Picchia la moglie e tenta di lanciare neonata dalla finestra: arrestato sudanese

La violenza si è verificata a Ceraso, nel Salernitano. I carabinieri, con l’ausilio dei pompieri, sono entrati in casa e hanno fermato il 35enne sudanese

Picchia la moglie e tenta di lanciare neonata dalla finestra: arrestato sudanese

Ha aggredito e ferito la moglie al termine di un violento litigio e, poi, ha tentato di lanciare la figlia di quattro mesi dal terzo piano della propria abitazione a Ceraso, nel Salernitano. Per questo, un immigrato sudanese di 35 anni è stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Vallo della Lucania per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate.

A evitare il dramma sono stati i militari che, ricevuta una segnalazione, hanno raggiunto immediatamente la casa dove risiedeva lo straniero, un richiedente asilo politico originario del Darfour, con la sua famiglia.

L’uomo ha percosso la compagna causandole ferite guaribili in trenta giorni. Successivamente, in preda ad un delirio di follia, ha preso la neonata tentando di buttarla dalla finestra.

L'intervento dei carabinieri, guidati dal capitano Mennato Malgieri, ha evitato che la situazione degenerasse. I militari, con l'ausilio dei vigili del fuoco, sono riusciti a penetrare nell’appartamento: qui, dopo momenti di altissima tensione, hanno bloccato e reso inoffensivo il 35enne. Il sudanese è stato arrestato in flagranza di reato e condotto presso la casa circondariale di Vallo della Lucania.

Commenti