Cronache

Quando la tua ragazza è una maniaca della sicurezza: lo spot sulla guida che diventa virale

Due attori siciliani hanno realizzato un video sulla sicurezza stradale per l'impresa funebre di Roma Taffo Funeral Service. Il filmato è diventato virale

Quando la tua ragazza è una maniaca della sicurezza: lo spot sulla guida che diventa virale

#Staiattento. Duecentocinquantamila visualizzazioni in pochi giorni, migliaia di “mi piace”, altrettanti followers. A spopolare sul web, questa volta, una serie di gag realizzate per conto, udite udite, di un’impresa di pompe funebri. Un’idea tutt’altro che macabra e che fa concorrenza alle varie pubblicità progresso in onda su altre reti. In macchina non si fuma, per telefonare si usa l’auricolare, al volante non ci si distrae.

E, manco a dirlo, si va piano. Consigli sacrosanti all’indomani, soprattutto, del tragico incidente accaduto sabato notte alle porte della capitale, un sorpasso azzardato, costato la vita a 4 adolescenti di Guidonia. Insomma, Hermes Greco e Titina Maroncelli, due attori siciliani usciti dalla scuola dello Zelig Lab, affrontano in chiave ironica, ma non troppo, il tema della sicurezza stradale. Quante volte un messaggio inviato dallo smartphone è costato la vita a qualcuno sulle strade italiane?

Lo sanno bene i produttori del video, gli stessi che quotidianamente si occupano della morte altrui e che, sembra un controsenso, promuovono da tempo giuste azioni per la vita. Secondo la Taffo Funeral Service di Roma, comportamenti corretti, “buone azioni” le chiamano, possono portare a morti evitabili. Un modo sicuramente intelligente per farsi un po’ di pubblicità a buon mercato sui social media. “Con le nostre campagne sociali - spiegano alla Taffo - intendiamo dare un approccio culturale al tema del caro estinto, confermando la nostra attitudine (ci mancherebbe) allo humor nero. Lo spot vuole affrontare il difficile tema della prevenzione, su tutti i fronti”. Nel video marito e moglie sono in macchina. Lui, Hermes, alla guida mentre lei, Titina, elargisce una serie di “consigli-ordini”.

Tanto che l’uomo cerca disperatamente un passaggio altrove, ma l’auto che li affianca è proprio quella dell’agenzia funebre guidata, ironia della sorte, da un’impiegata identica alla moglie. In questo caso la storia è, comunque, a lieto fine. Il messaggio è diretto e preciso: #inmacchinanonsischerza #staiattento. Hermes e Titina sono già conosciuti grazie al social youtube come “innamoratini” che raccontano, attraverso una serie di macchiette, le complicate dinamiche che una coppia si trova ad affrontare: dall’approccio al primo bacio, dalla convivenza al matrimonio. Insomma un gioco in cui i ruoli si mescolano e non si riesce più a distinguere chi sia la vittima e il carnefice. L’azienda funebre romana non è la prima a ideare forme originali di pubblicità: dai portachiavi con minibare di legno di un’agenzia di Fiumicino, ai lumini led a batteria, contro gli aumenti dei canoni elettrici, regalati da una ditta, la Croce, di Vejano nel viterbese.

Commenti