Perugia, bambina di sei anni colpita dalla malaria

La piccola di sei anni è tornata a settembre da un viaggio in Costa d’Avorio con i genitori. Da giorni ha febbre alta e non risponde alla terapia antibiotica

Una bimba di soli sei anni è stata ricoverata per aver contratto la malaria. È successo Città di Castello, in provincia di Perugia. La piccola era tornata sabato da un viaggio in Costa d'Avorio con i genitori e da qualche giorno aveva la febbre molto alta. Inoltre, non rispondeva più alla terapia antibiotica. Portata al pronto soccorso, la bimba è risultata positiva alla malaria ed è stata così trasferita al reparto di Pediatria dell’azienda ospedaliera di Perugia. Al suo arrivo il quadro clinico era preoccupante e per questo la bambina ha avuto bisogno di una trasfusione di sangue per curare la sua anemia emolitica, causata appunto dal parassita responsabile della malaria. In seguito alla somministrazione delle dovute cure, ora nella piccola è stato possibile vedere dei miglioramenti, compreso l'abbassamento della febbre. Ora la piccola è stabile e cosciente.

La malaria è una malattia che si diffonde esclusivamente tramite la zanzara e non è trasmissibile da uomo a uomo. Nonostante la mancanza di obbligo, quando ci si reca in viaggio in Paesi dell’Africa Subsahariana è bene procedere con la profilassi preventiva della malattia.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.