La rabbia degli infermieri: “Dal governo un euro di aumento”

Il costo di un caffè in più per ogni turno fatto. Una presa in giro per gli operatori sanitari che si sono incatenati a Torino

Chi non ricorda le immagini strazianti di medici, infermieri, operatori sanitari distrutti dalle ore di lavoro e dai turni massacranti dovuti all’emergenza da coronavirus? Le foto e i video imperversavano in televisione, sui giornali, sui social. Sembra ormai tutto dimenticato, almeno dal governo, che ha deciso di ricompensare il loro sforzo con un aumento di solo un euro per ogni turno di lavoro fatto. Suona un po’ come una presa in giro. Vale così poco il loro sacrificio? Sembra proprio di sì.

A Torino, che ormai ha ripreso a vivere, gli infermieri hanno voluto manifestare, perché “da eroi, quando la gente moriva in corsia siamo diventati dei rompiscatole cosmici. Vi ricordate le foto dei colleghi con i sacchi della spazzatura addosso al posti dei camici? Ecco: quello dice esattamente come è ridotta la nostra sanità”. Certo, riempie il cuore vedere striscioni appesi ai balconi nei quali vengono ringraziati gli angeli in bianco, ma anche il portafoglio vorrebbe una qualche riconoscenza. Non si vive mica di soli grazie.

Gli infermieri si sentono abbandonati e presi in giro

Anche se, come sottolineato da La Stampa, molti sono stati coloro che hanno supportato il loro difficile lavoro portando in ospedale cibo e uova di Pasqua. Adesso però si sentono abbandonati. Claudio Delli Carri, segretario regionale di un sindacato che si chiama Nursing Up e infermiere alle Molinette, ha spiegato: “Eh sì, la gente ci applaudiva. Poi chi aveva promesso prebende e compensi, ci ha fatto l'elemosina. Un aumento nello stipendio di marzo e di un euro per ogni turno fatto. Le sembra normale? Prima ti dicono bravo, eroe, fantastico. Poi ti umiliano con un'elemosina”. E la notizia della presa per i fondelli ha fatto in breve tempo il giro del web. A conti fatti, si tratta di una pizza regalata al mese. Sempre che si spenda sui 20 euro o poco più. Sembra però che qualcuno si sia reso conto e che alcune Asl del Piemonte stiano correndo ai ripari per cercare di rimediare. Certo, non saranno tantissimi i soldi che arriveranno, ma comunque qualcosa in più. Anche perché, effettivamente, la sanità regionale ha avuto molte spese extra. A fine anno poi, in tempo di presentazione dei bilanci al Ministero, la situazione potrà anche peggiorare. [[ 1864542]]

Il flash mob in piazza Castello a Torino

Claudio Delli Carri vuole giustizia. Anche perché il 14% degli oltre 24mila infermieri e Oss del Piemonte ha contratto il Covid-19. Che alla fine non sono certo pochi: circa 3.300 soggetti infettati. Chi lavora in terapia intensiva e ha 30 anni di esperienza guadagna 1.800 euro al mese. Tutti gli altri ovviamente molto meno. Ed è qui che monta la rabbia, verso tutti, indistintamente. Nel mirino finiscono la Regione, il governo, il ministero. Nessuno escluso. Nella giornata di ieri, mercoledì 20 maggio, sono scesi in piazza Castello a Torino i dipendenti della sanità del sindacato Nursind. Mentre lo scorso 30 aprile era toccato a medici e infermieri dell’ospedale le Molinette scendere nel cortile della struttura ospedaliera e rimanere in silenzio. Per manifestare contro la mancanza di mascherine, i turni di lavoro massacranti, la paura di contagiarsi. Durante il flash-mob di ieri gli infermieri si sono messi le catene ai polsi e si sono sdraiati per terra con cartelli dalle scritte eloquenti. Francesco Coppolella, segretario del sindacato ha detto: “Ci hanno trasformati negli untori degli ospedali. Hanno abolito la quarantena preventiva e ci hanno rispediti in corsia”. Adesso avranno una pizza e una birra come ringraziamento al loro duro lavoro.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 21/05/2020 - 10:37

ulteriore dimostrazione di quanto sia inaffidabile questo governo! ai medici e infermieri briciole, ma alla task force, agli amici degli amici, come quello di di maio, vengono regalati un sacco di soldi! come pensate di essere moralmente superiori, se poi ci prendete in giro in questo modo? :-)

