Migranti gettano cibo in strada: "Il riso non è della marca che vogliamo noi"

Una coppia di migranti e una donna incinta gettano la busta della spesa portata loro dagli operatori dell'assistenza perché dentro non ci sono le bevande che vogliono loro e il riso non è quello desiderato

Spesa in strada perché vogliono altre bevande e quel riso non è nella confezione che desideravano. Una coppia di nigeriani e una donna incinta, tutti migranti richiedenti asilo, hanno inscenato una protesta che ha indignato i vicini di casa, pensionati che spesso devono tirare a campare con poche lire in tasca versate da una pensione da fame.

Lo sfregio dei migranti

Tre migranti ospitati a Feltre hanno gettato la spesa in strada perché nelle buste della spesa portate loro dalla cooperativa che ne gestisce l'accoglienza "non ci sono le bevande che vogliono loro o se il riso non è nella confezione che si aspettavano".

Come scrive il Corriere delle Alpi, i vicini di casa dei richiedenti asilo si sono trovati di fronte ad una scena assurda. E si sono indignati. Non ce l'hanno fatta a vedere buttato così il cibo che gli operatori avevano portato ai migranti secondo le indicazioni della dietista. Quando gli abitanti del quartiere hanno chiamato i responsabili dell'accoglienza, questi hanno spiegato che non è la prima volta che i migranti si comportano in questo modo. Anzi. Hanno aggiunto che gli immigrati non sono soliti nemmeno dedicarsi ai lavori più semplici, come tagliare l'erba, e sono refrattari pure a stendere i panni sullo stendino invece che sulla ringhiera dell'appartamento. Con il cibo fanno lo stesso. Come scrive il Corriere delle Alpi "se si intestardiscono di volere l'aranciata o la coca cola al posto dell'acqua minerale o se non vogliono il riso normale perché si impuntano su un'altra qualità, inscenano delle eclatanti azioni di protesta, come quella di gettare gli alimenti sulla strada".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 02/11/2016 - 12:43

Come Obama vorrebbero fare il presidente degli Stati degli uomini bianchi.

gattogrigio

Mer, 02/11/2016 - 12:49

Che a pari costo si possa anche scegliere va bene altrimenti basta non dargliene altro. Prima o poi cambiano idea.

il corsaro nero

Mer, 02/11/2016 - 12:50

Provate a lasciarli per una settimana senza mangiare nè bere, vedrete che alla fine si mangeranno anche i sassi!

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 02/11/2016 - 13:02

Sospendete ogni tipo di aiuto, per dissetarsi basta l'acqua e quando avranno fame si adatteranno alla nostra coltura. L'alternativa è andarsene.

contractor

Mer, 02/11/2016 - 13:04

la prima cosa che si abbandona quando si fugge da BOKO HARAM (organizzazione jihadista che si trova solo in una piccola parte a nord est della nigeria che quota un milione di km2)è la COCA COLA assieme al passaporto !

Blueray

Mer, 02/11/2016 - 13:30

Ottimo esempio di integrazione, tolleranza e riconoscenza. Quindi NO all'asilo e rispedirli dritti al Paese di provenienza per insussistenza dei presupposti alla richiesta e dello stato di necessità.

retnimare

Mer, 02/11/2016 - 13:48

A CASA: li trovate il riso e le bevande che volete. FUORI DALLE PALLE

Ritratto di AdrianoAG

AdrianoAG

Mer, 02/11/2016 - 13:56

Vorrei sapere se questi nigeriani, finti profughi, cosa mangiavano e bevevono nelle loro capanne ai margini della jungla.

Marzio00

Mer, 02/11/2016 - 14:01

Bisogna capirli è povera gente che scappa dalle guerre, dalla fame!

lilli58

Mer, 02/11/2016 - 14:13

se non piace se ne tornino a casa loro ... subito!

roniks69

Mer, 02/11/2016 - 14:18

с-è la guerra in Nigeria?con quale criterio e raggione hanno chiesto l'asilo?sonoperseguitati politici?sono solo le bestie incivili e ineducati.subito a casa...

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 02/11/2016 - 14:32

Ulteriore prova che questi non scappano dalla guerra né dalla fame: scappano dalla fatica di guadagnarsi da vivere. TUTTI a casa loro.

agosvac

Mer, 02/11/2016 - 14:41

Gettano gli alimenti sulla strada??? Immediatamente espulsi!!! Queste persone sono troppo deficienti per integrarsi con gli italiani. Se poi si pensa che gettano alimenti che sarebbero necessari per i milioni di italiani che sono in difficoltà economica, allora ci vorrebbe la galera.

