Violenta rissa tra stranieri al fast food, nigeriano reagisce al fermo

Fuggito dopo la rissa a cui aveva preso parte, lo straniero, regolare sul territorio nazionale, si è rivoltato contro gli agenti, i quali hanno dovuto faticare non poco per far scattare le manette ai suoi polsi

Violenta rissa tra stranieri al fast food, nigeriano reagisce al fermo

Violenta rissa tra stranieri all'interno di un McDonald's di Reggio Emilia, al termine della quale uno solo dei contendenti, di nazionalità nigeriana, è stato catturato e quindi rimesso in libertà dopo una semplice denuncia

Il fatto si è verificato durante lo scorso sabato tra le pareti del fast food di via Emilia Ospizio, angolo via Melato, intorno alle 14. Tante le persone presenti in quel momento all'interno del locale, tra cui famiglie con bambini, cosa che non ha minimamente preoccupato gli extracomunitari.

Come riportato dalla stampa locale, dopo aver mangiato, gli africani avrebbero iniziato a discutere tra di loro, in modo via via più acceso. Dalle urla e gli spintoni alla rissa vera e propria il passo è stato breve, e gli stranieri hanno iniziato a darsele di santa ragione tra lo sguardo attonito e terrorizzato dei presenti.

Il personale del fast food ha immediatamente contattato le forze dell'ordine per segnalare l'episodio, ed in breve una pattuglia della squadra volante di Reggio Emilia è giunta sul posto.

È bastato il suono della sirena a scatenare il panico tra gli africani i quali, come schegge impazzite, si sono divisi correndo in direzioni diverse. Almeno 4-5 persone sono fuggite verso Campo di Marte, sparendo nel nulla. Tutti tranne un 20enne, che ha imboccato le vie del centro, venendo inseguito ed infine fermato all'altezza del distributore di piazzale Tricolore.

Con le spalle al muro, il nigeriano si è rivoltato contro i poliziotti, insultandoli e minacciandoli con rabbia e reagendo al tentativo di bloccarlo. Ogni suo sforzo è tuttavia risultato vano. L'africano, ammanettato, è finito negli uffici della questura di Reggio. Si tratta di un 20enne regolare sul territorio nazionale ed in possesso di permesso di soggiorno.

Una semplice denuncia a piede libero per resistenza a pubblico ufficiale e tutto si è concluso rapidamente. Ancora in corso le ricerche degli altri partecipanti alla rissa.

Commenti

Grazie per il tuo commento