Padova, rissa tra migranti: "Ecco i risultati dell'accoglienza buonista"

Lo scontro tra due ragazzi africani sarebbe nato da un furto. La denuncia di Bitonci: "Non si può vivere con questa paura, i cittadini sono esausti"

Padova, rissa tra migranti: "Ecco i risultati dell'accoglienza buonista"

Scene da far west in centro a Padova dove, tra alcuni giovani migranti, è scoppiata una violenta rissa. Calci, pugni, spintoni: due ragazzi hanno iniziato a colpirsi in mezzo della strada sotto agli occhi di alcuni amici. "Non farlo, non aggredirlo", è intervenuto un ragazzo cercando di separare i due (guarda il video).

Secondo quanto riporta PadovaToday, la rissa sarebbe nata da un furto. È stato uno dei due protagonisti a raccontare l'accaduto alle forze dell'ordine. Il ragazzo, un 26enne senegalese richiedente asilo, ha spiegato agli agenti di aver passato la notte accampato in piazzetta Salvemini. Era ancora in dormiveglia quando, alle 7 de mattino, ha notato un connazionale che frugava tra le sue cose prima di scappare con tre cellulari di sua proprietà. Quando lo ha riconosciuto per trada, è scoppiata la rissa.

"Scene di degrado e di violenza queste, che purtroppo si ripetono quotidianamente davanti agli occhi dei cittadini esausti. Provate a pensare se in quel frangente di tempo passava un bimbo con la sua mamma, o una coppia di anziani", ha affermato Massimo Bitonci, sottosegretario del Mef ed ex sindaco della città. È stato lui a pubblicare sulla sua pagina Facebook il video della rissa tra i migranti.

Incuranti delle auto e dei passanti, i giovani africani si sono presi a botte per qualche minuto. "Non si può piu vivere con questa paura che limita la libertà personale. Questi sono i risultati dell'accoglienza buonista e indiscriminata - ha continuato Bitonci riferendosi alle amministrazioni Zanonato e Giordani -. Dal governo stiamo lavorando per attenuare e ridurre questo allarmante fenomeno". Ora gli agenti sono alla ricerca di tutti i giovani coinvolti nell'accaduto.

Commenti