Colpito al polmone durante la corrida: muore il torero Ivan Fandiño

Finisce in tragedia una corrida a Aire-sur-Adour, in Francia. Durante l'esibizione il torero Ivan Fandiño è stato trafitto al polmone da un'incornata. Trasportato in ospedale, è morto poco dopo

Colpito al polmone durante la corrida: muore il torero Ivan Fandiño

Un torero spagnolo, Ivan Fandiño, è morto in Francia all'età di 36 anni. Mentre si stava esibendo nell'arena di Aire-sur-Adour, nel sud-est della Francia, Fandiño è stato trafitto al polmone destro dall'incornata del toro. Inutile il trasporto all'ospedale di Mont-de-Marsan, dove lo sfortunato torero è morto poco dopo (guarda il video).

Sembrava una corrida come le altre. Il torero che fa applaudire il pubblico, il drappo rosso da muovere sotto gli occhi del toro per scatenare la sua furia, l'arena che segue trepidante le movenze eleganti e armoniose dell'artista. Sembrava, perché dopo la fase iniziale in cui Fandiño ha controllato la situazione, a un certo punto è successo il colpo di scena.

Approfittando di un momento di distrazione del suo "avversario", il toro ha colpito Fandiño con un'incornata impressionante, buttandolo a terra e caricandolo un'altra volta. Immediato l'intervento del personale presente, che ha agitato un altro drappo alla vista del toro per distrarlo e portarlo via dalla vittima riversa nella polvere dell'arena.

Subito dopo Fandiño è stato caricato su di una barella e trasportato immediatamente nel vicino ospedale di Mont-de-Marsan. I medici gli hanno diagnosticato una perforazione del polmone e hanno provato a salvarlo, ma le ferite causate dall'incornata erano troppo profonde e il 36enne originario dei Paesi Baschi è spirato poco dopo.

Non è la prima volta che una corrida si trasforma in tragedia. Meno di un anno fa un altro torero spagnolo, Victor Barrio, morì in circostanze simili nella cittadina di Teruel, in Aragona.

Tolti gli ultimi due episodi, era dal 1992 che un torero non moriva a causa delle lesioni riportate durante una corrida.

Commenti