Notizie lette sullo smartphone, il metodo preferito da 2 persone su 3

Ai giorni nostri si leggono sul telefono. Un italiano su tre lo fa tramite Facebook

Le notizie, che siano di cronaca, spettacolo o altro, vengono principalmente lette sullo smartphone. Due persone su tre infatti usano questo metodo per tenersi aggiornate e informate su quanto accade nel mondo. Anche tablet e computer non sono disdegnati, ma il telefono risulta essere più comodo, perché maneggevole e veloce da usare. Questo almeno è quanto emerso da una indagine condotta dal Digital News Report 2019 di Reuters, che ha analizzato le abitudini di 38 Paesi in tutto il mondo.

Da quanto emerso, il 66% delle persone, circa due su tre, preferirebbe leggere le notizie settimanalmente sul proprio smartphone. Purtroppo a discapito della carta stampata, della televisione e della radio. Al mattino risulta quindi molto più comodo dare un’occhiata al telefono e in pochi minuti avere tutte le notizie nazionali e mondiali, anche se ci si trova al bar o in metropolitana. Gli Italiani appena si svegliano prediligono usare a questo scopo i social media e le app di messaggistica. In particolar modo Facebook, scelto dal 33%, circa uno su tre, WhatsApp per l’8% e Instagram seguito dal 5% degli italiani.

Lo smartphone inoltre è usato dal 19% dei navigatori per entrare su siti e app di informazione. L’11% usa alert e notifiche e l’11% si affida invece a Google News. Anche se le fake news circolate nell’ultimo periodo hanno penalizzato e non poco Facebook e i social. Anche se ancor alta, sarebbe però calata notevolmente la percentuale di coloro che leggono le news su Facebook appena svegli, se nel 2015 il dato riguardava oltre il 40%, adesso sarebbe sceso al 36%. Di contro si rileva un aumento di WhatsApp che si attesta sul 16% e resta invece stabilesul 10% Twitter. Instagram e Messenger sono invece cresciuti notevolmente arrivando al 9% il primo e all’8% il secondo. Snapchat si è invece arrestato al 3%.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.