Cronache

Rimini, autista sveglia migrante che dorme. Finisce massacrato a pugni in faccia

Un migrante senegalese ha attaccato l'autista di un bus a Rimini, colpovole di averlo svegliato dal sonnellino che stava facendo sul veicolo. L'aggressore è stato arrestato e denunciato

Rimini, autista sveglia migrante che dorme. Finisce massacrato a pugni in faccia

A fine corsa ha notato che sul bus che guidava c'era ancora un passeggero: un migrante. L'ha svegliato per fargli invitarlo a scendere dal mezzo oramai giunto al deposito di Rimini. Come risposta ha prima ricevuto una serie di insulti, e poi, come se non bastasse anche una scarica di pugni al volto.

L'aggressione

Un immigrato senegalese di 27 anni ha dato in escandescenza dopo essere stato svegliato dal suo riposino sul bus. Ha aggredito l'autista del mezzo, colpevole di averlo strappato dalle braccia di Morfeo. L'uomo arrivato a fine corsa stava per chiudere il veicolo quando ha udito il russare del africano. Si è rivolto al seggiolino sul quale dormiva il passeggero e poi ha fatto presente al giovane di colore che doveva scendere.

L'uomo non ha tollerato l'invito e nemmeno il risveglio: così si è scagliato contro il dipendente della Start Romagna, azienda di trasporto che gestisce i servizi di trasporto pubblico in Romagna. Prima le parolacce, poi una serie di pugni al volto che hanno steso l'autista.

Le lesioni riportate però non hanno fermato il conducente, che ha immediatamente dato l'allarme a una pattuglia dell'esercito. Nel frattempo accorre una volante della polizia di Stato, gli agenti raccolgono una breve ma precisa descrizione dell'aggressore. Poco dopo lo individuano. Questo però da di nuovo in escandescenza tanto da constringere i poliziotti a bloccarlo e scortarlo in Questura. Il 27enne è stato arrestato per lesioni e resistenza e interruzione di pubblico servizio, come scrive RiminiToday.

Commenti