Meteo, freddo polare in arrivo sull'Italia

L'inverno farà definitivamente il suo ingresso nel nostro Paese: torneranno le piogge e si vedranno le prime nevicate

Le buone condizioni meteo e le temperature miti che stanno caratterizzando gran parte dell'Italia - nello specifico il Centro - non devono assolutamente trarre in inganno: il bel tempo presto lascerà spazio a un'ondata fredda di origine polare, che da poche ore si sta verificando sull'Europa a causa degli scambi meridiani (da Nord verso Sud), diretta dal Circolo Polare Artico alla Spagna. Stando a quanto riportato dal Meteo.it, la prossima settimana non ci farà certamente annoiare: dovremo fare i conti con una fase piuttosto dinamica sul fronte meteo-climatico, che porterà piogge e anche qualche temporale. In seguito sono previste una parentesi di gelo e un vortice di bassa pressione sull'area mediterranea. Gli esperti hanno fatto sapere che la massa d'aria fredda e instabile potrebbe favorire la formazione di un vortice depressionario sui nostri mari: "Potrebbe dunque concretizzarsi la prima vera possibilità di nevicate fin sulle pianure del Nord a causa dei valori termici particolarmente bassi". In tal caso potrebbero verificarsi le prime nevicate fino a quote molto basse, anche su parte del Centro.

A partire da domani, lunedì 2 dicembre, su alcune regioni si abbatterà la perturbazione sopraggiunta oggi: residue piogge bagneranno l'estremo Nordest; sole sul resto del Nord. Su gran parte del Centro - in particolare su Toscana, Umbria, Marche fino all'Abruzzo e al Lazio - vi saranno cieli grigi con rovesci e alcuni temporali. Al Sud spiccata variabilità; da non escludere piovaschi sui rilievi calabresi.

Le previsioni

Nella giornata di mertedì 3 dicembre una spinta dell'alta pressione verso il nord Europa favorirà la discesa di venti freddi diretti sul nostro Paese: eccezion fatta per qualche incertezza sul basso Adriatico e le aree interne del Centro, il meteo dovrebbe mantenersi abbastanza tranquillo. Una graduale ma netta diminuzione delle temperature si verificherà nella notte tra martedì e mercoledì 4, con le prime gelate anche in pianura al Nord.

Come riferito dagli esperti, successivamente "un pericoloso vortice di bassa pressione abbraccerà un'ampia area compresa tra il nord Africa, la Spagna orientale fino al sud della Sardegna". Nella giornata di giovedì 5 infatti il quadro meteorologico prevede piogge e forti temporali all'estremo Sud, sulle arre meridionali della Puglia, della Basilicata e della Calabria. Altrove il clima sarà piuttosto rigido e ventilato, ma la situazione sarà più tranquilla. Venerdì 6 dicembre il vortice salirà leggermente verso nord: ciò porterà piogge sul Nordest e piogge su gran parte del Centro, specie sull'area tirrenica. Se tutto dovesse essere confermato, la domenica dell'Immacolata dovrebbe essere più tranquilla.