Open Arms, ecco le 3 toghe che giudicheranno Salvini

Un trio tutto al femminile, quello che è chiamato a decidere sulle ipotesi di reato rivolte al leader leghista

Un trio tutto al femminile, quello che è chiamato a giudicare l'operato dell'ex ministro Matteo Salvini, indagato per sequestro di persone e omissione di atti d'ufficio, per il caso che riguarda la nave della Open Arms.

Il tribunale dei Ministri di Palermo sarà infatti composto da tre giudici donna: si tratta di Caterina Greco, Lucia Fontana e Maria Cirrincione. La Presidente sarà Caterina Greco, la più anziana tra le tre.

L'ex ministro dell'Interno è stato indagato dalla procura di Agrigento, ma il fascicolo è stato poi trasferito alla Dda di Palermo, competente per la valutazione delle ipotesi di reato sottoposte al tribunale dei ministri, che viene costituito nel capoluogo del distretto della Corte d'appello competente. Il tribunale dei ministri è composto da tre membri, estratti a sorte tra tutti i magistrati in servizio nella zona, che da almeno 5 anni siano magistrati di tribunale. Questa volta, ad essere estratte per giudicare il leader della Lega, Matteo Salvini, sono state tre donne.

Ieri, il fascicolo che riguarda l'ex ministro è arrivato sul tavolo del procuratore capo Franco Lo Voi, che avrà 10 giorni per decidere se confermare le ipotesi di reato, riformularle o chiederne l'archiviazione. Le accuse mosse dalla procuradi Agrigento sono di sequestro di persona e omissione di atti di ufficio.

Il caso è la fotocopia dell'inchiesta messa in piedi per la Diciotti, quando il tribunale dei ministri, formato dal presidente Fabio Pilato e dai giudici Giuseppe Sidoti e Filippo Serio, decise di mandare tutto a Catania, dato che Palermo non aveva la competenza territoriare per occuparsi dell'indagine. Dopo "aver portato a compimento le proprie attività", il tribunale aveva "rimesso gli atti al Procuratore della Repubblica di Palermo" Francesco Lo Voi "per l'ulteriore corso a seguito di declaratoria di incompetenza territoriale".

Ora, la vicenda si ripete identica: Salvini accusato di sequestro di persona e omissione di atti di ufficio dovrà essere giudicato dal tribunale dei ministri di Palermo, che avrà 90 giorni di tempo, una volta terminate le indagini preliminari, per decidere cosa fare. I casi sono due: le tre giudici donne potranno decidere se archiviare il tutto o confermare le accuse e trasmettere gli atti alla procura, perché chiesa l'autorizzazione al Senato per intervenire.

Commenti

buonaparte

Mar, 19/11/2019 - 18:22

SONO TUTTE DI SINISTRA .. POI LEGGETEVI I NOMI E FATE LE VOSTRE DEDUZIONI..COME SI FA AD AVERE IN UN PAESE 3 MAGISTRATI SU 4 ROSSI ? FOLLIA. E NESSUNO DICE NULLA ?

cir

Mar, 19/11/2019 - 21:06

non importa chi giudica Salvini su questi fatti , sara' sempre uno che ha fatto il suo dovere ( in questo caso ) e ne uscira' un eroe qualsiasi sia la sentenza.

killkoms

Mar, 19/11/2019 - 21:06

i soliti!

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Mar, 19/11/2019 - 21:23

La magistratura non dovrebbe irrompere negli affari di Stato. Bisogna fare una radicale e profonda riforma della giustizia, e maggiormente della magistratura.

vince50

Mar, 19/11/2019 - 21:24

Non credo ci siano dubbi,appena fatto fuori il "demone"Salvini(a norma di legge ovvio) l'Italia ritornerà ad essere il paradiso che è sempre stata.Naturalmente grazie alla guida del paese da parte di M5s pd e Italia viva

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Mar, 19/11/2019 - 21:25

L'Italia è l'unico paese sul Pianeta in cui può succedere qualcosa del genere. Nelle librerie della mia città, tra l'altro, il libro di Carola Rackete è esposto in grande evidenza nelle vetrine e in tutti gli scaffali. Siamo in una Nazione al Contrario, inutile ormai stupirsi di qualsiasi cosa.

Luigi Farinelli

Mar, 19/11/2019 - 21:30

Magari femministe di "se non ora quando", antimaschili e ancelle della Grande madre.

GINO_59

Mar, 19/11/2019 - 21:50

Cambiare costituzione. Il csm composto da gente eletta dal POPOLO SOVRANO. Il pdr eletto dal POPOLO SOVRANO. Tutti i trattati internazionali non hanno alcun valore se non approvati da Referendum POPOLARE. Etc, etc. Prima il POPOLO poi tutto il resto.

laval

Mar, 19/11/2019 - 22:06

Mi auguro di no, ma qui inizia il calvario di Salvini tra le sospensioni, ritardi, nuove ipotesi di reato ecc. e i rossi diranno: "Con tutti queste ipotesi di reato qualcosa ha fatto" Basta ricordare la storia di Berlusconi. Forza Salvini

porcorosso

Mar, 19/11/2019 - 22:15

È giusto. Salvini è il più pericoloso criminale in circolazione. WANTED DEAD OR ALIVE!!! Per gli altri (veri criminali) bacioni, da tutte le procure. Attendiamo giustizia, la legge ci è già bastata da troppo tempo.

scorelv1

Mar, 19/11/2019 - 22:44

L'Italia è ingovernabile... indovinate perché?

Mauritzss

Mar, 19/11/2019 - 22:48

Allora anche i togati sono sequestratori. Tutte le volte che hanno impedito a qualcuno di entrare in casa loro, hanno commesso il reato di sequestro e sono perseguibili penalmente e civilmente. Basterà che si presentino a testimoniare tutte quelle persone che sono state impedite. Ognuno di noi ne ha decine nel corso della vita.

Ritratto di 51m0ne

51m0ne

Mar, 19/11/2019 - 23:01

Una domanda:ma Salvini questo lo aveva calcolato quando ha deciso di far cadere il governo?

scorelv1

Mar, 19/11/2019 - 23:04

Le tre prescelte giudicheranno con imparzialità? Voi che dite? Hahahaha.....

buonaparte

Mer, 20/11/2019 - 10:27

RICORDO A QUESTI GIUDICI CHE L'ORDINE DI NON FAR ENTRARE LE OPENS ARMS è STATO FIRMATO ANCHE DAGLI ALTRI MINISTRI. PER LORO NESSUNA INDAGINE? AHAHA CHE GIUDICI ABBIAMO ? E POI STUPIAMOCI CHE IN ITALIA ABBIAMO TUTTE QUESTE MAFIE E SI STANNO INSEDIANDO TUTTE LE MAFIE DEL MONDO. ALBANESE. NIGERIANA,SERBA RUSSA E ECC... CHE VERGOGNA