La mucca in fuga dentro di noi

Il Talmud dice: «Se qualcuno viene per ucciderti, alzati e uccidilo per primo». Le mucche non sanno niente del Talmud e quanto ad uccidere non sono, con evidenza, abili quanto gli umani che le macellano da secoli. Però ieri una Mucca (la «m» maiuscola gliela regaliamo per l'intraprendenza), in quel di Abbiategrasso, a quanto pare prima di andare al macello, ha pensato bene di darsi alla fuga: «Se qualcuno viene per ucciderti quanto meno alzati e se puoi dattela a gambe».

Nella fuga ci è andata di mezzo anche una ragazzina, innocente a prescindere (anche se forse come tutti qualche bistecca la mangia). Travolta, è finita in ospedale, con contusioni gravi, per fortuna non in pericolo di vita. Ma probabilmente la Mucca (che non ha diritto ad un avvocato, nemmeno d'ufficio) l'ha travolta senza vera intenzione, solo perché stava sul percorso della fuga...

Fuga che è finita come finiscono le fughe se si pesa qualche centinaio di chili e non è facile nascondersi tra i passanti. La mucca è morta, catturata e poi abbattuta dai veterinari preposti. E forse questa notizia non meriterebbe una prima pagina, se non fosse che noi umani nella fuga ci vediamo un anelito di libertà, un soprassalto di rivolta verso il destino. Quell'«adesso basta» che nella nostra specie ci porta ad impugnare il sasso come Balilla, la fionda come Davide, il falcetto come i ribelli hussiti contro la cavalleria pesante del re di Boemia...

La scienza ci direbbe che è una proiezione. Molti etologi esperti di comportamento animale, come Frans de Waal, spiegano che noi proiettiamo su altre creature il nostro sistema di moventi e azioni come se là fuori fosse davvero tutto come nel film Galline in fuga. Magari la Mucca di Abbiategrasso, inconscia di tutto, ha solo seguito un istinto, ha preso il largo così, senza sapere, e poi ha incocciato nella povera ragazza (che speriamo guarisca prestissimo) e, come previsto, nella morte da cui, ci diceva il Santo amante degli animali, nessuno può scappare.

Però l'idea che ogni tanto sia necessario piegare le corna verso la libertà, costi quel che costi, è troppo affascinante per liberarcene... Vacca (stufa del) boia!

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Gio, 20/02/2020 - 10:18

Ecco la precisa e VITALE ragione della lotta "di pancia" contro chi, approfittando di azzeccacarbugli con argomenti capziosi, CI INVADE. Lotta che, essendo per la sopravvivenza, FINIRA' PER FORZA DI COSE NEL SANGUE.