Cronache

Prima la pedinano, poi entrano in azione: la rapina choc

È quanto accaduto a Casoria dove una signora in pieno giorno è stata rapinata nell’androne del condominio

Prima la pedinano, poi entrano in azione: la rapina choc

La seguono dopo la spesa e la rapinano nell’androne del palazzo. È quanto accaduto a Casoria, in via Kennedy, dove una signora in pieno giorno è stata seguita da due malintenzionati che poi le hanno portato via dei soldi e la fede nuziale.

La vicenda, segnalata da una cittadina al consigliere regionale campano Francesco Emilio Borrelli, sarebbe iniziata all’uscita da un supermercato intorno alle 13,45. In due la pedinano e una volta arrivati nel condominio la precedono nell’aprire il portone.

È bastata una distrazione legata al visionare la cassetta della posta per scatenare la violenza. Gli aggressori, infatti, prima l’hanno afferrata e poi strattonata per tentare di prenderle quanto di valore da lei posseduto. La signora ha provato a divincolarsi e a opporre una resistenza con tutte le forze a disposizione. Il tentativo, però, non è riuscito è quindi è stata costretta a cedere la refurtiva ai ladri che poi sono fuggiti. Quando un residente, dopo aver ascoltato le urla, è arrivato era ormai troppo tardi per fermare i malintenzionati.

L’episodio, però, questa volta è stato ripreso dalle telecamere. I dispositivi di sicurezza del condominio hanno registrato ogni singola fase dell’accaduto, dando così non solo alle forze dell’ordine un elemento per trovare prima i furfanti, ma mettendo sotto i riflettori dell’opinione pubblica un fenomeno che si ripete di frequente nell’hinterland partenopeo.

“Ormai a Casoria – dichiara chi ha diffuso il video della rapina - siamo in balia di questi delinquenti e nessuno fa niente. Il crimine e la violenza stanno prendendo la meglio e i delinquenti diventano sempre più sfrontati e sfacciati. Non temono neanche di agire in pieno giorno”.

La colpa secondo la donna sarebbe legata principalmente a un sistema giudiziario che non prevede la certezza della pena. “Anche un criminale violento – commenta il consigliere regionale di Europa Verde Borrelli in un post Facebook - si fa soltanto pochi giorni di carcere. Le cose vanno cambiate. Il prefetto e il questore devono intervenire attuando un piano radicale per arginare questa ondata di criminalità”.

Commenti