Pizzarotti: "La sospensione è nulla. Del M5S non si è fatto vivo nessuno"

Il sindaco di Parma Pizzarotti espone la sua verità dopo la sospensione dal Movimento 5 Stelle decisa da Beppe Grillo

Pizzarotti: "La sospensione è nulla. Del M5S non si è fatto vivo nessuno"

"Nessuno ha nascosto notizie sulll’avviso di garanzia. Prima di tutto abbiamo cercato di tutelare altri soggetti coinvolti. E poi il primo pensiero è stato collaborare con la magistratura per chiarire e chiudere in fretta la vicenda", lo ha dichiarato Federico Pizzarotti presentando le controdeduzioni al provvedimento di sospensione dal Movimento 5 Stelle comunicato lo scorso 13 maggio da Beppe Grillo attraverso il suo blog.

La decisione dei 5 stelle era stata presa a seguito della notizia di un avviso di garanzia, ricevuto dallo stesso Pizzarotti, per un presunto abuso di ufficio relativo alle nomine dei vertici del Teatro Regio. Il sindaco di Parma ha anche aggiutno durante la conferenza stampa: "È paradossale che in questi 10 giorni nessuno si sia fatto vivo. Sarebbe stato qualcosa di dovuto, utile e doveroso, rispetto anche a tantissimi attivisti ed eletti".

Poco prima della conferenza, il primo cittadino ha sottolineato via Facebook di averci "provato in ogni modo" a trovare un dialogo con Grillo e il direttorio. "Spero di ricevere una risposta al più presto, e di chiudere questa situazione" scrive Pizzarotti annunciando così le controdeduzioni e pubblicando un video in cui si vedono alcuni attivisti e consiglieri M5s di Parma che chiedono a Di Maio di "ascoltarci e di venire a Parma". "Noi abbiamo chiesto il dialogo" e "ci abbiamo provato in tutti i modi, anche il coro...".

Commenti