Papa Francesco contro i "cristiani da salotto"

Francesco se la prende con i cristiani tiepidi e sterili. E poi denuncia l'ideologia del denaro e delle leggi del mercato che portano alla speculazione finanziaria

Papa Francesco contro i "cristiani da salotto"

"Nella Chiesa ci sono cristiani tiepidi, cioè "cristiani da salotto, educati, ma che non sanno fare figli alla Chiesa con l’annuncio e il fervore apostolico". A denunciarlo è Papa Francesco aggiungendo che "lo zelo apostolico non deve appartenere solo ai missionari. La Chiesa ha tanto bisogno di questo e non soltanto in terre lontane, nelle chiese giovani, nei popoli che ancora non conoscono Gesù Cristo, ma qui in città. Proprio qui c’è bisogno di questo annuncio di Gesù Cristo. Dunque chiediamo allo Spirito Santo questa grazia: essere cristiani con zelo apostolico. E se diamo fastidio benedetto sia il Signore".

Nella sua riflessione sulle letture di oggi, papa Francesco ha dichiarato inoltre che "una corruzione
tentacolare e un’evasione fiscale egoista hanno assunto dimensioni mondiali" e per questo c'è bisogno di "un coraggioso cambiamento di atteggiamento dei dirigenti politici
".

In un importante discorso rivolto questa mattina ad alcuni ambasciatori che hanno presentato oggi le Lettere credenziali, il nuovo Pontefice ha invocato "un ritorno dell’etica in favore dell’uomo nella realtà finanziaria e economica" e ha spiegato che "il denaro è diventato un idolo" e che "ideologie promuovono la autonomia assoluta dei mercati e speculazione finanziaria, c’è una tirannia invisibile, a volte virtuale delle leggi del mercato.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento