Papa Francesco: "Oggi è la domenica del pianto"

Papa Francesco, nella messa mattutina in Santa Marta, ha rivolto un pensiero alle vittime del coronavirus e ha detto: "Oggi sia per tutti noi la domenica del pianto"

"Oggi sia per tutti noi la domenica del pianto". Così Papa Francesco, nella messa mattutina in Santa Marta trasmessa sia in diretta streaming su Vaticanews sia su Raiuno, ha rivolto un pensiero alle vittime del coronavirus, ai suoi familiari e a chi soffre o vive in solitudine questo periodo così difficile.

"Penso a tanta gente che piange, gente isolata, in quarantena, gli anziani soli, i ricoverati, le persone nelle terapie intensive, genitori che vedono che non c'è lo stipendio e non ce la faranno a dare da mangiare ai figli. Tanta gente piange", ha detto il Santo Padre che ha aggiunto:"Anche noi nel nostro cuore li accompagniamo piangendo col pianto del Signore per tutto il suo popolo".

Non è la prima volta che Gesù piange. Era già successo che versasse lacrime per Gerusalemme e, secondo il Papa, ha pianto anche altre volte "sicuramente nell’Orto degli Ulivi". "Ma Gesù piange per amore, sempre", aggiunge Bergoglio. La compassione di Cristo verso chi soffre è palpabile non solo attraverso i suoi occhi perché "Gesù vede con gli occhi, ma vede con il cuore ed è capace di piangere".

Nell'omelia Papa Bergoglio, commentando il vangelo di Giovanni sulla resurrezione di Lazzaro (Gv 11, 1-45), ha ricordato il pianto di Gesù per l'amico morto, pieno d'amore e di compassione. "Gesù sentì dolore", rimarca il pontefice. "Oggi davanti a un mondo che soffre per la pandemia- siamo capaci di piangere come Gesù?", si domanda il Papa prima di chiedere per tutti noi "la grazia di piangere". E ha concluso: "Noi, da questo altare, da questo sacrificio di Gesù, di Gesù che non si è vergognato di piangere, chiediamo la grazia di piangere. Che oggi sia per tutti noi come la domenica del pianto". Il Papa ha terminato la messa con l'adorazione e la benedizione eucaristica, invitando i fedeli a fare la Comunione spirituale. Una messa dove le lacrime e il dolore per la pandemia da coronavirus sono protagoniste, proprio come la celebrazione di due giorni fa tenutasi in una Piazza San Pietro deserta da dove sono risuonate parole molto forti. "Le tenebre si sono addensate sulle piazze delle nostre città", ha detto Papa Francesco.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 29/03/2020 - 13:29

Belle parole ma....magari dopo aver pianto, aprisse i forzieri per aiutare chi ha VERAMENTE bisogno,diversamente finito di piangere lui,piangono quelli che hanno il piatto vuoto.

Tobi

Dom, 29/03/2020 - 15:35

Io ringrazio il Santo Padre per le sue preghiere, e prego per lui come sempre ci chiede. E noto anche come i mass-media continuano a distorcere le sue parole fino anche ad omettere completamente certi passaggi (non mi riferisco a quest'articolo e ringrazio per questo il giornalista), nel tentativo di creare un'immagine falsificata del pontefice e quindi provocare uno scontro tra la gente comune da una parte ed il Papa e la Chiesa dall'altra parte. Mi chiedo chi c'è dietro.

amicomuffo

Dom, 29/03/2020 - 15:40

io sto piangendo da quando ho perso il lavoro! Alla mia età non mi prende nessuno ed aprire una partita iva è come suicidarsi in Italia!

giangar

Dom, 29/03/2020 - 16:09

Dopo aver tentato di descrivere i preti e la Chiesa come asserragliati al sicuro, avendo abbandonato il popolo cristiano ed essere stati smentiti dalle decine di preti morti, dopo aver attaccato la Chiesa dicendo che teneva ben chiuse le sue residenze ed essere stati smentiti dalle decine di posti resi disponibili per l'assistenza, ora si cerca di attaccare la Chiesa dipingendola come una congrega di ricchi attaccati ai propri "forzieri". Ma si viene smentiti dalle migliaia di opere di carità sostenute dalla Chiesa in Italia e nel mondo. Sicuramente ci sono nella Chiesa persone attaccate alle ricchezze, ma la lotta che Papa Francesco sta conducendo per una gestione trasparente e sempre più orientata ai poveri delle finanze vaticane sicuramente sta dando i suoi frutti.

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Dom, 29/03/2020 - 17:08

Stamani sulk presto ho ascoltato la messa officiata dal Papa e pregato, poco prima di accompagnare la consorte in ospedale per altri problemi. Ora tutto bene fortunatamente.