"Questa non è giustizia". L'ira di Salvini contro i giudici buonisti

Ennesimo caso di malagiustizia. Aggredisce due agenti ma non viene incarcerato perché richiedente asilo. Non è la prima volta che i giudici riconoscono attenuanti del genere. E a farne le spese sono le vittime

Ha aggredito tre donne nordafricane, poi cinque nigeriani e anche due agenti di polizia, per un totale di dieci persone. Infine, durante la perquisizione, è stato trovato in possesso di quaranta grammi di hashish. Ciò nonostante, il Tribunale di Monza, pur avendolo o condannato per direttissima a un anno di reclusione, gli ha sospeso la pena, concedendogli tutte le attenuanti generiche. Perché? Perché il violento nigeriano è un richiedente asilo. Insomma, i giudici parlano di "precarie condizioni di vita in quanto in attesa del riconoscimento dell'asilo politico" e quindi gli sospendono la pena. Già, proprio così: lo status di rifugiato gli ha evitato di scontare i dodici mesi della condanna in cella. E fa niente se è pure recidivo: l'extracomunitario 29enne in questione, infatti, ha pure precedenti per rapina, aggressione a pubblico ufficiale e violenza sessuale. Una decisione, questa delle toghe monzesi, che ha fatto sbottare, prima, il sindacato di polizia Siap (che si è detto basito per la sentenza) e, poi, Matteo Salvini.

Il ministro dell'Interno ha infatti commentato la vicenda su Twitter con un laconico quanto amaro "Se questa è giustizia… Io sto con le forze dell'ordine". Forze dell'ordine che hanno fermato l'africano nella notte di venerdì a Sesto San Giovanni, dopo che aveva dato in escandescenza e ferito al volto una donna con una bottiglia di vetro. Dunque la colluttazione con i poliziotti e il ritrovamento del quantitativo di droga, della quale è spacciatore.

Ma tutto questo, come detto, non è bastato alle toghe per incarcerarlo. E non è neanche la prima volta che capita un caso simile, anzi.

I precedenti

Eclatante – e frustrante per le forze di polizia – è stato il caso dell'agosto 2018, quando il Tribunale di Milano ha scarcerato un immigrato del Gambia spacciatore e con precedenti penali perché proprio la vendita dalla droga era la sua unica fonte di sostentamento. Insomma, i magistrati rimisero in libertà il pusher perché proprio con lo spaccio si manteneva. Un paradosso che è fulgido esempio di uno dei tanti-troppo cortocircuiti della giustizia italiana e che anche in quel caso il ministro dell’Interno criticò aspramente: "Roba da matti. Un immigrato del Gambia, con precedenti penali, beccato a spacciare morte, è stato scarcerato perché per i giudici del tribunale di Milano: 'Vendere droga è la sua sola fonte di sostentamento'. Poverino... Nell’Italia che ho in mente io chi sbaglia deve pagare, fino all’ultimo giorno! E se sei un richiedente asilo, torni direttamente da dove sei venuto. Chiedo troppo?".

Sempre lo scorso agosto un 28enne del Burkina Faso, con regolare permesso di soggiorno e con precedenti, aggredì l'autista di un autobus del trasporto pubblico a Pordenone, accoltellando anche un carabiniere intervenuto per sedare la rissa. "Ma per qualche buonista questo sarà senz'altro un reato lieve...#tolleranzazero", l'allore commento alla vicenda del titolare del Viminale. L'immigrato era stato fermato e processato un mese prima, patteggiando una condanna a 9 mesi e venendo però subito liberato.

Infine, impossibile non citare "Madame Furto", la ladra rom Vasvija Husic, liberata e riarrestata per l'ennesima volta in dodici anni perché madre di undici bambini. Una borseggiatrice seriale di 33 anni attivissima nelle metro di Roma che ha accumulato condanne su condanne per 25 anni di carcere, mai scontati perché costantemente incinta. Ed è proprio la gravidanza – o meglio, le gravidanze una in fila all'altra – lo stratagemma adottato da diverse malviventi rom per farla franca. Giusto qualche settimane fa "Madame Furto" era stata nuovamente arrestata e liberata, perché in stato interessante, facendo sbottare così il leader del Carroccio: "Questa maledetta ladra in carcere per trent’anni, messa in condizione di non avere più figli, e i suoi poveri bimbi dati in adozione a famiglie perbene. Punto".

