Nuovo Guinness dei Primati. Un sedicenne della Nuova Zelanda stabilisce un recod da capogiro

Dalla Nuova Zelanda c'è un nuovo Guinness dei Primati, un ragazzo di 16 anni è stato su un'altalena per 33 ore consecutive

Nuovo Guinness dei Primati. Un sedicenne della Nuova Zelanda stabilisce un recod da capogiro

C’è chi si è inventato la danza subacquea o chi invece per anni non si è tagliato le unghie. Combattere contro i propri limiti è un gioco che non conosce confini, la notorietà fa gola a tutti. L’ultimo Guinness dei Primati lo ha stabilito un giovane ragazzo della Nuova Zelanda che è rimasto su un’altalena per 33 ore.

Charlie O’Brien, studente di appena 16 anni di Napier, è rimasto esattamente 33 ore e 21 minuti a dondolarsi su un’altalena. Tutto è iniziato alle 6 (ora locale) del mercoledì per terminare alle 15 e 21 del giorno successivo. Ogni ora poteva prendere respiro, ma solo per cinque minuti. Poteva bere acqua, prendere farmaci contro il mal di mare e ingerire anche qualche biscotto allo zenzero. La performance è stata attentamente monitorata da quattro incaricati a verificare che, il giovane, portasse a termine la "missione" senza che venissero meno gli obblighi per raggiungere il Guinness dei Primati. In poco tempo la notizia ha fatto il giro del mondo.

Molti sono i record impossibili che, nel corso degli ultimi anni, hanno fatto storia. Nel 2014 ad esempio un gruppo di 261 addetti in un hotel ha rilanciato l’industria del turismo riproducendo la più grande immagine di persone galleggianti nel Mar Morto; oppure come Chris Walton che detiene il record mondiale legato alle lunghezza delle sue unghie: misurano più di 26 centimetri.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento