La miss musulmana difende l'islam: ​"Non tutti sono terroristi"

Alham El Brinis, aspirante Miss Italia di fede islamica, difende la propria fede: "Gli attentati non c'entrano nulla con la religione"

La miss musulmana difende l'islam: ​"Non tutti sono terroristi"

Ricordate Alham El Brinis? La miss di origini marocchine residente a Treviso che a settembre aveva tentato di conquistare il titolo di Miss Italia: ebbene oggi Alham, in una lunga intervista al Gazzettino, dice la sua sugli attentati di Parigi e sulle accuse che vengono rivolte alla sua religione, l'islam.

"Sono rimasta scioccata da quanto è successo - dichiara al quotidiano veneto - Non capisco come si possa fare tutto questo dicendo di agire in nome della religione": la miss tiene molto a distinguere tra islam e terrorismo e ribadisce più volte che "la religione non c'entra" con gli attentati."

El Brinis si spende poi per fare un appello alle comunità dei propri correligionari: "Per questo le comunità islamiche, tutte le comunità, dovrebbero reagire in modo forte condannando pubblicamente gli attentati. In questo modo farebbero capire chiaramente che i musulmani non sono terroristi, un’opinione che, soprattutto dopo gli attentati, hanno sempre più persone".

In agosto la miss era stata oggetto di insulti e minacce da parte di anonimi che le rimproveravano le sfilate senza veli: un atteggiamento, si disse, incompatibile con la sua fede religiosa.

Commenti