Referendum, Salvini: "Stranezze voto estero, governo chiarisca"

Matteo Salvini torna a parlare di "altissimo rischio brogli" nel voto degli italiani all’estero per il Referendum costituzionale

Referendum, Salvini: "Stranezze voto estero, governo chiarisca"

Matteo Salvini torna a parlare di "altissimo rischio brogli" nel voto degli italiani all’estero per il Referendum costituzionale. "Stanno succedendo troppe cose strane", ha affermato a ’Radio Padania, in collegamento telefonico da Mosca. "C’è qualcosa che non torna: il governo faccia chiarezza", ha aggiunto, annunciando che la Lega Nord farà "un’interrogazione al ministero degli Esteri".

Il leader del Carroccio ha sostenuto che, su "circa 50 persone" presenti all’incontro con la comunità italiana a Mosca, "c’erano nella sala almeno una quindicina che non hanno ricevuto le tessere elettorali". "Ci sono segnalazioni che mi arrivano da tutto il mondo", ha aggiunto Salvini, "schede che appaiono, schede che scompaiono". Poi il leader del Carroccio incontrando un gruppo di italiani a Mosca per la campagna per il No ha affermato: "L’Unione europea è un Unione Sovietica in peggio e, prima sarà smontata, meglio sarà per noi tutti". "L'Unione europea", ha sostenuto il segretario federale del Carroccio, "è causa dei tre quarti dei nostri problemi".

Commenti