Modena, uomo in coma dopo lo stupro, arrestato il suo aggressore

La violenza sessuale è accaduta a Mirandola e la vittima ha indicato in un imbianchino di 39 anni l'autore delle sevizie subite a lungo. L'uomo violentato è stato sottoposto a tre interventi salva vita

In ospedale ci è finito con lesioni gravissime, dopo aver subito una brutta violenza sessuale. Un uomo di 38 anni di Mirandola, in provincia di Modena, è stato aggredito nei giorni scorsi ed è stato sottoposto a diverse operazioni chirurgiche, necessarie per salvargli la vita. Secondo quanto riportato da Il Resto del Carlino, la squadra mobile, insieme agli agenti del commissariato del comune emiliano, avrebbero chiuso il cerchio riguardo al caso.

È stato arrestato un imbianchino di 39 anni che, secondo le indagini coordinate da polizia e procura, è ritenuto responsabile delle vessazioni tra le mura domestiche nei confronti dell'uomo finito in ospedale. Una situazione quasi di asservimento totale, che aveva spinto la vittima a non sporgere denuncia probabilmente per paura di subire ulteriori violenze e ripercussioni. Appena arrivato in ospedale, prima di essere sottoposto a coma farmacologico viste le lesioni gravissime riportate durante lo stupro, il 38enne ai medici aveva detto di essere stato aggredito da sconosciuti a Ferrara. Al risveglio, questa mattina, però, agli agenti ha detto la verità e il responsabile è stato fermato con l'accusa di lesioni gravi e violenza sessuale.