Napoli, esplode un petardo, 11enne perde le dita della mano

Alcuni giorni fa nella vicina Marano un altro bambino ha perso tre dita della mano sinistra e ha riportato una ferita lacero contusa alla gamba per un petardo esploso inavvertitamente tra le mani

Ancora danni provocati dallo sparo dei tradizionali botti di Capodanno. Il 2019 non poteva iniziare in modo peggiore per una famiglia di Villaricca, nel Napoletano. Un bambino di appena 11 anni, mentre giocava per strada, ha raccolto un petardo inesploso, di quelli illegali e molto potenti. Per il piccolo doveva trattarsi di un gioco, ma quel botto è esploso proprio quando lo ha stretto in mano. La deflagrazione è stata forte e il bambino ha perso tutte e cinque le dita.

Sul posto, in via Marconi, allertati da alcuni passanti, sono giunti i carabinieri della stazione locale e un’ambulanza del 118. Trasportato all’ospedale San Giuliano di Giugliano in Campania all’11enne sono state amputate tutte le dita della mano destra. Gli operatori sanitari hanno riscontrato anche escoriazioni in diverse parti del corpo e hanno deciso di ricoverare il bambino.

Le forze dell’ordine hanno trovato in via Marconi anche dei bossoli di pistola oltre ad altro materiale pirico. L’incidente, comunque, è avvenuto a distanza dal Capodanno, quando la pulizia della strada doveva già essere stata effettuata. Quello del bimbo di Villaricca, purtroppo, non è l’unico episodio registrato a Napoli.

Alcuni giorni fa nella vicina Marano un 12enne ha perso tre dita della mano sinistra e ha riportato una ferita lacero contusa alla gamba per un petardo esploso inavvertitamente tra le mani. Il piccolo è stato sottoposto ad un delicato e lungo intervento in sala operatoria, sempre all’ospedale di Giugliano in Campania, per salvare le altre due dita della mano.

Commenti

zingozongo

Mar, 08/01/2019 - 09:46

ma come e' possibile che un petardo dopo notti fuori all umudo e al gelo possa ancora scoppiare??