Ritardi sulle motivazioni: 14 boss fuori dal carcere

A rischio scarcerazione quattordici boss mafiosi per un ritardo nel deposito delle motivazioni della sentenza

A rischio scarcerazione quattordici boss mafiosi per un ritardo nel deposito delle motivazioni della sentenza e l'Ispettorato del Ministero della Giustizia avvia degli accertamenti sulla vicenda. Accade a Palermo, dove il Tribunale del Riesame ha bocciato il congelamento dei termini di custodia cautelare per 14 mafiosi palermitani, tra cui un ergastolano, disposto dal gup Sergio Ziino. Lo stesso giudice Ziino aveva depositato la sentenza di primo grado ritardo. Ecco perché era stata sospesa la decorrenza della custodia cautelare per evitare la scarcerazione. Ma il Riesame, come scrivono oggi alcuni quotidiani, ha bocciato la sospensione dei termini. Interpellato dall'Adnkronos il Presidente reggente della Corte d'appello Matteo Frasca spiega che saranno i "giudici della corte d'Appello a dovere trattare il caso e valutare i provvedimenti da prendere in base alla legge".

Dal 19 febbraio prossimo quattordici presunti appartenenti ai clan di Bagheria, Casteldaccia, Altavilla Milicia, Villabate e Ficarazzi (Palermo) ma anche al mandamento di Porta Nuova del capoluogo siciliano, torneranno quindi liberi. Si tratta di esattori del pizzo che erano stati enunciati con coraggio dalle vittime del pizzo. Per questo motivo, oggi pomeriggio, il Ministero della Giustizia ha disposto, attraverso l'Ispettorato degli accertamenti preliminari sulla vicenda.

Commenti

killkoms

Gio, 09/02/2017 - 17:41

notare come la "legge",inflessibile e "veloce" coi tutori dell'ordine che "eccederebbero" e coi cittadini che si difendono (a casa propria) sia stra lenta coi veri criminali!

billyserrano

Gio, 09/02/2017 - 17:41

Niente di strano, credo sia tutto da copione, mica è la prima volta che succede.

paolo b

Gio, 09/02/2017 - 18:09

che dice il capo magistrato davigo?

Giorgio5819

Gio, 09/02/2017 - 18:18

...evidentemente il quindicesimo boss era già fuori...

VittorioMar

Gio, 09/02/2017 - 18:36

....CONTRO GLI INNOCENTI "DETERMINATI"; CONTRO I DELINQUENTI "SOGGEZIONE"!!

Marzio00

Gio, 09/02/2017 - 18:51

Questi sono segnali chiari per chi magari ha avuto il coraggio di denunciare un'estorsione, un'intimidazione e chi più ne ha ne metta! Ancora una volta i rappresentati dello stato italiano hanno dimostrato tutte le loro capacità....

LostileFurio

Gio, 09/02/2017 - 19:06

Ma da che parte sta piu' la Magistratura?

VESPA50

Gio, 09/02/2017 - 19:07

Sicuramente questo giudice che si è laureato ai corsi serali è un parente di quel famoso giudice Carnevale (già il nome è tutto un programma)definito da Falcone e Borsellino l'ammazzasentenze. Mi chiedo se uno scaldasedie come questo non è in grado di fare il suo lavoro per il quale è pagato profumatamente, non andrebbe cacciato o trasferito magari a far fotocopie?

LostileFurio

Gio, 09/02/2017 - 19:13

E se questi fuori ammazzano qualcuno il Magistrato va in galera al posto loro? Non esiste una legge cosi'? Dovrebbe!

Ritratto di Fuchida

Fuchida

Gio, 09/02/2017 - 19:17

Davigo ha detto che i giudici non sbagliano mai...

ziobeppe1951

Gio, 09/02/2017 - 19:21

Questo succede a chi ha tanti soldi, non certo ai poveri cristi

Il giusto

Gio, 09/02/2017 - 19:49

15 boss...silvio è fuori...

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 09/02/2017 - 20:11

NON DAVANO FASTIDIO AL NUOVO ORDINE MONDIALE I GIUDICI SONO MOLTO IMPEGNATI CONTRO BERLUSCONI, LA RAGGI GLI IMMIGRATI DA GRAZIARE E SCAGIONARE. TANTO IL POPOLO BUE REGALA 147.000 EURO ANNUE AI MAGISTRATI CHE BABBEI DI COSI' !!!!

