Il Pd parte subito alla carica: "Conte apra alla Mare Jonio"

Il premier incaricato parla di "umanesimo". E Orfini ne approfitta: "Faccia sbarcare gli esseri umani sulla nave della ong"

Il Pd parte subito alla carica: "Conte apra alla Mare Jonio"

Giuseppe Conte ha appena accettato l'incarico di formare un governo sostenuto da 5 Stelle e sinistra, che già il Pd va alla carica. Del resto, Zingaretti è stato chiaro: serve un governo di svolta.

Cioè un ritorno al passato. Non solo per questioni come politiche economiche e Europa, ma anche sull'immigrazione. Ecco quindi che basta che il premier incaricato usi la parola "umanesimo" che i dem subito ne approfittano per riportare in auge la linea dei porti aperti bloccata da Matteo Salvini.

"Giuseppe Conte annuncia un nuovo umanesimo. Bene. Immagino quindi che gli esseri umani salvati dalla Mare Jonio verranno sbarcati immediatamente", dice Matteo Orfini, "E sono certo che la delegazione del mio partito che incontrerà il presidente incaricato lo chiederà con grande forza". E Fausto Raciti aggiunge: "Dalla Mare Jonio ci dicono di onde alte due metri e mare molto mosso. I volontari fanno i turni per non rischiare che i migranti cadano in acqua. La prima novità politica sarebbe farli scendere senza fare storie".

E pure i 5 Stelle già sono pronti a cambiare rotta. Come il ministro della Difesa Elisabetta Trenta che - dopo aver controfirmato il decreto che vieta alla Mare Jonio di entrare in acque italiane - attacca Matteo Salvini perché "travalica e azzera il sacrosanto diritto di bambini, donne in gravidanza, ammalati o persone in difficoltà di essere soccorsi".