Commenti
Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Mar, 30/07/2019 - 16:31

11 maggio 2013 Adam Kabobo, 31 anni, irregolare in Italia, con precedenti per resistenza, rapina, furto e stupefacenti, foto-segnalato nel 2011 in Puglia e intimato all’espulsione, si aggirava all’alba in via Monte Grivola a Milano, armato di una spranga, in evidente stato di alterazione. Senza motivo se la prese con qualunque essere umano gli capitò sulla propria strada; risultato: 2 feriti; poi però in un cantiere non custodito trovò un piccone da edilizia che gli sembrò più opportuno e continuò il suo raid; risultato: 3 morti prima di essere intercettato e definitivamente bloccato. È un paese serio, quello che permette ad un pluri pregiudicato di potersene girare a piede libero?

florio

Mar, 30/07/2019 - 16:38

Salvini, hai mille ragioni, il problema che questo sistema va cambiato in toto.Con la zavorra 5 Stelle non puoi fare nulla. E' risaputo che i sig,ri del no a tutto e con la maggioranza di governo non ti permetteranno mai di fare quello che proponi. Loro sono la costola becera della sinistra, quando li conosci li eviti. Per cui, o si va alle elezioni e gli Italiani decidono che deve governare seriamente, oppure si continuerà con questo cinema, imprecando contro tutto e tutti. Cui Prodest?!

buonaparte

Mar, 30/07/2019 - 20:27

la magistratura in italia è in mano alla sinistra,3 magistrati su 4 sono comunisti e a quelle idee si ispirano.le nomine avvengono non per merito ,ma per le correnti politiche di appartenenza.una vera e propria vergogna. la sinistra si è impadronita della magistratura attraverso la vincita dei concorsi studiando alla scuola di frattocchie pagata con i soldi russi del kgb.in questa scuola il saluto avveniva con il pugno chiuso e cantavano varie canzoni tra cui l'internazionale e o bella ciao. i giudici usciti da li hanno amministrata la giustizia in nome del popolo italiano o del comunismo? dalle sentenze che vediamo hanno amministrato in base alle loro idee politiche .VOGLIAMO SUBITO I NOMI DI QUEI GIUDICI

Alfa2020

Mar, 30/07/2019 - 20:45

La prima cosa da fare referendum col ill voto del popolo e cambi tutto sta giustizia e marcia

Alfa2020

Mar, 30/07/2019 - 20:48

Cina, accoltella un poliziotto: tribunale lo condannato a morte da noi il magistrato ci dava uno Bambi

kobler

Mar, 30/07/2019 - 21:26

Questo è l'eccesso che porta al regeresso! E' come quello che picchia il poliziotto e sicocme è profugo niente galera(?)... rimandateli in Libia a picchiare quelli libici...

Divoll

Mar, 30/07/2019 - 22:33

Uno cosi' merita solo l'espulsione. Le domande di asilo di chi arriva da paesi non in guerra non dovrebbero nemmeno essere esaminate, gli interessati rispediti in patria, al massimo a fare domanda tramite ambasciata.

Bingo1

Mer, 31/07/2019 - 08:14

Ma a Capitan Sbruffoncello piacciono invece i cattivisti? I due giovanotti americani, per es.,che si presentavano anche sui social come cattivisti, sono suoi modelli?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 31/07/2019 - 08:22

salvì.... e provace 'n po'! vedi che pòi ffà! a Berlusconi è andata cosi: una parola qua, una là, ed è finito ai servizi sociali. ritornato alla ribalta con onore, ma 30 anni persi per colpa della sinistra! :-) vedi che pòi ffà....

rossini

Mer, 31/07/2019 - 08:46

Questi Magistrati hanno proprio qualche rotella fuori posto. Che c'entra l'essere richiedente asilo con la concessione delle attenuanti generiche? Anzi proprio perché fuggivi e ti ho dato ricovero, avevi sete e ti ho dissetato, avevi fame e ti ho sfamato, eri nudo e ti ho vestito, non dovresti mordere la mano di chi ti ha beneficato.E se lo fai sei un infame ingrato che non merita alcuna attenuante.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Mer, 31/07/2019 - 08:54

Mio padre si congedò nel 1978 da Maresciallo Maggiore "A" dei CC. Non ricordo di averlo mai visto portare la pistola d'ordinanza, la fondina sempre vuota salvo rarissime eccezioni. Il motivo? " Che la porto a fare? Praticamente non la posso usare e se la usassi finirei in rogne assurde con la magistratura rossa che abbiamo in Italia. Mi rovinerei la vita!"

maurizio50

Mer, 31/07/2019 - 09:16

Comandante!! Gli Italiani sono con Te. Il problema è la consorteria che opera in toga e fiocco. Si comportano ognuno per sè come avessero i poteri del Re Sole. E nessuno fiata. Tanto meno colui che seduto al Colle se ne sta SEMPRE in religioso silenzio!!!!!