Ritratto di giangol

giangol

Gio, 21/05/2020 - 10:43

vietato lamentarsi. continuate a votare sinistra, continuate

mozzafiato

Gio, 21/05/2020 - 10:49

Continua presso l'informazione di regime "la wanferfull GIUSEPPI story"! UNA ROBA DA KOREA DEL NORD! Ormai le manifestazioni di protesta contro GIUSEPPI e la sua banda Bassotti, si tengono regolarmente in tutta Italia, MA SUGLO ORGANI DI DISINFORMAZIONE DEL REGIME (VEDI LE AGENZIE "INDIPENDENTI" ANSA e zADNMRONOS") NON SE NE TROVA TRACCIA! Si parla esclusivamente dei miliardi che stanno piovendo copiosamente sulle crape degli italiani , nonché delle passerelle che lo stesso VANESIO GIUSEPPI effettua sempre con regolarità cronometrica qua e la. Che squallida vergogna sta mostrando la nostra fulgida democrazia SORTA SULLE CENERI DEL BIECO FASISMO!

acam

Gio, 21/05/2020 - 10:55

non c'è bisogno di leggere l'articolo 80000 euro l'anno sono serviti per pagare il doppio incarico all'amico di di maio per gli inremirei nonn bastavano richiamo di nuovo Mattareelllaaaaaa!

Ritratto di Paolo_Trevi

Paolo_Trevi

Gio, 21/05/2020 - 10:57

Per loro non piange la frignona? A mio parere sono più invisibili loro dei clandestini e questi signori salvano vite, non raccolgono cetrioli. Che governo fetido.

Papele

Gio, 21/05/2020 - 11:00

Una mia amica e infermiera mi ha fatto vedere la busta paga guadagna 1850€ al mese e non ha figli e neanche mutuo da vagare ma cosa si aspettano di più???

maxxena

Gio, 21/05/2020 - 11:07

questa è l'ennesima schifezza, un grazie a tutti gli infermieri che hanno curato anche chi li offende e li umilia. Spero che gli italiani, invece di cantare al balcone, conservino memoria dei sacrifici e dei morti subiti da questa categoria.(anche dai medici)

aldoroma

Gio, 21/05/2020 - 11:13

Sono presi con i migranti

Ritratto di adl

adl

Gio, 21/05/2020 - 11:58

HANNO RAGIONE DA VENDERE.

Ritratto di marmolada

marmolada

Gio, 21/05/2020 - 12:02

E'la grande manifestazione di gratitudine di questa accozzaglia governativa a chi in prima linea ha combattuto duramente anche a costo della vita, per salvare più gente possibile. Prima si va a votare, prima ritorniamo alla democrazia. Questo regime komunista ha fatto vomitare abbastanza...

Happy1937

Gio, 21/05/2020 - 12:10

Che pretendevate? Di voi, come di tutti gli italiani, a Giuseppi, Bellanova, Lamorgese & Co. non gliene frega un bel niente. Loro devono pensare solo ai clandestini.

mozzafiato

Gio, 21/05/2020 - 13:08

PAPELE... sciagurato komunista bolscevico stalinista! SI ASPETTANO SOLO QUELLO CHE GIUSEPPI E LA SUA ACCOLITA DI PEZZENTI PALLONARI AVEVA PROMESSO!!!! Comunque sicuramente molto di più di quanto la cenciosa citata miserabile accolita, da ai clandestini fuorilegge che vengono a trascorrere le vacanze da noi, SISTEMATICAMENTE A NOSTRA CURA E SPESE. Ora non ti resta che correre nel fognolo dove alloggi a nasconderti!!! P. S. Che pretenderesti kompagno PAPELE che i 1850 euro/mese, lo stato li elargisse ad un parassita nullafacente komunista come te?

Papele

Gio, 21/05/2020 - 13:36

@mozzafiato io rischio la vita tutti i giorni su una petroliera per 2000 euro al mese facendo 13/14ore di lavoro al giorno senza turni e giorni di festa e mica mi lamento?cmq se non gli sta bene lo stipendio possono anche dimettersi sai quanti infermieri disoccupati ci sono Un altra cosa l unica argomentazione che sapete portare sono i clandestini miserabili

Ritratto di adl

adl

Gio, 21/05/2020 - 14:35

C'è un'altra categoria professionale a cui corrisposero negli anni d'oro, un euro a trasmissione telematica, poi ridottasi a 0.50 e poi annullata ma questa è una storia diversa, non di eroi, ma molto fantozziana.