Il Papa vuole cambiare Padre Nostro: "Traduzione sbagliata"

Per papa Bergoglio "non è Dio che induce in tentazione, ma piuttosto Satana"

Il Papa vuole cambiare Padre Nostro: "Traduzione sbagliata"

Sembra un controsenso ma la preghiera più nota ai cristiani è sbagliata, almeno a sentire l'opinione del Papa, secondo cui il Padre Nostro avrebbe bisogno di essere sistemato, perché alcune delle sue parole lasciano sorgere dei dubbi.

"Non è una buona traduzione" quella che parla di un Dio che "induce in tentazione", o in cui per meglio dire i fedeli chiedono "non ci indurre in tentazione". Questa la ragione dietro le parole del Pontefice, che parlando a Tv2000, durante una trasmissione che per l'appunto si intitola Padre Nostro, ha detto a don Marco Pozza che "anche i francesi hanno cambiato il testo".

La preghiera, in francese, ora dice "'non mi lasci cadere nella tentazione': sono io a cadere, non è lui che mi butta nella tentazione per poi vedere come sono caduto. Un padre non fa questo, un padre aiuta ad alzarsi subito".

Perché a "indurre in tentazione è Satana, questo è l'ufficio di Satana". Non di Dio.

Commenti