Ritratto di faman

faman

Mer, 31/07/2019 - 09:19

Salvini, sei al governo, mettetevi d'accordo e cambiate le leggi, se non l'hanno fatto i governi precdenti, fallo tu che sei al governo, o ti fanno comondo queste situazioni per fare campagna elettorale? E la famosa promessa delle espulsioni di 600.000 immigrati?

aswini

Mer, 31/07/2019 - 09:31

ragionamentologico, ma dovremmo noi italici, votare in massa a destra,per cambiare queste leggi CRETINE, tra cui anche il patteggiamento con scontodi pena di delitti efferati,e BASTA siamo alla frutta barzaletta del mondo

cgf

Mer, 31/07/2019 - 09:32

proprio a causa delle precarie condizioni di vita avrebbero dovuto assicurargli vitto/alloggio (in carcere). Sperano che non andando in carcere possa ottenere asilo? non credo, verrà in ogni caso espulso

Ritratto di QuoVadis

QuoVadis

Mer, 31/07/2019 - 09:33

Ministro Salvini: quando la fate la riforma della Giustizia? Forse siete compromessi con la Giustizia, perciò fate solo chiacchiere: la gente è stufa di questo ribaltamento della Verità!

Luigi Farinelli

Mer, 31/07/2019 - 09:37

La possibilità di fermare questa deriva demenziale del Diritto e riformare la Giustizia ormai trascesa nel grottesco e nel buonismo "progressista" più demente e pernicioso sarebbe a portata di mano: un governo di Cdx con maggioranza assoluta (o quasi). Fuori le sinistre (o pseudo-sinistre) dalle scelte dettate dal popolo italiano e botte da orbi (metaforiche) a tutto ciò che sta trasformando questo Paese in una landa di omologazione ideologica, cosmopolitismo senza costrutto, secolarizzazione bigotta (il rovescio della medaglia del razionalismo illuminista) e anelito alla "fine della Storia", dei confini, delle tradizioni e peculiarità nazionali, suprema aspirazione dei globalisti antisovranisti (in nome del mercantilismo più sfrenato) e dei loro stolidi, inverecondi, ridicoli galoppini radical chic.

zadina

Mer, 31/07/2019 - 09:39

Il cancro buonista estende le sue metastasi in tutto il territorio danneggiando la intera comunità senza che nessuno possa intervenite( le sentenze non si discutono quelle fatte veramente in nome del popolo) ma certe sentenze personali si possono criticare?....oppure è sempre obbligatorio a rispondere SIGOR SI da semplice cittadino qualche esperto mi può chiarire il concetto?...

Lugar

Mer, 31/07/2019 - 09:47

E' inutile parlarne ancora. Questo problema va risolto, ne va di mezzo la democrazia.

Gattagrigia

Mer, 31/07/2019 - 09:55

Perché si continua a confondere la legge con la giustizia? I magistrati applicano la legge, che non è detto che sia giusta. Per quanto riguarda lo spacciatore lasciato in libertà perché meravigliarsi? Si tollera l'evasione fiscale per necessità, perché non lo spaccio. Con una differenza: l'evasore ruba a tutti, la droga scelgo io se comprarla o no.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Mer, 31/07/2019 - 10:10

Quanto prima occorre la riforma della magistratura e chi è uscito fuori dalle regole del buon senso deve pagare.

CidCampeador

Mer, 31/07/2019 - 10:11

tempo fa uno diceva e con ragione che a pensar male ci si azzecca, i finti profughi non vengono espulsi quando sono in custodia delle coop per non danneggiarle togliendogli il lucroso affare

ST6

Mer, 31/07/2019 - 10:15

"Chiedo troppo?" Chiedere? Lei deve FARE, LAVORARE. Realizzare concretamente quello che promette in cambio di voti, altro che chiedere. Ha già chiesto, i voti: ora FACCIA PER DIO.

schiacciarayban

Mer, 31/07/2019 - 10:17

Felpini, sei tu il Ministro degli Interni, almeno sulla carta, quindi invece di sbraitare contrio tutti, fai qualcosa di concreto se ne sei capace. Chiedi aiuto all'ottimo Bonafede, lui sì che sa cosa fare!!!!

