Guzzini (Confindustria Macerata): "No a nuovo lockdown Ancora morti? Pazienza"

Un nuovo lockdown, ha spiegato il presidente di Confindustria Macerata, rischia di "bloccare un retail che si stava rialzando per la seconda volta da una crisi"

Guzzini (Confindustria Macerata): "No a nuovo lockdown Ancora morti? Pazienza"

Stanno facendo discutere in queste ultime ore le parole pronunciate in difesa dell'economia del nostro Paese da Domenico Guzzini, presidente di Confindustria Macerata. Intervenuto all'evento ‘Made For Italy per la Moda’, andato in diretta streaming nel corso del pomeriggio di ieri su diversi canali social, Guzzini ha commentato duramente la ventilata decisione del governo giallorosso di chiudere tutto ancora una volta, una scelta che porterebbe inevitabilmente l'Italia a precipitare nel baratro di un'ancora più pesante crisi economica. Le sue affermazioni, tuttavia, hanno scatenato un autentico putiferio, in particolar modo tra coloro che invece spingono per mettere un bel lucchetto nonostante il netto calo di contagi.

"Come sapete ci aspetta un Natale molto magro, perché stanno pensando addirittura di stringere ulteriormente. Questo significa andare a bloccare anche un retail che si stava rialzando per la seconda volta da una crisi e lo stanno rimettendo nuovamente in ginocchio", ha infatti dichiarato il presidente di Confindustria Macerata, scagliandosi contro l'idea avanzata dall'esecutivo di applicare un nuovo lockdown al Paese. Ipotesi prospettata nonostante il fatto che la oramai celebre ed abusata curva dei contagi si sia abbassata, come ribadito anche dal direttore della Clinica di Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova Matteo Bassetti. "Parlare oggi di un lockdown totale o di una zona rossa per tutto il Paese stride molto, non aspettiamo neanche i nuovi dati? Non abbiamo fatto il lockdown settimane fa quando la curva è salita molto e lo facciamo ora che sta scendendo?", si è in effetti domandato il virologo.

"Io penso che le persone sono un po' stanche di questa situazione", ha quindi proseguito Domenico Guzzini, "e vorrebbero alla fine venirne fuori. Anche se qualcuno morirà, pazienza. Ma così secondo me diventa una situazione impossibile, impossibile per tutti". Parole molto crude, a causa delle quali il presidente è finito al centro delle polemiche.

Al forum online di Confindustria, organizzato soprattutto per promuovere l'acquisto di prodotti italiani, hanno partecipato anche il primo cittadino di Macerata Sandro Parcaroli ed il governatore delle Marche Francesco Acquaroli. Nel suo intervento, Guzzini ha parlato dei settori che sono rimasti particolarmente danneggiati a causa della pandemia, come la moda ed il turismo. "Le persone sono stanche di questa situazione, dobbiamo venirne fuori", ha ribadito il presidente, come riportato da "Cronache Maceratesi".

Lo stesso Guzzini ha voluto successivamente fare ammenda per l'espressione infelice utilizzata nell'esprimere i propri concetti durante l'intervento di ieri:"Sinceramente chiedo scusa a tutti e in particolare alle famiglie toccate dal dramma del Covid, per la frase che ho pronunciato ieri nel corso del Forum Made For Italy. Ho sbagliato nei contenuti e nei modi", ha spiegato il presidente di Confindustria Macerata, come riportato da AdnKronos. "Parlavo della vita aziendale e delle prospettive del lavoro e invece, preso dalla discussione, ho fatto un'affermazione sbagliata, che non raffigura il mio pensiero né tantomeno quello dell'Associazione che rappresento. Sono molto addolorato per la mia dichiarazione che, quando ho riascoltato, ho realizzato quanto fosse grave e distante da ciò che penso, cioè che il bene più importante della vita di ognuno di noi siano la salute e la famiglia", ha concluso Guzzini.