Rocambolesco inseguimento nel centro di Milano

Auto non si ferma all'alt e travolge i tavolini all'aperto di un ristorante. Un ragazzo di 16 anni scende poi dal mezzo e aggredisce gli agenti. Il conducente scappa

Rocambolesco inseguimento nel centro di Milano

Chi ha visto la scena di persona avrà pensato che stessero girando un film d'azione. Invece era tutto vero. Nella tarda serata di sabato a Milano, un ragazzo di 16 anni e suo padre di 57, sono stati coinvolti in un rocambolesco inseguimento in auto, finito in malo modo. Poco prima delle 23, gli agenti di pattuglia nella zona hanno notato una Bmw sfrecciare a tutta velocità nella corsia preferenziale di viale Piceno. A quel punto è scattato l’alt, ma l’auto non si è fermata e ha proseguito la sua corsa. Quindi è partito l’inseguimento a sirene spiegate, fino a quando l'auto in fuga è finita contro i tavolini all’aperto di un ristorante di via Marcona.

Dal posto del passeggero è sceso un ragazzo che ha tentato di aggredire gli agenti cercando anche di sfilare la pistola dalla fondina di uno dei due. Il conducente, approfittando del caos, ha ingranato la retromarcia tentando di investire gli agenti e il gestore del ristorante, che nel frattempo era uscito per verificare quanto stesse accadendo. Quindi ha urtato violentemente l’auto della polizia, spostandola di una ventina di metri, e si è dato alla fuga.

Il ragazzo, uno spagnolo risultato incensurato, è stato arrestato per tentato omicidio, tentata rapina, danneggiamento aggravato, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Il padre invece ha abbandonato l’auto in piazza Grandi e si è dato alla fuga.

Commenti