Roma a luci rosse, in arrivo il quartiere dove la prostituzione sarà tollerata

Scelta l'area del progetto voluto da Marino: sorgerà all'Eur. La sinistra esulta: "Un'operazione di recupero sociale"

La giunta Marino si sta preparando per creare il primo quartiere a luci rosse della capitale. Un tentativo, come scrive l'Huffington, "di liberare le strade dell'Eur dal fenomeno della prostituzione selvaggia e allo stesso tempo tenere sotto controllo il fenomeno, controllando anche eventuali casi di sfruttamento".

Sono infatti moltissime le prostitute presenti di notte all'Eur. E, la mattina, il risultato è disastroso: preservativi sporchi ovunque. Degrado in tutte le vie.

Il progetto, presentato dall'assessore Francesca Danese e dal presidente del IX municipio Andrea Santoro, costerà all'incirca 5mila euro al mese, che andranno principalmente alle realtà sociali che si occupano di monitorare le attività delle prostitute.

Come ha affermato Santoro, si dovrebbe partire da aprile e si cercherà di "portare le prostitute in una strada, o un piccolo gruppo si strade, lontane dagli edifici abitati e dal centro del IX municipio".

Commenti

isolafelice

Ven, 06/02/2015 - 14:32

In mezza Europa sono legali strutture che ospitano prostitute e clienti, i gestori incassano per i servizi quali ristorazione, camere, bevande ecc. le prostitute incassano, pagano le tasse e sono protette dalla polizia, dallo stato, dal servizio sanitario e dal servizio pensionistico, lo Stato incassa la sua parte e si parla di centinaia di milioni di eurozzi. Solo in Italia si sprecano le occasioni, tanto non ne abbiamo bisogno di soldi, no?) e anzi si deve pagare un costodi 5 mila euri mese per lasciare le prostitute per strada. L'idiozia regna sovrana.

gigetto50

Ven, 06/02/2015 - 14:39

....buon inizio ma l'importante é che paghino le tasse ed i contributi sociali e che quindi siano controllate anche sanitariamente. Ma l'avesse mai proposta FI o Lega...apriti cielo....ecco....le vogliono ghettizzare....etc...etc...

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 06/02/2015 - 14:52

Non mi sembra una grande idea. Sono favorevole a legalizzare e regolamentare la prostituzione, ma bisogna fare una legge valida per tutto il territorio nazionale, che sancisca l'obbligo di esercitare il mestiere più vecchio del mondo in luogo chiuso, non certo per strada. Creare un quartiere-ghetto dove continuare ad esercitare la prostituzione per la strada (continuando a multare i clienti fuori dall'area), significa solo penalizzare ulteriormente gli abitanti di quel quartiere, oltre che compiere una enorme operazione di ipocrisia istituzionale.

al59ma63

Ven, 06/02/2015 - 15:12

Qualche tempo fa i PiDdini e rossi vari ed eventuali mossero una FEROCE campagna mediatica contro la mercificazione del corpo femminile... ORA TACCIONO se a fare ste porcate sono i sinistri e va tutto bene..ogni cosa e' mercificata per fare i propri interessi di parte! L' ISIS massacra i GAY e NESSUNO alza ciglio, silenzio assoluto: VERGOGNATEVI TUTTI.

Pieroric

Ven, 06/02/2015 - 15:16

ma perché le hanno chiuse nel 1958? C'erano già le case per la prostituzione con tanto di marchette e visite mediche. Ah italici cialtroni!

liberalone

Ven, 06/02/2015 - 15:16

Se si tratta di strade non di transito e lontane da abitazioni e edifici pubblici mi sembra una buona idea. E 5000 € al mese per tenere sotto controllo prostitute e criminalità mi sembra un costo accettabile.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 06/02/2015 - 15:37

C'è un "quartiere" dove starebbero alla grande, palazzo Chigi...

MEFEL68

Ven, 06/02/2015 - 15:46

Perchè dovrebbe costarci 5.000 euro al mese (60.000 in un anno) è un mistero che Marino ci spiegherà. Di solito non sono coloro che ne traggono un profitto che pagano le tasse alle istituzioni?

