milanese, una rissa è finita a bottigliate in testa. La lite era cominciata nel locale ed era poi continuata in strada, fino ad arrivare al ferimento di un 19enne italiano. Il suo aggressore, un 20enne anche lui italiano, è stato indagato per lesioni aggravate con tanto di procedimento amministrativo e foglio di via obbligatorio da Legnano. La vittima si è presa 10 giorni di prognosi.

Commenti