#reazionecreativa alla paura

IlGiornale.it ha deciso di raccontare l'Italia che reagisce alla psicosi. Storie di chi combatte il Coronavirus con la normalità. Aiutaci anche tu a raccogliere esperienze sulle tue reazioni creative o su quelle di cui sei venuto a conoscenza scrivendoci qui

Non siamo un Paese che ha paura. Non l'abbiamo mai avuta e ci riscopriamo Nazione proprio davanti alle difficoltà. Il Coronavirus è arrivato, ha provato a cambiare le nostre vite, ma dopo qualche giorno di smarrirmento, l'Italia profonda, quella vera, ha deciso di rimboccarsi le maniche e di dar voce alla sua "reazione creativa". In questo nostro speciale, "Reazione creativa al Coronavirus" , ci siamo presi il compito di dar voce all'Italia produttiva, quella che non resta a guardare, quella che mette da parte la paura e affronta uno scenario inedito come quello che ci sta coinvolgendo in questi giorni e in queste settimane. Farmacisti che producono il gel igienizzante per regalarlo a chi, in preda alla psicosi, non lo trova nei supermercati, produttori di vino che incitano i dipendenti ad affollare i ristoranti la sera o insegnanti che hanno scoperto le lezioni online tra chat e videochiamate.

IlGiornale.it ha deciso, con una presa di posizione chiara e forte, di raccontare il Paese, questo Paese che sa ritrovarsi e darsi una mano (nei tempi dell'egoismo) con discrezione, senza fare rumore. E proprio senza far rumore a volte appare un sorriso. Un sorriso strappato ad esempio sui social che in queste ore sono letteralmente sommersi da "meme" o "vignette" ironiche che cambiano il normale mood della paura. C'è anche Morgan che con mascherina sul viso canta all'Ariston le "brutte infezioni" al Bugo di turno.

Tra queste storie che vi racconteremo e che già vi abbiamo raccontato, c'è un parroco, don Gabriele Bernardelli che qualche giorno fa, alle 11 del mattino, nella sua Castiglione d'Adda, in pieno isolamento, ha deciso di pronunciare quell'"andate in pace" che è suonato come un conforto in mezzo alla tempesta. Da solo è uscito sul sagrato della chiesa dell'Assunta per mandare il suo messaggio ad un Paese deserto che vive chiuso in casa. Parole semplici e gesti silenziosi che cancellano di colpo i volti con le mascherine e quegli assalti ai supermarket per far scorte nel nome di una paura finora sconosciuta. La "reazione creativa" è anche una barriera alle fake news, alle dicerie dei social che in queste ore accompagnano il dibattito e il racconto sui media del Coronavirus. IlGiornale.it appartiene a quella parte del Paese che non cucirà addosso la paura. Vogliamo stare vicino all'Italia degli imprenditori, delle aziende, delle scuole, delle farmacie, delle mamme e dei papà che giorno dopo giorno danno un esempio forte: combattere la psicosi che sfocia nel terrore di uscire di casa, anche solo per andare a lavoro. Il nostro lavoro adesso ha un obiettivo più chiaro: spiegare e raccontare il coraggio "normale" degli eroi quotidiani. Voi. I nostri lettori. Aiutateci in questa sfida che chiude le porte alla paura. Raccontatevi e raccontateci chi siete e cosa fate davvero per far ripartire un Paese che, ad essere sinceri, non si è mai fermato. E mai lo farà.

reazione creativa

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Gattagrigia

Sab, 29/02/2020 - 08:14

In Cina hanno diminuito i contagi, in alcune città sono azzerati, con l’isolamento e la quarantena. Le lezioni online come anche la spesa, e tutto ciò che arriva dalla ristorazione, in pratica diminuendo i contatti. Spero che quella che voi chiamate Italia Vera abbia ragione. Auguri

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Sab, 29/02/2020 - 08:26

E' proprio vero,L'Italiano, quello con la I maiuscola é coraggioso, lavoratore capace, quello che non ha tempo per star a sentire i tanti , troppi predicatori, fasulli profeti policiti e, soprattutto , forieri di tutte le disgrazie che ci capitano addosso.E' il popolo Italiano silenzioso che sgobba dalla mattina alla sera, é l'Italiano che ama la nostra BANDIERA non solo allo stadio ma tutti i giorni. FORZA ITALIA , Italia che lavora. E, non c'é nessuna allusione politica, solo la dignità d'essere ITALIANO.

Ritratto di spectrum

spectrum

Sab, 29/02/2020 - 08:27

Questo e' "il Giornale" che vince :) ben fatta. L'importante e' che Conte vada a mangiare il baba' con Macron mentre i casi passano da 450 a 800. Che questo governo passi alla faccia del mondo come una manica di incompetenti e' la giusta e sacrosanta punizione per aver voluto mandare in galera gli avversati politici che nulla di male hanno fatto al paese e che hanno ben piu voti di loro. Altro che mostro Salvini, la verita' e' sotto lgi occhi di tutti, governo di mostri, mostri, nmostri, finti buoni ma cattivi e incompetenti ! Chiamino in aiuto la figlia di papa' Carola, che dall'altezza della sua genia stara' probablimente pensando sicuramente che il popolo italiano e' sottospecie.

antipifferaio

Sab, 29/02/2020 - 09:42

E' proprio vero! Gli italiani sono un popolo fantasioso più che fantastico. I giornalisti, guidati a bacchetta dalla politica, hanno di fatto cerato la psicosi da virus, con migliaia di articoli "attenti al lupo", e ora che fanno?...Udite, udite...combattono la stessa psicosi che hanno creato loro stessi. O almeno cercano. Per primo è evidente che la politica, nazionale, internazionale o chicchessia, ha capito che si è creato un effetto boomerang, cioè dannoso per se stessi. La sinistra, che si trova nel pantano dell'immigrazione incontrollata, è affogata ma il Sistema TUTTO...deve correre in aiuto...chissà come mai!! Di fatto cercano di rimediare quando i buoi ormai sono scappati. O meglio li hanno fatti evadere, diffondere come virus e malattie di ogni genere da quando l'immigrazione incontrollata regna incontrastata nel paese di Pulcinella.

Ritratto di PeccatoOriginale

PeccatoOriginale

Sab, 29/02/2020 - 10:53

siredicorinto - "troppi predicatori, fasulli profeti policiti e, soprattutto , forieri di tutte le disgrazie che ci capitano addosso". Bastava dire: "Salvini".

Ritratto di PeccatoOriginale

PeccatoOriginale

Sab, 29/02/2020 - 10:58

spectrum - Mi sembra invece che l'Italia per una volta abbia impartito una lezione al mondo. Ha bloccato i voli dalla Cina, ha isolato le citta`-focolai, e ha effettuato un alto numero di tamponi (da cui l'alto numero di positivi, mentre altri, come la Francia, stanno ancora cercando di capire cosa fare, e mettono tutto sotto il tappeto).