Metaponto, trovato senza vita il corpo di Diego

Il bambino di tre anni era scomparso da due giorni ed è stato ritrovato lungo l'argine del fiume Bradano

Metaponto, trovato senza vita il corpo di Diego

La Basilicata si stringe intorno al dolore di una famiglia di Metaponto, una frazione di Bernalda, in provincia di Matera. Alle 8 di questa mattina è stato ritrovato il corpicino di Diego, un bambino di tre anni che era scomparso da due giorni. Riccioli biondi e un dito in bocca, l'immagine condivisa sui social dalla trasmissione "Chi l'ha visto?" ha fatto il giro del web nella speranza di trovarlo.

Le ricerche sono andate avanti senza sosta nonostante il maltempo che ha investito il Sud Italia. Notte e giorno, incessantemente i genitori e le forze dell'ordine hanno cercato il piccolo che si era allontanato di casa senza lasciare traccia.

O meglio, secondo gli investigatori, alcuni indizi portavano al fiume Bradano (uno dei principali fiumi della regione lucana). A portarli lì il cagnolino della famiglia di Diego. Ed è proprio sull'argine del corso d'acqua che c'è stato, questa mattina, il tragico ritrovamento. Ad aiutare le ricerche l'abbassamento del livello dell'acqua, nonostante la pioggia, come se la natura volesse far ritrovare il piccolo corpo ormai senza vita.

Il fiume dista meno di mezzo chilometro dall'abitazione rurale dove il piccolo viveva con la mamma e il papà, quindi non si era allontanato di molto. A trovarlo l'unità cinofili dei carabinieri di Firenze. Ricostruendo l'accaduto, Diego sarebbe uscito di casa verso le 11 di due giorni fa mentre, probabilmente, giocava con i cani. Quando i genitori si sono accorti dell'assenza, non trovandolo nei dintorni, hanno avvisato le forze dell'ordine ma, forse, era già tardi. Il corpo è stato ritrovato in una pozza fangosa, sull'argine del fiume. Nella ricerca sono state impegnate una decine di persone tra i sommozzatori dei vigili del fuoco, i carabinieri, gli agenti di polizia, i tecnici del soccorso alpino e alcuni volontari, con l'impiego, inoltre, dei cani molecolari, droni con termocamere e il sorvolo dell'area con un elicottero. Le battute a piedi e in auto si sono svolte, come detto, anche durante la notte, nella speranza che il bambino non si fosse diretto verso il fiume bensì nei campi agricoli, smarrendosi.

"Diego, amore, dove sei? torni a casa?", era il messaggio diffuso con gli altoparlanti tra i vicoli stretti del paese, nel silenzio assordante della pandemia. Tutti in casa, nessuno per strada, neanche Diego. Invece è stato trovato a un tiro di schioppo da casa, nella contrada Marinella, tra la Basilicata e la provincia di Taranto, in Puglia. A dividere le due regioni il fiume Bradano che poi sfocia nel Mar Jonio. Ed è lì che Diego era andato a giocare, proprio quando il livello dell'acqua si era innalzato e ha giocato con il suo destino.

Commenti