Grave lutto per Alessandro Preziosi: morto il padre avvocato

A stroncarlo, a 77 anni, una lunga malattia. Massimo Preziosi è stato anche sindaco della città irpina

L'attore Alessandro Preziosi
L'attore Alessandro Preziosi

Un grave lutto ha colpito il noto attore campano Alessandro Preziosi. La notte scorsa è morto ad Avellino il padre 77enne Massimo, avvocato penalista storico, che nel corso degli anni si è occupato anche della tangentopoli napoletana. A stroncarlo una lunga malattia. Massimo Preziosi è stato sindaco della città irpina nel 1975, a soli 33 anni, e ha avuto una discreta carriera politica. Il figlio Alessandro, dopo essersi laureato in Giurisprudenza, non ha voluto seguire le orme del padre e degli altri due fratelli, scegliendo la carriera di attore, che ha portato avanti con grande successo.

Recentemente l’avvocato aveva festeggiato in famiglia i suoi 50 anni di attività forense, ancora fulgida. Negli ultimi tempi Massimo Preziosi si era occupato del processo per la strage del bus caduto dal viadotto Acqualonga sull’autostrada A16 la sera del 28 luglio 2013. Per il momento, il figlio Alessandro non ha voluto rilasciare dichiarazioni, preferendo chiudersi nel suo dolore. Lunga e ricca di soddisfazioni la sua carriera, cominciata a 23 anni, quando ha preso parte al programma “Beato tra le donne”, condotto da Paolo Bonolis. Si presentò con il nome di Axel Preziosi e non solo vinse la puntata a cui partecipò, ma arrivò anche a un passo dalla vittoria del titolo di "Beatissimo" nella puntata finale, perdendo però all'ultima votazione contro Raffaello Zanieri.

Dopo aver frequentato l'Accademia dei Filodrammatici di Milano, segnalandosi all'attenzione del regista Antonio Calenda che gli affida il ruolo di Laerte nell'Amleto, ha lavorato in televisione: prima nella soap opera di Canale 5, “Vivere”, poi nella miniserie tv “Una donna per amico 2” di Rossella Izzo. L'apice del successo è arrivato con “Elisa di Rivombrosa”, serie televisiva di Cinzia TH Torrini, trasmessa tra dicembre 2003 e febbraio 2004 da Canale 5, grazie al cui successo vince il Telegatto come personaggio maschile dell'anno nel ruolo del conte Fabrizio Ristori.

Nella seconda stagione è presente solo nelle prime due puntate, avendo scelto di dedicarsi al teatro con il “Re Lear”, per la regia di Calenda, nel ruolo di Edmund, seguito dalla commedia musicale Datemi tre caravelle, produzione originale di Khora Teatro, in cui interpreta Cristoforo Colombo, ruolo che tornerà a ricoprire nelle successive repliche del 2005 e 2006. Da lì, una carriera in crescendo nel mondo del cinema e del teatro. A settembre 2009 Preziosi ha girato "Mine vaganti", pluripremiata commedia ambientata nel Salento, con Riccardo Scamarcio ed Ennio Fantastichini, diretta da Ferzan Özpetek, e arrivata nelle sale nel marzo 2010. Per presentare il film l'attore si è prestato per un'intervista con Victoria Cabello completamente nudo.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

Commenti

Grazie per il tuo commento