Napoli, maxi truffa assicurativa per 6 milioni di euro

Stipulati migliaia di falsi contratti Rc Auto attraverso siti web riferibili a finti broker. Emesso un decreto di sequestro preventivo d’urgenza a carico di 12 persone

Napoli, maxi truffa assicurativa per 6 milioni di euro

Emesso dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Napoli Nord un decreto di sequestro preventivo d’urgenza a carico di 12 persone, indagate per i reati di associazione a delinquere finalizzata alla truffa e al riciclaggio. Le attività investigative, svolte dai carabinieri della sezione telematica del comando di Napoli, hanno permesso di raccogliere numerosi indizi circa l’esistenza di un sodalizio criminale, operante dal 2015 su tutto il territorio nazionale, dedito alle truffe online.

Stipulati migliaia di falsi contratti assicurativi Rc Auto attraverso siti web riferibili a finti broker assicurativi. Individuate 498 carte prepagate sulle quali, soltanto nell’arco temporale compreso dal primo gennaio 2018 al 17 ottobre 2018, sono state accertate movimentazioni in entrata e uscita per circa 6milioni di euro facenti parte di un sistema, verosimilmente molto più ampio, riconducibile a persone dello stesso sodalizio.

I documenti d’identità acquisiti delle vittime con la scusa della stipula venivano utilizzati anche per commettere altre attività fraudolente, mentre le somme provento delle truffe venivano prima versate su carte prepagate e poi essere trasferite con un vorticoso intreccio di transazioni su altre carte prepagate, prelevate da sportelli bancomat e trasferite mediante bonifici on line.

Le indagini degli inquirenti hanno consentito di individuare 19 siti web fittizi, di cui 7 operanti e sottoposti a sequestro, riconducibili ad un medesimo portale sul quale, nel corso del tempo, venivano collegati con le più svariate e singolari denominazioni.

Commenti