Concerto Primo maggio: 61 arresti e 25 denunce. Molti per spaccio

Il lavoro delle forze dell'ordine ha portato al sequestro di due chili di stupefacenti. Risultati anche dai controlli rafforzati sulle strade

Concerto Primo maggio: 61 arresti e 25 denunce. Molti per spaccio

Il bilancio del tradizionale Concertone che ogni primo maggio si tiene a Roma anche quest'anno fa segnalare un numero ingente di arresti e denunce e un extra-lavoro per le forze dell'ordine. 61 in tutto gli arrestati, 25 i denunciati e 27 i giovani segnalati alla Prefettura, in molti casi per consumo e spaccio di droga.

Tra piazza San Giovanni e le principali stazioni romani, centinaia di militari hanno vigilato sullo svolgimento della giornata. Tanti anche i poliziotti in borghese presenti tra la folla che assisteva allo spettacolo. Il risultato di un controllo stringente, soprattutto sulla circolazione di stupefacenti, è stato l'arresto di 52 persone per spaccio e detenzione. Nella mani delle forze dell'ordine, a fine giornata, 2 chili di droga (hashish, marjiuana, cocaina, eroina, chetamina e anfetamina). Altre 25 sono state denunciate e 27 segnalati perché assumevano droga. Sette in arresto per il borseggio degli spettatori, due per resistenza al controllo dei carabinieri.

I controlli rafforzati su tutto il territorio provinciale hanno portato a fine giornata a 209 contavvenzioni al codice della strada, al ritiro di 11 patenti e 20 carte di circolazione, a 298 punti patenti decurtati, 6 fermi amministrativi e 24 sequestri di mezzi.

Polemiche sull'esibizione

A far molto discutere l'esibizione dei Managmente del Dolore Post Operatorio. Il gruppo si è fatto notare per un preservativo alzato al cielo come un'ostia, poco prima che il cantante - con la chierica rasata come i frati - rimanesse completamente nudo sul palco. È stato trascinato giù dal palco di peso dalle forze dell'ordine.

Commenti