Giorgio Colomba

Mer, 31/07/2019 - 10:31

Se anzichè gli agenti, la risorsa avesse aggredito una toga o un politico (sinistro), gli avrebbero comminato l'ergastolo.

SPADINO

Mer, 31/07/2019 - 10:51

NON E' GIUSTIZIA E' UNO SCHIFO VERO

Renee59

Mer, 31/07/2019 - 10:56

ma il Presidente che dice, si volta dall'altra parte??

Renee59

Mer, 31/07/2019 - 10:58

Bei richiedenti asilo. A parte gli elementi, asilo da che cosa?

Ritratto di Sniper

Sniper

Mer, 31/07/2019 - 10:58

Il signor Salvini (Ministro mi sembra un po' eccessivo data la sua inettitudine, e Vice Presidente de Consiglio non ne parliamo), ignora evidentemente che quella condizione sullo stato di rifugiato e` nel testo di legge relativo, e quindi l'avvocato del nigeriano l'ha sfruttato, e il Giudice non ha potuto che applicarlo. Il Signor Salvini, mi risulta, e` al Governo con una maggioranza forte. Anziche' starnazzare a beneficio dei suoi ebeti, e passare il tempo a farsi selfie vani nelle fiere di paese, si impegni a cambiare la legge.

t.francesco

Mer, 31/07/2019 - 11:03

E' UMANO IL RISCHIO DI AGEVOLARE LA REAZIONE SCOMPOSTA DI QUALCHE CITTADINO???? SALVINI LA COLPA E' DEL LEGISLATORE, NON SI FANNO LE LEGGI INTERPRETABILI. LA GIUSTIZIA E' APPLICATA COME GLI ARBITRI FANNO NEL CALCIO, INTERPRETANO E DECIDONO LORO. SARA' IL CASO DI TOGLIERE LE ATTENUANTI E UTILIZZARE SOLO LE AGGRAVANTI???? RIFLETTETE

VittorioMar

Mer, 31/07/2019 - 11:10

..quanto SUDANO i nostri magistrati...quanto RISCHIANO i nostri magistrati...quanto lavoro serve per emettere queste ORDINANZE ( essendo atti pubblici servirebbe conoscere anche i loro nomi !)...ma QUANTO GUADAGNANO per il duro(SIC!) lavoro di scrivere un DOCUMENTO...!!!

ray89

Mer, 31/07/2019 - 11:15

Salvini ha ragione, sono cose che pensano molti. Ma mi sembra che parli molto e faccia poco; perché non propone disegni di legge per inasprire le pene? Altrimenti é solo propaganda, utile per raccogliere più voti dai sempliciotti che si accontentano delle parole.

silvano45

Mer, 31/07/2019 - 11:18

In un paese normale democratico civile molti magistrati sarebbero stati chiamati a rispondere del proprio operato davanti ad un tribunale popolare.Penso che questi signori si sono assunti un potere che neppure Dio possiede.

anna30554

Mer, 31/07/2019 - 11:18

Caro Salvini vedi che il ministro Bonafede non dice nulla? dovrebbe essere lui mandare ispezione a quel giudice x chiarire il perche' di questa sentenza ignobile,come sono state tante altre sentenze medesimo uquale e non e mai intervento su queste sentenze, perio' l'italia a il traditore al governo ,cioe' il m5s perche' e compatto con i giudici x farti fuori. apri gli occhi e vai alle elezioni.

Rossana Rossi

Mer, 31/07/2019 - 11:18

Da queste situazioni inverecode e aberranti si evince come questa povera italietta sinistrorsa sia oramai sulla via del declino più totale. Salvini è solo e non riuscirà a cambiare nulla, gli italioti brontolano e subiscono e la sporca sinistra con suo lungo braccio che è la magistratura corrotta continua a spingere questo paese verso il basso. Non vedo soluzione.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 31/07/2019 - 11:47

@Rossana Rossi, hai vosto!? Quanta forza ha la sx con un 15% di voti? Hanno saputo mettere al posto giusto le loro pedine. Bisogna fare altrettanto con la dx. Bisogna fare come in quei processi che giudica il popolo con una trentina di elementi scelti a caso,sperando che non siano dei buonisti convinti.

