Rimini, altro stupro in spiaggia: fermato un 34enne marocchino

I carabinieri lo hanno arrestato in flagranza ancora nudo mentre costringeva la donna a un rapporto sessuale. Appena sei giorni fa un episodio simile, sempre a Rimini

Rimini, altro stupro in spiaggia: fermato un 34enne marocchino

Rimini torna al centro di un altro episodio di cronaca nera. Ancora una volta, purtroppo, uno stupro.

Secondo le prime ricostruzioni battute dalle agenzie, i carabinieri della città rivierasca hanno arrestato un marocchino di 34 anni con precedenti per reati contro il patrimonio con l'accusa di aver violentato una quarantenne di Parma. Stando alle informazioni raccolte dai militi, il maghrebino avrebbe fermato una coppia di turisti parmigiani alle 5 del mattino sul lungomare di Marina Centro, entrambi sotto l'effetto di alcol.

Lo straniero si sarebbe impossessato del cellulare della donna e quindi la avrebbe costretta a seguirlo per riavere il telefono. Una volta in spiaggia, l'avrebbe costretta ad avere un rapporto sessuale con lui. Nel frattempo però il compagno ha chiamato il 112 e ha allertato i carabinieri del pericolo, comunicando la posizione precisa.

Una volta che gli uomini dell'Arma sono giunti sul posto hanno fermato il 34enne ancora nudo che tentava di violentare la ragazza, arrestandolo in flagranza di reato.

Sempre a Rimini, in zona Miramare, appena sei giorni fa un branco di quattro nordafricani avevano stuprato una giovane polacca dopo aver picchiato e malmenato il marito. Ancora sotto choc, la capitale della movida dell'Adriatico si ritrova a fare i conti con un altro drammatico episodio di violenza.

Commenti