Pinerolo, alpino 42enne rientra dall'Iraq e si suicida in caserma

Tragedia nella brigata alpina "Taurinense": un maresciallo di 42 anni si è tolto la vita ieri pomeriggio sparandosi con un'arma da fuoco dentro una camerata

Una tragedia ha colpito la brigata alpina "Taurinense", una delle grandi unità di terra dell'esercito italiano. Un alpino di 42 anni si è ucciso ieri pomeriggio nei locali della caserma "Berardi" di Pinerolo, in provincia di Torino.

Il militare, che sulla divisa vestiva i gradi di maresciallo, si trovava all'interno di una delle camerate della struttura quando ha rivolto un'arma da fuoco contro se stesso e ha premuto il grilletto, uccidendosi. Ignote le cause dell'insano gesto, anche se si vocifera - secondo l'edizione torinese di Repubblica - che il maresciallo fosse stressato da qualche tempo.

L'uomo, residente a Pinerolo dove abitava con la moglie e due figli, era da poco rientrato da una lunga licenza, arrivata al termine di una missione in Iraq, dove era entrato a far parte del contingente mobilitato dalle forze armate italiane a protezione della diga di Mosul.

Sulle cause e sulla dinamica della sua morte - che appare comunque inspiegabile perché alcuni commilitoni lo avevano visto sorridente e sereno sio a pochi giorni fa - è stata aperta un'indagine, affidata ai carabinieri e agli uomini della polizia militare.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di elkid

elkid

Gio, 03/05/2018 - 12:52

---disturbo post-traumatico da stress--il problema fu evidenziato anni fa col ritorno dei militari italiani dall'afghanistan---ma mentre in altri paesi del dpts si parla senza problemi e senza nasconderlo---l'italia invece è solita insabbiare tutto quel che riguarda l'apparato militare --scandali --uranio impoverito --mazzette e varie--basta vedere il mito ed il lavaggio del cervello dell'opinione pubblica sul caso marò--assassini che passano per eroi--

evuggio

Gio, 03/05/2018 - 13:12

elkid, il tuo ragionamento sembrava incredibilmente lucido, poi la sparata finale mi ha fatto riconoscere il tuo timbro intellettuale. Probabilmente non sei riuscito a vedere il filmato del barchino dei pirati con i fori di proiettile dall'interno verso l'esterno (prova poi fatta sparire dagli onestissimi indiani)altrimenti anche il tuo Q.I. non ti avrebbe permesso di fare questa figuraccia

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 03/05/2018 - 13:30

Perche noi proteggiamo la diga di Mosul? Questa è la domanda porsi. Ci guadagnamo qualcosa oltre ad essere gli utili idioti di ue e usa. No? Ritiro immediato.

ginobernard

Gio, 03/05/2018 - 13:33

brutta faccenda la guerra. Sono rimasto scioccato dall'ultima nefandezza fatta in Siria. La guerra ha la capacità di trasformare esseri umani in qualcosa di peggiore delle bestie. E violenza genera altra violenza in una spirale senza fine. E le grandi potenze hanno enormi responsabilità. Loro bisticciano e popolazioni inermi vengono sterminate.

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 03/05/2018 - 13:44

---evuggio--le convinzioni sulla faccenda marò lei se l'è fatte con la stampa e le televisioni italiane---io con la stampa e le tv internazionali----la “narrazione tossica” fatta in italia ancora non si è rarefatta---col tempo capirai anche tu da che parte sta la realtà--

Ritratto di ierofante

ierofante

Gio, 03/05/2018 - 14:40

Stenos prima di scrivere si informi. I militari italiani sono presso la diga di Mosul a difendere i NOSTRI intressi e cioè a consentire che il personale della Trevi SpA svolga in tutta sicurezza il proprio lavoro. Ma è così difficile esprimere concetti che abbiano un fondamento???

Ritratto di eIkid

eIkid

Gio, 03/05/2018 - 15:03

--- comunque le pallottole erano diverse, lo ha detto il dottore indiano ma lo hanno fatto sparire e hanno taroccato i referti medici.Come pure le prime indagini sul peschereccio, poi scomparso. Risultava che i proiettili non provenivano dall'alto verso il basso bensì , per così dire, ad altezza uomo cioè da una nave molto più piccola di quanto era la enrica lexie. Guarda caso questo peschereccio fu immediatamente distrutto --- swag

PaolodC

Gio, 03/05/2018 - 15:20

Mi dispiace per questo gesto. La morte di un uomo in uniforme, che ha servito lo Stato onestamente, è sempre una perdita e una tragedia per tutti i cittadini. Possibile che prima di fare simili gesti non chiedano aiuto a nessuno? Poi c'è un'altra cosa che sento di dire: cosa ci facciamo noi italiani dietro le guerre inutili e assassine degli americani? I nostri soldati dovrebbero proteggere i nostri confini, basta con le guerre, la nostra Costituzione è chiara: no alle guerre preventive di qualsiasi tipo, prima viene sempre il diritto internazionale! Il diritto non la guerra! Basta americani con le guerre! BASTA! I problemi si risolvono con la diplomazia non con le bombe! BASTA bombe! BASTA soldati italiani morti!

Ritratto di 98NARE

98NARE

Gio, 03/05/2018 - 15:51

ONORE SEMPRE ONORE E RISPETTO AL MILITARE ITALIANO ONORE E RISPETTO !

27Adriano

Gio, 03/05/2018 - 17:02

La notizia mi addolora parecchio. In ogni caso Onore e Rispetto ad un Militare Italiano.

marcomasiero

Gio, 03/05/2018 - 17:46

elkid di tossico qua ci sei solo tu ! da SanMarchino ti consiglio di stare zitto se non sai !

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 03/05/2018 - 17:59

---elkid---caro falso me stesso --che ti prendi tanta briga per emularmi---ed io godo come un riccio quando lo fai- perchè in un certo senso condiziono il tuo comportamento--le cavolate da te dette sulla vicenda marò testimoniano quanto ho affermato---tu conosci solo le notizie date dagli italiani---apri quella mente piccola --leggi anche altro---impara qualche lingua straniera--sei chiuso nella cappa dell'italiota piccolo piccolo--l'italia non è il centro del mondo--ma uno sputo nell'universo

evuggio

Ven, 04/05/2018 - 14:08

elkid - quello che ti ha emulato l'identità (cosa comunque estremamente scorretta) ha detto comunque cose verissime ed il documento era un filmato ed il barchino dei PIRATI è effettivamente sparito. Non vorrei che le tue letture "internazionali" fossero indiane!