Scirocco

Mer, 02/11/2016 - 14:45

Se la notizia è fondata c'è un solo modo per educare questa gente ossia sospendere la distribuzione di cibo per cinque giorni a tutti gli ospiti della struttura così, punendo tutta la compagine, la prossima volta prima di buttare via il cibo ci pensano su. Questa gente non sa cosa sia vivere in modo civile perchè arriva da paesi dove le popolazioni vengono comandate a bacchetta proprio perchè non c'è altro modo di tenerle a bada. Sono tanti, anzi troppi e violenti quindi o li punisci o ti sovrastano.Chiaramente arrivando in Italia in un Paese di buonisti perdibraghe dove sono accolti anche senza documenti e dove per loro non esiste alcun tipo di pena alzano subito la cresta.

Tarantasio

Mer, 02/11/2016 - 14:55

come predica la Caritas vaticana: "pollo a mezzogiorno e sera in salsa islamica", naturalmente servito dai fratelli volontari

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mer, 02/11/2016 - 15:20

metterli su una barca e lasciarli a qualche miglio dalla Libia

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 02/11/2016 - 15:24

Postati dei BUONISTI??? NON PERVENUTI!!!!AMEN. #TRAGHETTATORIACASACOLNO.

OttavioM.

Mer, 02/11/2016 - 15:39

Richiedenti asilo della Nigeria?Perchè in Nigeria c'è una guerra?Donna incinta?Ah come quelle di Goro?Ah vabbé poi i poveri cittadini di Goro e Gorino sono stati crocifissi perchè non hanno voluto ospitare i presunti profughi della Nigeria che è seconda economia d'Africa e la solita donna incinta.Beh a vedere come si comporta certa gente forse sono stati solo più lungimiranti.Chissà se adesso nei "talk sciò" che fanno meno ascolti dell'ennesima replica di Rambo troveranno spazio anche per parlare dei profughi delle guerre immaginarie che fuggono dalla fame e gettano la spesa nella spazzatura perchè non c'è la coca-cola e il riso non è di loro gradimento.Cmq questa gente va rispedita al paesello suo e non dico come,a campare lavorando,non a carico nostro.

Fjr

Mer, 02/11/2016 - 15:59

Tarantasio,per gli italiani invece Renzi a mezzogiorno e sera in salsa ......il condimento mettetecelo voi

sesterzio

Mer, 02/11/2016 - 16:07

Finti profughi ma veri incivili.E non si integreranno mai.

wintek3

Mer, 02/11/2016 - 16:26

Queste persone a casa loro, mangiano anche i sassi e brucano l'erba, quindi nessuna remissione " o mangi sta minestra o salti dalla finestra " come mi diceva mia madre. Ve lo dice uno che in Africa ci vive da 15 anni.

venco

Mer, 02/11/2016 - 16:26

Vanno tenuti chiusi, e se buttano via il cibo che restino senza.

Ritratto di theBLACKHAWK

theBLACKHAWK

Mer, 02/11/2016 - 16:32

sostituiamo questi volontari perditempo con dei buttafuori stile guardia da lager nazista e vediamo se hanno il coraggio di fare gli schizzinosi

Ritratto di Trasibulo

Trasibulo

Mer, 02/11/2016 - 16:35

Il problema non è la cocacola, il problema è capire a che titolo decine, anzi centinaia di migliaia di fancazzisti stazionano nelle nostre città, a Roma, come ormai in ogni sperduto borgo di questo disgraziato Paese. Proprio stamattina mi sono trovato a passare davanti ad una sede della Carità e nei giardinetti antistanti ho notato una ventina di giovanottoni neri grandi e grossi, ben pasciuti, in splendida forma fisica, persino ben vestiti, bighellonare tra una panchina e l'altra in grande allegria, armeggiando coi cellulari e ascoltando musica con gli auricolari. Non ho potuto fare a meno di pensare che questi "profughi" hanno trovato l'America in questo Paese di Pulcinella, alla faccia e sulle spalle di chi come me si fa un mazzo così da oltre 30 anni, ogni santo giorno dell'anno.

mariod6

Mer, 02/11/2016 - 16:38

Basta portare cibo e bevande. Stiano chiusi a chiave nel posto dove li hanno messi (probabilmente abusivamente e a tradimento). Quando avranno veramente fame e sete, gli andrà bene anche il riso di un'altra marca. E comunque fuori dai piedi. In Nigeria non c'è guerra e fame, solo parassiti, violenti e arroganti.

