Rissa tra nigeriani sul treno, danni ai vagoni e rabbia dei pendolari

I litiganti, un uomo e due donne di nazionalità nigeriana, hanno dato vita ad una violenta colluttazione, che ha portato il convoglio ad accumulare un ritardo di 40 minuti: spaccato il vetro di una porta divisoria

Rissa tra nigeriani sul treno, danni ai vagoni e rabbia dei pendolari

Una rissa in piena regola è andata in scena sul convoglio in partenza da Siena e diretto verso Chiusi nella serata dello scorso mercoledì, poco dopo le 19:30.

Nonostante le carrozze fossero piene di pendolari che rientravano a casa dopo una giornata di lavoro gli stranieri, due donne ed un uomo, non hanno avuto alcuno scrupolo né riguardo, continuando a gridare ed a pestarsi come se non avessero nessuno intorno.

Dapprima una discussione che, con toni via via più accesi, si trasforma in una vera e propria rissa verbale fatta di improperi ed urla disumane. Intorno ai facinorosi si forma il vuoto, dato che tra di loro iniziano a volare i primi schiaffi e pugni, presagio di una colluttazione che diviene progressivamente più violenta. Una scena da far west che non lascia insensibili alcuni dei passeggeri, i quali contattano il capotreno affinchè ponga fine alle ostilità. Quest’ultimo, una donna, ha avuto bisogno dell’aiuto di alcuni dei presenti per separare gli stranieri. Non senza grande sforzo, i volenterosi riescono a dividere i litiganti, collocandoli in due distinte carrozze: da un lato l’uomo, dall’altra le due donne.

Allertata la Polfer, il treno si ferma alla stazione di Arbia per consentire l’intervento degli agenti. Questi portano via i tre protagonisti della rissa e li prendono in consegna, fino all’arrivo sul posto di una volante della polizia di Stato. Con le manette ai polsi gli stranieri, di nazionalità nigeriana, sono stati condotti presso gli uffici della questura. Frattanto il convoglio aveva accumulato un ritardo di 40 minuti, cosa che ha ovviamente fatto nascere la rabbia di chi era divenuto ostaggio della rissa tra africani ed aveva dovuto posticipare per questo il rientro a casa.

Questo elemento aggiungerà l’imputazione per interruzione di pubblico servizio ai nigeriani, incriminati in primis per la rissa e per i danni portati al treno, dato che è risultato spaccato il vetro di una porta interna.

Commenti