Polacca pestata a sangue da 2 nordafricani che le rubano la borsa

La vittima, una 40enne, è stata dapprima strattonata dai suoi aggressori che hanno tentato di strapparle di dosso la borsa, infine è crollata a terra sotto una tremenda raffica di pugni. Raccogliendo le forze residue è riuscita a fuggire ed è stata medicata al pronto soccorso

Una brutta disavventura quella capitata pochi giorni fa a Rimini ad una cittadina polacca di 40 anni, che si trova nella città romagnola alla ricerca di un lavoro nel fiorente settore turistico. Due giovani uomini, molto probabilmente nordafricani, hanno dapprima tentato di estorcerle del denaro, poi di strapparle di dosso la borsa, infine l'hanno fatta crollare al suolo colpendola con una violentissima raffica di pugni in pieno volto. Temendo per la propria vita però la polacca è riuscita a raccogliere le forze residue, si è rialzata ed è riuscita a sfuggire ai rapinatori.

E' la stessa signora Violetta Maria Dziedzc, la protagonista di questa vicenda, a raccontare al quotidiano Il Resto del Carlino l'andamento dei fatti: "Mi sono salvata solo perché dopo che quei due mi hanno colpita, nonostante sanguinassi e provassi molto dolore, ho trovato la forza di rialzarmi e mettermi a correre, scappando più velocemente possibile, senza mai neanche guardare indietro, nella speranza che i miei aggressori non mi inseguissero. Ho temuto per la mia vita".

"Ero appena uscita dall’albergo dove avevo alloggiato nella notte – continua Violetta –, per cominciare a girare le strutture aperte per chiedere se avessero bisogno di personale. Erano circa le sette della mattina. Appena ho messo piede sul marciapiede mi si sono avvicinati due ragazzi di colore, credo fossero nordafricani, molto giovani, sui venti o venticinque anni al massimo". "Inizialmente mi hanno chiesto dei soldi, parlavano italiano. Minacciando: ’non vogliamo monete, dacci venti o cinquanta euro, con fare aggressivo, senza nessuna spiegazione riguardo al motivo per il quale glieli avrei dovuti dare. Io ho risposto ’non li ho’. A quel punto uno dei due ha iniziato a strattonarmi la borsa per cercare di portarmela via. Ma ho resistito, e sono riuiscita a divincolarmi. All’improvviso mi hanno dato due o tre cazzotti sul volto e in testa, colpendomi con violenza, senza pietà. Ho avuta molta paura, e provato un dolore fortissimo".

La 40enne dopo la fuga è stata condotta presso il pronto soccorso dell'ospedale "Infermi" di Rimini, dove il personale medico l'ha sottoposta a tutte le cure e gli esami del caso. La visita ginecologica ha dato esito negativo, permettendo così ai dottori di escludere la violenza sessuale. Nel frattempo le forze dell'ordine, dopo aver raccolto regolare denuncia, si sono messe alacremente al lavoro per cercare di assicurare il prima possibile alla giustizia i due delinquenti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Sab, 23/11/2019 - 17:02

no è una bufalaaaa!!! i due aggressori sono dei Valtellinesi travestiti da boeri nordafricani per instillare odio!!

QuasarX

Sab, 23/11/2019 - 17:10

e' brutto da dire ma gli e' andata bene...poteva andare peggio...

Aristide56

Sab, 23/11/2019 - 17:56

assicurare alla giustizia ? Giustizia da operetta !!!!

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 23/11/2019 - 18:06

DACCI SUBITO 20 o 50 euro! A me spiace solo che queste cose non succedono mai a komunisti,buonistidelmenga,pdiotibolscevichi e via rosseggiando....

corto lirazza

Sab, 23/11/2019 - 18:06

I due poveri migranti-fggiti-dalla-guerra-e-dalla-fame erano ben informati del clima di razzismo e xenofobia che vige in Polonia ed hanno affrontato la polacca, non per rubarle i soldi, ma solo per farle capire che la parola d'ordine è akkoglienza! Purtroppo nessuno dei tre parlava bene l'itagliano ed è avvenuta l'incomprensione!

Ritratto di illuso

illuso

Sab, 23/11/2019 - 18:35

...ringrazio il Buondio, poteva andare peggio. Ragazza fortunata

Ritratto di illuso

illuso

Sab, 23/11/2019 - 18:39

I nordafricani in oggetto? Probabilmente avevano fame, se lo staterello italico li mantenesse in hotel 3 stelle a fancazzare tutto il santo giorno non si sarebbero comportati così.

ziobeppe1951

Sab, 23/11/2019 - 19:52

Dov’è finito il reato di tortura?...ahhh..vale solo per i bianchi

Ritratto di tox-23

tox-23

Sab, 23/11/2019 - 21:24

Ma che fretta! Dovranno rispettare 3 punti: 1)pagarci le pensioni 2)fare quei lavori che gli italiani non vogliono fare 3)integrarsi. Diamogli un po'di tempo..

Una-mattina-mi-...

Sab, 23/11/2019 - 21:57

NON E' POSSIBLILE! DALL'AFRICA ARIVANO SOLO SCHELETRINI TIMIDI E SMUNTI, RISERVATISSIMI, ED EDUCATI NEI COLLEGES BRITANNICI...

Divoll

Sab, 23/11/2019 - 23:55

Un consiglio spassionato alla poveretta: si trovi un lavoro in Polonia, dove le donne possono ancora girare in sicurezza.

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Dom, 24/11/2019 - 10:28

ALTRE DUE BESTIE AMATE DA PIDIOTI,SARDINE,PAPI, GRILLINI E DA STAMINCHIA!