Ritratto di Flex

Flex

Gio, 09/02/2017 - 20:23

Sarà colpa della Raggi.

sparviero51

Gio, 09/02/2017 - 20:34

E LA BINDI CHE DICE ???

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Gio, 09/02/2017 - 20:42

è chiaramente un caso, una sfortunata fatalità....i politici sono da galera ma i magistrati (se non tutti, parecchi) dovrebbero seguirli a ruota

roliboni258

Gio, 09/02/2017 - 21:26

mi piacerebbe sapere che ne pensa Davigo

Una-mattina-mi-...

Gio, 09/02/2017 - 21:50

IL PAESE DELL'ILLEGALITA' A CHILOMETRI ZERO NE HA COMBINATA UN'ALTRA DELLE SUE, DI QUELLE CHE IL MONDO (DEI DELINQUENTI ESTERI) CI INVIDIA...

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Gio, 09/02/2017 - 21:55

Ma fateli lavorare di piú. Ekkekavolo. Una casta di poltroni superpagati e supeprotetti.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Gio, 09/02/2017 - 21:57

Con Berlusconi hanno trovato la maniera di inchiapettarlo senza vaselina inventandosi i processi superveloci, lavorando anche di notte a pieno ritmo per preparare le carte per tempo. Per i boss mafiosi il tempo non lo hanno trovato. Che si vergognino. Poltroni a gógó.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 09/02/2017 - 22:08

E' da cent'anni che questo succede, sempre con loro.

guardiano

Gio, 09/02/2017 - 22:17

Bisogna comprendere i giudici, poverelli sono senza risorse,senza organico, senza cancellieri, senza fazzoletti per asciugarsi il sudore del loro duro lavoro.

guardiano

Gio, 09/02/2017 - 22:17

Bisogna comprendere i giudici, poverelli sono senza risorse,senza organico, senza cancellieri, senza fazzoletti per asciugarsi il sudore del loro duro lavoro.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 09/02/2017 - 22:26

Ecco dimostrato come "lavorano" i GIUDICI Italiani!!!!lol lol.

giovanni PERINCIOLO

Gio, 09/02/2017 - 22:41

Attendiamo tutti con ansia i commenti del signor Davigo! Sempre colpa delle forze dell'ordine e investigatori incapaci???

fifaus

Gio, 09/02/2017 - 22:57

E Davigo, che dice? E Mattarella, sempre zitto?

Ernestinho

Ven, 10/02/2017 - 07:12

Assurdità italiane!

Ritratto di orione1950

orione1950

Ven, 10/02/2017 - 07:54

un altro giudice lanciato per punizione a fare una rapida carriera.

acam

Ven, 10/02/2017 - 08:06

ma i giudici sono coì impgnati in politica che non hanno tempo per giudicare, aspettano solu una buona legge sull'autodifesa che li sollevi dall'onere, tanto i boss fanno parte delle istituzioni, non possono essere pericolosi

lento

Ven, 10/02/2017 - 08:34

I giudici figliocci dei mafiosi.

lento

Ven, 10/02/2017 - 08:38

La prima regola dei mafiosi nascenti e' quella di pagare gli studi in giurisprudenza ai figli dei contadini per poi servirsene a momento giusto che arrivera' puntuale !

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 10/02/2017 - 10:03

i magistradi hanno ragione ; mancano gli scrivani (con la penna d'oca) , hanno solo Totò come scrivano del film "miseria e nobiltà"

Epietro

Ven, 10/02/2017 - 11:05

E' ora che il Parlamento si dia una mossa e che i magistrati paghino le loro malefatte con regole e termini precisi, smettendo di offendere la Giustizia e l'intero popolo italiano.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Ven, 10/02/2017 - 11:39

^°@°^ Tutto calcolato alla perfezione, del resto si sono sempre tenuti in allenamento, stanno sempre molto attenti a non commettere gravi errori tanto da mandarli in galera. Questi magistrati sanno benissimo che basta un attimo di disattenzione (tipo mandare gli atti in tempo utile, accelerare le pratiche, lavorare di notte come contro BERLUSCONI....ecc...Ecc.... ed il non benvivente si potrebbe beccare una decina d'anni.

Ritratto di centocinque

centocinque

Ven, 10/02/2017 - 12:29

Piercamillo davigo ha niente da commentare?