Finalmente

Mer, 02/11/2016 - 16:49

io non li rimanderei al loro paese, attenzione, li metterei si sulla barca, ma poi li lascerei a metà strada...

perseveranza

Mer, 02/11/2016 - 17:00

Qualcuno avvisi Francesco su come stanno le cose nella realtà quotidiana.

VittorioMar

Mer, 02/11/2016 - 17:10

.....ma non era stata approvata una legge sullo SPRECO ALIMENTARE???...cosa prevede in questi casi??...se non prevede nulla,perché è stata approvata??...perché si è sprecato tempo in parlamento??..a che serve??...BOH!!

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Mer, 02/11/2016 - 17:15

Anche gl’italiani pongono un limite alla loro pazienza. Per ‘italiani’ intendo quelli veri, non certo gli smidollati di sinistra che stanno favorendo l’invasione.

maurizio50

Mer, 02/11/2016 - 17:27

Quando Darwin elaborò la sua teoria circa l'evoluzione dell'uomo, doveva aver tratto ispirazione da gente del genere!!!!!

Ritratto di nowhere71

nowhere71

Mer, 02/11/2016 - 17:32

se non vogliono il pane che mangino le brioches!

Ritratto di il navigante

il navigante

Mer, 02/11/2016 - 17:39

I clandestini gettano il cibo a loro offerto gratuitamente? Si gettino subito i clandestini.

Ritratto di nando49

nando49

Mer, 02/11/2016 - 17:42

Vorrei commentare, ma mi blocca la rabbia verso quei politici che hanno permesso questa situazione. E non c'è neanche la speranza che siano rimandati al loro paese.

DAZG

Mer, 02/11/2016 - 17:44

Incredibile, non solo ignavi, gli italiani sono diventati dei Zoombi innocui

Ritratto di Lissa

Lissa

Mer, 02/11/2016 - 18:06

Metterli su un barcone, destinazione Paesi Arabi.

Ritratto di gianky53

gianky53

Mer, 02/11/2016 - 18:11

Questi andrebbero rieducati nei campi di cotone, a casa loro. Vogliono una marca di riso ma il riso non lo sanno nemmeno coltivare e se gli dai le sementi le cucinano per mangiarle subito, della serie meglio un uovo oggi che una gallina domani.

Tarantasio

Mer, 02/11/2016 - 18:17

C'è una logica, anche se contorta: per i "sinistri" vale sempre lo slogan "proletari di tutti i paesi ecc". Questi sono i più proletari di tutti (in quanto a prole numerosa,,, non in quanto classe operaia) e quindi, dicono loro, se mettiamo insieme i proletari locali con gli africani il numero complessivo dei nostri clienti crescerà a dismisura e noi, paladini storici dei proletari, ci camperemo alla grande in quanto loro legittimi rappresentanti politici e sindacali... naturalmente, alla lunga, sbagliano i conti perché gli islamici fanno figli non in quanto proletari ma per dovere religioso e il loro obolo lo danno al muezzin e non certo al piddi... semplice no?

LaGaviota

Mer, 02/11/2016 - 18:19

I poveri extracomunitari sanno bene che le strutture, cooperative etc. Che li gestiscono lucrano sulla loro pagheta giornaliera, e sembra guadagnino sui poveri extracomunitar fino a 240 euro al mese. Soldini che i poveretti vorrebbero ricevere nelle loro tascucche ..... e invece no! Che siamo tutti Giocondi? Alcuni sono anche avvoltoi! Non e' che per caso sono gli avvoltoi i nostri principali nemici? Gli extc non sono tutti delinquenti ma questo agli avvoltoi non interessa

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Mer, 02/11/2016 - 23:16

Ma tutti i buonisti e di sinistroidi che continuano imperterriti a manifestare la propria deficienza (deficere = mancare) come potranno giustificarsi contro l'ennesima prova che questi personaggi vanno rispediti immediatamente e senza alcun rimorso al loro paese? Se uno scappa dalla guerra non sta certo a guardare cosa gli viene REGALATO per sfamarlo!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 03/11/2016 - 00:53

