Nuova strage nel Mediterraneo: "Annegati oltre 200 migranti"

I media locali: erano soprattutto somali. Solo una trentina sarebbe riuscita a mettersi in salvo

Nuova strage nel Mediterraneo: "Annegati oltre 200 migranti"

Quattrocento migranti sarebbero annegati nelle scorse ore nel Mediterraneo. A dirlo è la Bbc Arabic, che cita "fonti egiziane" e media locali, secondo cui centinaia di persone, per lo più somali, erano a bordo di "quattro imbarcazioni sfasciate".

Il corrispondente della Bbc in Kenia, inoltre, avrebbe parlato con i parenti di tre giovani somali della stessa famiglia che sarebbero tra i migranti annegati, mentre l'ambasciatore somalo in Egitto ha confermato l'incidente, affermando che l'ambasciata sta valutando la posizione da adottare rispetto all'accaduto. Secondo i media somali, poi, solo 30 persone sarebbero riuscite a salvarsi grazie ai soccorsi.

È tuttavia sui numeri che ci sono ancora dubbi. In serata il ministero dell'Informazione somalo ha corretto al ribasso il bilancio dei morti, sottolineando che sarebbero 200 e non 400, la metà di quanti ne annunciava la Bbc.

Contemporaneamente, gli sbarchi - e le morti - non si arrestano: sei cadaveri sono stati recuperati ieri sera su un gommone con a bordo un centinaio di migranti diretto verso l’Italia, che si trovava nel Canale di Sicilia, a circa 20 miglia dalle coste libiche.

Proprio oggi, tra l'altro, cade l'anniversario di quello che è considerato finora il più grande naufragio del Mediterraneo in cui morirono oltre 700 migranti al largo della Libia. Il peschereccio è stato recuperato a circa 400 metri di profondità e sarà portato nel porto di Augusta per il recupero delle salme.

"C’è veramente bisogno di pensare, oggi di fronte ad una ennesima tragedia in cui sono morte centinaia di persone, ad un anno da una tragedia in cui ne morirono 800", ha detto Sergio Mattarella durante la cerimonia per i David di Donatello, "Il cinema continua a offrire emozioni, sorrisi , poesia, immagini che ci sorprendono e ci fanno pensare. Pensare è necessario, il cinema aiuta a pensare. Il cinema, l'arte, la cultura sono per loro natura interdipendenti; e ignorano le frontiere. Il nostro sguardo sugli altri si incrocia con lo sguardo degli altri verso di noi".

"Oggi è un triste anniversario, perché esattamente un anno fa un annegamento nel mar Mediterraneo causò la morte di più di 800 persone", ha ricordato

Federica Mogherini, "In quelle stesse acque in cui stiamo salvando delle vite, arrestando i trafficanti e neutralizzando navi. Abbiamo fatto molto, ovviamente c'è molto che stiamo ancora pianificando e facendo".

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
ilGiornale.it Logo Ricarica