Ritratto di Blent

Blent

Ven, 06/02/2015 - 15:53

negli altri paesi la prostituzione legalizzata è fonte di reddito per lo stato , in italia è fonte di spesa . ma che cxxxxxxi !!!!!

MEFEL68

Ven, 06/02/2015 - 15:55

Questa del quartiere a luci rosse è la conferma di un'altra cosa sbagliata della sinistra. Fu lei a volere la chiusura delle case chiuse perchè contraria alla mercificazione del corpo della donna. "No alla donna oggetto". "Tremate. Le streghe son tornate"."Se non ora quando?" (ricordate?). "La dignità della donna e bla,bla,bla... La sinistra fece fuoco e fiamme quando Bossi propose la riapertura delle case chiamandole con il nome più esotico di "Eros Center". Poteva dirlo che era solo il nome che non gli piaceva. Quando la sinistra saprà cosa vorrà e imparerà cos'è la coerenza, lo scriva a caratteri cubitali sui giornali amici, perchè sarà una grande novità.

Ritratto di frank60

frank60

Ven, 06/02/2015 - 16:02

l'importante é che paghino le tasse ....no che si deve pagare un costo di 5 mila euro al mese per lasciare le prostitute per strada....grande idea!!

Massimo Bocci

Ven, 06/02/2015 - 16:07

Il COMUNE???? Al tempo li ci sono le pari opportunità,per.... LADRI!!!Coop, Gay,Trans,ecc.ecc. ma che bella FAMIGHIA??? Di mafia.....PD!!!!

Claudia_sono_io

Ven, 06/02/2015 - 16:25

Ma fatevi una fidanzata come si deve, invece di cercare miseria per strada o in case chiuse!!! Per colpa di una vostra (maschile) dichiarata incapacità di controllo e di una chiara mancanza di carattere in grado di farvi CONQUISTARE una donna, ci tocca vedere sto schifo per strada e sentire prostitute elevarsi a donne migliori di altre! La civiltà di una società non si misura sul legalizzare o meno un antico mestiere, ma sulla capacità di un uomo (e di una donna) di dichiarare la propria debolezza e di chiedere aiuto (culturale, personale, o di tipo relazionale) per superarle. Volete andare a puttane? Siete sbagliati voi...in un'epoca come questa dove davvero le donne, giovani e meno giovani, te la regalano..!!

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Ven, 06/02/2015 - 16:42

Il sindaco Marino ha una visione tutta sua di gestire e programmare la vita dei cittadini. E' più strampalato di quello che sembra. Ma perché non rispetta le leggi nazionali in atto e perché per risolvere certi problemi non aspetta che ci siano leggi idonee anziché tentare di risolverli stupidamente per conto suo?

Démos_Cràtos

Ven, 06/02/2015 - 17:16

@MEFEL68 non è che ci sian un gran mistero da spiegare. Se i 5000 euro al mese servono per poter permettere la costruzione e il mantenimento di questo quartiere a luci rosse, dal quale il comune dovrebbe ricevere l'ammontare delle tasse e dei contributi (dico dovrebbe perché siamo in Italia e la riscossione delle tasse non è un meccanismo molto trasparente, lo ammetto) ben venga no? Funziona come per tutte le altre cose: ci paghi i costi di manutenzione per permettere, a chi lo vuole, usufruire del servizio pagando il Comune invece che la criminalità organizzata. Siamo d'accordo, però, che tra il dire e il fare... Saluti

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Ven, 06/02/2015 - 17:38

Il primo sito a "luci rosse" di Roma è il Campidoglio. Tutto il mignottume passa da lì.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 06/02/2015 - 17:40

@Claudia_sono_io, Lei ha capito tutto, vero? Sa tutto degli uomini che vanno con le prostitute, e pure di queste ultime. Chi glielo dice che tutti possono "conquistare" una donna? E se uno è brutto e handicappato? Le donne se le può scordare giusto, ma magari può chiedere "aiuto" a qualche centro dove i moralisti come Lei gli spiegheranno che non ha autocontrollo e manca di carattere ... La legge Merlin è stata cancellata proprio grazie ai moralisti di sinistra e di destra come Lei, col risultato che adesso la prostituzione ce la ritroviamo per la strada!