Non dategli più niente e rispediteli immediatamente al loro paese. Perchè hanno queste pretese? Qualcuno suggerisce loro di farle?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 03/11/2016 - 00:55

Pensano che in italia siamo tutti stupidi. Diteglielo che non siamo comunisti. E poi, dopo queste pretese cacciateli immediatamente al loro paese.

timoty martin

Gio, 03/11/2016 - 01:17

Ormai non c'è più limite all'indecenza. Perchè dobbiamo sopportare e spesare questi vigliacchi arroganti Perchè il governo pensa solo ad accontentarli e non a ributtarli tutti in mare. Se hanno voluto andare in mare, sappiano nuotare altrimenti rimangano in Africa a mangiare quanto trovano là. Fuori dalle scatole tutti e subito, altro che alberghi 4 stelli e menu a scelta. Via, via.

timoty martin

Gio, 03/11/2016 - 01:17

Ormai non c'è più limite all'indecenza. Perchè dobbiamo sopportare e spesare questi vigliacchi arroganti Perchè il governo pensa solo ad accontentarli e non a ributtarli tutti in mare. Se hanno voluto andare in mare, sappiano nuotare altrimenti rimangano in Africa a mangiare quanto trovano là. Fuori dalle scatole tutti e subito, altro che alberghi 4 stelli e menu a scelta. Via, via.

lakos29

Gio, 03/11/2016 - 05:30

Si vede che scappano dalla fame vero sinistri? Questi vogliono essere mantenuti. Se io scappassi dalla fame mangerei pure il cartone del riso altro che impuntarmi di volere una qualità precisa. Ma se al loro paese erano abituati a mangiare bene, dato le richieste che fanno,ed il cibo che buttano, cosa sono scappati a fare?

Ritratto di Gelsyred

Gelsyred

Gio, 03/11/2016 - 08:44

E questi scappano dalla guerra? Clandestini che hanno visto la guerra solo in DVD il sabato sera.

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 03/11/2016 - 09:58

@Gelsyred...bella battuta!!!! Oppure giocando a Call of Duty.

ccappai

Gio, 03/11/2016 - 10:14

Come responsabili di questa assurda propaganda che state portando avanti da mesi, vi chiedo: Cosa ci guadagnate a spargere odio, dissenso nei confronti di questa gente? Cosa vorreste insegnare e indicare? Dovremmo0 trattarli peggio di così? Dovremmo rinchiuderli e ingabbiarli? Avete avuto la briga di accertare come sono andate davvero le cose? Avete sentito l'opinione della coppia? Ebbene.. senza risposte a queste domande dimostrate solo di essere degli xenofobi. Senza risposta a queste domande contribuite a fomentare odio. Purtroppo non ci sono le condizioni tecniche per denunciarvi di istigazione all'odio razziale... Purtroppo!!

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Gio, 03/11/2016 - 10:19

Se tutto cio fosse vero, sarebbe veramente una tristezza. Se volevano la Coca-Cola (che è un veleno, piena di Aspartame e fa veramente malissimo) perché non sono rimasti nel loro paese invece di invaderci? O perché non sono andati direttamente negli USA?

Keplero17

Gio, 03/11/2016 - 10:51

Bongo bongo bongo, stare bene solo al Congo, io non vengo non no.

Holmert

Gio, 03/11/2016 - 10:55

Questi pensano di essere venuti nell'eldorado del mondo.Del resto hanno chi li difende:il papa, il PD, i centri sociali ,gran parte della stampa etc. Non sanno una cosa fondamentale però, che sfugge anche ai difensori ed è che noi siamo più in bolletta di loro. Loro buttanno per terra il cibo, molti italiani per mangiare rovistano nei cassonetti dell'immondizia. Accogliete gente ,accogliete.

routier

Gio, 03/11/2016 - 11:09

E se fossero il famigerato "anello mancante"?

Ritratto di abj14

abj14

Gio, 03/11/2016 - 12:24

Sul Corriere delle Alpi si legge : "Il processo di integrazione non è né breve né semplice, hanno spiegato gli operatori ai vicini di casa, nemmeno quando i migranti vengono rimproverati e anche minacciati di perdere il permesso di accoglienza" - - - Invece di "minacciarli" li si imbarca sul primo aereo destinazione Lagos. Ciò dovrebbe essere fattibile visto che il ns Fonzie è stato in Nigeria e avrà senz'altro (?) stretto accordi per i rimpatri. – (3° invio)---