A rischio il prossimo film di Woody Allen: "Amazon ha dubbi sul regista"

Il prossimo film di Woody Allen "A Rainy Day in New York" potrebbe non essere finanziato da Amazon dopo le accuse di molestie fatte al regista

"A Rainy Day in New York", il prossimo film di Woody Allen, potrebbe non vedere mai la luce.

Dopo lo scandalo delle molestie sessuali sembra che Amazon, che ha finanziato la produzione e dovrebbe distribuire la pellicola, stia valutando se interrompere i suoi rapporti di lavoro con il regista.

La società non ha ancora preso una decisione ma, come riporta il New York Times, i dubbi su Woody Allen riguarderebbero proprio le accuse fatte dalla figlia adottiva Dylan Farrow che di recente ha dichiarato di essere stata molestata quando aveva sette anni dal padre.

La ragazza, adottata da Mia Farrow e successivamente da Allen nel 1991 quando il regista e l'attrice si misero insieme, si era detta sdegnata e ferita dall'indifferenza che per anni ha circondato le accuse mosse da lei e la madre nei confronti del celebre regista.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Burumaru

Burumaru

Dom, 28/01/2018 - 18:40

Woody Allen, icona della sinistra radical chic, un molestatore di bambine idolatrato da "progressisti" e affini. Magari firmeranno un proclama in sua difesa come già hanno fatto per lo stupratore Polansky.

Ritratto di Rames

Rames

Dom, 28/01/2018 - 19:27

Bigotti di mexxa.Shalom Woody.