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 06/02/2015 - 17:45

Figuriamoci se i compagni non vanno in sollucchero per degradare un quartiere che è notoriamente stato progettato dal fascismo, e molti suoi edifici ne sono la prova evidente. Spazio a volontà e alla prostituzione nessuno ci farà caso, soprattutto se fatta vicino a edifici completamente vuoti, come quelli ministeriali, poste, finanze e palazzi congeressuali vari, frequentati solo di giorno e in occasioni particolari. Forse è una soluzione ma anche un danno gravissimo all'unico quartiere moderno esistente a Roma e che ci viene invidiato e dove avvengono tutte le esposizioni internazionali. In ogni caso non tutti gli abitanti maschili di Roma potranno andarci, troppo lontano a meno di non essere patentati e con macchina. Di conseguenza la prostituzione continuerà allegramente in tutti gli altri quartieri di Roma, EUR o non EUR.

elalca

Ven, 06/02/2015 - 17:49

@gzorzi: condivido e mi permetto di indicare anche Montecitorio, Palazzo Madama e Quirinale

isolafelice

Ven, 06/02/2015 - 18:11

@Claudia; scusa Claudia, ma se viene definito come il mestiere più antico del mondo ci sarà pur una ragione non ti pare? Se pensi che in quest'epoca gli uomini che vanno a puttane siano "sbagliati" dobbiamo pensare che lo siano sin dall'origine dei tempi o no? E nello scorrere dei secoli ci son stati molti periodi in cui le donne " la regalavano". Vedi poi che si usa "andare a puttane" anche in compagnia, specialmente nei bordelli oltrefrontiera, giusto per fare una zingarata e divertirsi un po'. Non sarà moralmente affascinante ma è perfettamente legale ed ormai riconosciuto come comportamento civile e rispettoso delle donne perchè esse stesse "praticano" volontariamente, con tutte le tutele e tutti i crismi di un lavoro. Forse riconoscere debolezza e chiedere aiuto per superare la prostituzione lo devono fare anche le donne, non solo gli uomini.

CIGNOBIANCO03

Ven, 06/02/2015 - 19:15

La prostituzione è il mestiere più antico del mondo:oggi quasi superata, dalla prostituzione transgender, molto in voga nonchè da quella gay:basta moralismi inutili,occorre riaprire le case chiuse, per questo genere di persone,(che piaccia o no al vaticano....)a tanti tantissimi piace pagare una donna o un transgender, per sentirsi appagato; e allora si facciano le cose per bene e si esiga che paghino le tasse, come sarebbe giusto che sia...guadagnano tantissimo, senza stancarsi...dateli questa "gioia" che ce vò.

Claudia_sono_io

Ven, 06/02/2015 - 20:06

Per @liberopensiero77 Egregio signore, io di brutti da non riuscire ad andare con una donna o uno affetto da handicap che si ferma per andare con 'quelle' ancora devo vederlo!! Ho visto certi mostri accompagnarsi a certe donne che nemmeno Richard Gere, e non erano manco ricchi!! Per me infatti ste 'donnine' dovrebbero esistere SOLO per chi ha problemi seri come ha suggerito lei, ma si dà il caso che la maggior parte dei clienti siano persone che vivono una vita di coppia e familiare, oppure anche giovani che non hanno voglia di cimentarsi in approcci seppur solo sessuali. Una triste realtà di noi donne che se ci accorgiamo però...altro che andare a puttane...mandiamo NOI tutto a puttane!! @isolafelice mi riferivo alle debolezze dell'uomo in materia sessuale, ma alle debolezze di TUTTI (anche donne) al fine di ottenere aiuto.