Gattagrigia

Mer, 31/07/2019 - 11:50

Sniper,sono d'accordo con lei. L elettorato, in particolare quello della Lega, si lascia abbindolare da chi starnazza di più anche se dice cose non corrette o faziose. Mai che si prendesse la briga di verificare l'esattezza dei contenuti di certe sparate propagandistiche. I magistrati devono applicare le leggi, se le leggi sono sbagliate o inique, si cambino le leggi e cambieranno le sentenze. Chi è preposto a cambiare le leggi?

antonio54

Mer, 31/07/2019 - 11:53

Alla giustizia bisogna dare una bella messa a punto. Ormai siamo arrivati al punto di non ritorno... non c'è più margine.

ray89

Mer, 31/07/2019 - 12:03

Concordo con Faman e Schiacciarayban. Meno parole e più fatti, sono questi ultimi che pagano nel tempo. La gente all'inizio si lascia incantare e vota nell'illusione, ma il conenso non dura molto se non si cambia realmente.

agosvac

Mer, 31/07/2019 - 13:14

Possibile non ci sia alcun modo di mettere sotto inchiesta i magistrati che vanno contro la legge italiana????? Questi fanno quel che vogliono ma non perché non c'è una legge adeguata al reato ma solo perché le leggi le interpretano come vogliono anche contro il buon senso.

giosafat

Mer, 31/07/2019 - 13:55

Prima o poi si erriverà ad avere una maggioranza in grado di rimettere al suo posto la magistratura con una riforma lacrime e sangue. Poi non si straccino vesti o si versino lacrime di coccodrillo, si è seminato odio e disprezzo, si raccoglierà, ovviamente, grandine. Forza Salvini.

TITTI63

Mer, 31/07/2019 - 16:13

La magistratura italiana è una VERGOGNA, ci vuole una riforma urgente o altrimenti questi msndano in malora il paese, i giudici devono seguire le leggi non interpretarle come gli pare e piace e come qualsiasi altro impiegato se non fanno bene il loro lavoro debono essere licenziati e punto

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Mer, 31/07/2019 - 16:29

POVERA ITALIA SE NON SI CACCIANO I SINISTRI MALEFICI DAL GOVERNO NON AVREMO UNO STATO UNA NAZIONE UNA PATRIA PERCHE' QUESTI DELLA SINISTRA SONO IL CONTROSENSO DI UNA VITA ALL'INSEGNA DELL'ONESTA'

frabelli1

Mer, 31/07/2019 - 16:32

Ma i pm, Gip, giudici in generale non dovrebbero applicare le leggi dello stato italiano? Eppure fanno quello che vogliono e non pagano mai le loro conseguenze.

gedeone@libero.it

Mer, 31/07/2019 - 16:37

Solo un governo di centrodestra forte nei numeri e coeso nelle intenzioni e nei fatti, può fare la riforma delle riforme. Se Salvini e la Lega si aspettano di farla con i 5* sta fresco, e con lui gli Italiani.

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Mer, 31/07/2019 - 17:04

Il Tribunale di Monza condanna per direttissima a un anno di reclusione un nigeriano violento che ha aggredito ben 10 persone tra cui due agenti di polizia ma gli sospende la pena e lo manda libero con la motivazione che si tratta di un richiedente asilo e quindi vive in "precarie condizioni di vita in quanto in attesa del riconoscimento dell'asilo politico"! Vorrei tanto che quel giudice mi spiegasse quali cambiamenti radicali interverrebbero nelle condizioni di vita di quel criminale qualora ottenesse il riconoscimento dell'asilo politico! Forse il giudice ritiene che con l'asilo politico l'energumeno otterrebbe automaticamente un lavoro, una casa, dei soldi? Certo che no! Per lui non cambierebbe nulla se non la possibilità di rimanere legalmente in Italia! E allora è ormai evidente che la discrezionalità costantemente invocata dai giudici a giustificazione delle loro assurde sentenze è solo un alibi per fare politica, ed a questo bisogna mettere uno stop!

pastello

Mer, 31/07/2019 - 17:39

E lei Salvini, lamentele da bar a parte, che ci sta a fare su quella sedia?