Biagio_

Ven, 06/02/2015 - 20:09

Claudia_sono_io me la regali stasera ? Grazie

Claudia_sono_io

Sab, 07/02/2015 - 06:19

Per @Biagio Data la tua battuta simpatica ( o mamma mia quanto sei simpatico) mi auguro tu abbia non più di 15 anni, altrimenti ho già un paio di strutture da suggerirti. Aiutano tutti sai?

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Sab, 07/02/2015 - 18:33

@Claudia_sono_io, non vorrei offenderla, ma temo che Lei come psico-sociologa non valga un gran ché. Ci sono tanti casi in cui la prostituzione può servire - diciamo così - da ammortizzatore sociale, per evitare situazioni di esasperata solitudine e per mantenere i rapporti, anche coniugali. Oltre al caso che ho fatto prima, che vale per gli scapoli, può infatti servire: per i giovani quando hanno una fidanzata che vuole arrivare vergine al matrimonio (pare che ce ne siano ancora ...); per i mariti che hanno una moglie che, per motivi di salute, non può più avere rapporti; per le coppie un po' anziane, quando col calo del desiderio il maschio non riesce più ad avere rapporti con la moglie; per i vedovi avanti con gli anni che non riescono più a trovare una compagna, ecc., ecc. Come vede, si fa presto a fare i moralisti, la realtà della vita è un’altra cosa.

Claudia_sono_io

Dom, 08/02/2015 - 05:50

@liberopensiero77Si parla tanto di ipocrisia sociale, politica e clericale ma poi non si menziona quella degli uomini quando per giustificare un'azione sbagliata cercano alibi dappertutto. Così, quelli che vanno a prostitute sarebbero tutti appartenenti a categorie 'bisognose'. Se lei fa parte di una di quelle, capisco il suo fervore nel far comprendere la necessità della presenza della donna che mercifica il proprio corpo. Ma si dà il caso che la stragrande maggioranza degli 'uomini'..(uomini??) che vanno con queste lo facciano per divertimento, vizio e passione per 'la tratta' del sesso: vedi impiegati e dirigenti alla pausa pranzo, vedi ragazzi il sabato o domenica fare un giretto prima di tornare a casa da mamma e papà, vedi uomini interessanti e aitanti che litigano una sera con la moglie e si fanno fare ' per sfregio' qualche servizietto allungando la strada di casa. Quando vedrò uomini in carrozzina, affetti da handicap o simili trattare una prestazione, mi metterò dalla sua parte e mi farò promotrice di un'azione a favore della loro presenza nel ns. Paese.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Dom, 08/02/2015 - 09:44

@Claudia_sono_io, più la leggo e più mi convinco che Lei è una terribile moralista. Io le ho fatto una serie di esempi in base ai quali si dimostra che la prostituzione svolge anche una funzione sociale che fra l'altro combatte la solitudine e "salva" tanti rapporti. Ma Lei ribatte che molti vanno ad escort solo per il loro piacere. E allora? Lasci le persone LIBERE di vivere la loro vita, di intendere il sesso legato al sentimento e al rapporto coniugale, oppure anche di viverlo su base mercenaria (fra l'altro temo che anche molti matrimoni si basano sull'interesse, pure pochi se ne scandalizzano ...). L'atteggiamento moralistico che ha Lei finisce solo per avvalorare lo status quo, cioè la prostituzione esercitata per la strada, senza controlli sanitari, e magari spesso in mano alla criminalità. Una legge che la regolamenti invece eviterebbe tutti questi aspetti negativi, oltre a produrre vantaggi a livello fiscale.

mezzalunapiena

Dom, 08/02/2015 - 11:58

quando mai i politici fanno qualcosa di intelligente.

Giorgio5819

Dom, 08/02/2015 - 12:29

Roma è da tempo una città di puttane, e non sono quelle che la danno per strada.

Giorgio5819

Dom, 08/02/2015 - 12:32

al59ma63, cosa c'entra l' isis, i gay ? Possibile che gli sbagliati trovino sempre il modo di infilarsi in ogni questione?

Giorgio5819

Dom, 08/02/2015 - 12:32

al59ma63, cosa c'entra l' isis, i gay ? Possibile che gli sbagliati trovino sempre il modo di infilarsi in ogni questione?